www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 22 Luglio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
  distribuzione geografica della battente
[11-01-2009]  
chiedo la collaborazione di tutti voi che leggerete queste righe per riuscire a creare una mappa attendibile della distribuzione geografica della chitarra battente sul territorio nazionale dall'800 ad oggi,

quindi vi invito tutti a comunicarmi i luoghi (indicandomi anche le provincie) di vostra conoscenza dove tale strumento è stato in uso oppure lo è tuttora, o qualunque altra informazione mi possa tornare utile allo scopo

anche un solo "avvistamento" può essere prezioso..

grazie



Risposta Condividi


[76]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[23-02-2011]  
Cari amici,

rispolvero questo vecchio post per dirvi che sul mio sito ho inserito una pagina relativa alla battente nel Foggiano (quindi non solo Gargano ma anche Tavoliere). Nicola Sgagliozzi, il battentista di cui si parla in detta pagina, è un mio grande amico, e qui lo trovate in una serata alla "Botte" di Cisternino:

http://www.pugliafedefolklore.it/mus/battente-foggiano .html

Abbracci,

Damy

Risposta Condividi


[77]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: distribuzione geografica della battente
[23-02-2011]  
la battente di Nicola ha una particolarità....è fatta
interamente in abete e l'ha costruita un liutaio
mi sembra del salernitano, che è un amico suo.
Ho avuto modo di suonarla questa estate a Civitella Alfedena
e debbo dire che suona veramente bene ed è anche molto leggera.
Nicola e Morena sono veramente bravi e secondo me
rappresentano "veramente" la continuità della tradizione sopratutto
per il loro modo di porsi nei confronti degli altri.
Damiano, se hai modo di incontrarli salutameli.

Risposta Condividi


[78]   
Da: Pelizzari 
  Re: distribuzione geografica della battente
[17-03-2011]  
Voglio scrivere una notizia che ho trovato leggendo nei giorni scorsi il libro “Dentro la guerra”, pubblicato dall’Associazione culturale il Chiese di cui faccio parte.
Mi sembra proprio una notizia indicata per la festa dell’unità d’Italia e giusta per il sito della chitarra battente del grande Alfonso.

Il lucano Michele Rigillo, ufficiale di Rionero in Vulture, nel 1915-16 durante la prima guerra mondiale, si trova al fronte nella zona tra Ponte Caffaro, ultimo paese italiano, e Storo, uno dei primi comuni austriaci (oggi al confine tra le provincie di Brescia e Trento).
Scrive da qui parecchie lettere a Giustino Fortunato, il padre dei meridionalisti, per informarlo di quello che succede sul fronte.
In una di queste, scritta a Ponte Caffaro il 7 dicembre 1915, parlando dei militari disordinati e affaticati che risalgono la valle, scrive:

“… Tutta la strada era seminata di questi percossi, di questi caduti.
Sembravano gli avanzi di un esercito in rotta.
Ce n’erano nelle osterie di Lavenone, sulle rive del lago d’Idro, sulle terrazze di Anfo, fin nelle prime case di Vestone.
Qui appunto passando, sentimmo un lieto suono di chitarra battente, che veniva da un’osteria di dubbia fama.
Vi sbirciammo uno di quei soldati, mezzo brillo, che suonava in mezzo a una turba di uomini e donne che si divertivano un mondo, specie ai suoi infelici tentativi di canto.”

Un militare, che rischia la vita al fronte per l’Italia, ci segnala una chitarra battente in valle Sabbia.
Chissà se nel sentirla ha avuto nostalgia dei suoni della sua Basilicata.

Lorenzo


Risposta Condividi


[79]   
Da: alfnso 
  Re: distribuzione geografica della battente
[19-03-2011]  
caro Lorenzo il tuo apporto è smeplicemente fantastico..!!

Risposta Condividi


[80]   
Da: giancarlo 
(Italia)
  Re: distribuzione geografica della battente
[19-03-2011]  
Concordo con Alfonso: grazie Lorenzo!
...Aggiungerei che la prima "vera" Unità d'Italia, si è iniziata ad averla con la Guerra del 15-18, quando persone di origine e cultura diversa, iniziarono a confrontarsi, ad apprezzare gli usi e le tradizioni degli altri, ad impararne i canti!


Risposta Condividi


[81]   
Da: Francesco 
(Torino)
  Re: distribuzione geografica della battente
[03-06-2011]  
Veramente fantastico^^^ Complimenti lLorenzo.

Risposta Condividi


[82]   
Da: Marco De Simone 
(San giovanni rotondo)
  Re: distribuzione geografica della battente
[02-07-2011]  
San Giovanni Rotondo ne abbiamo 3 solo nel mio gruppo, i Cantatori di San giovanni rotondo. Michele Rinaldi e Marco De Simone (io)

Risposta Condividi


[83]   
Da: Pelizzari 
  Re: distribuzione geografica della battente
[11-01-2012]  
Alfonso,
probabilmente l'hai già vista, comunque ti segnalo lo stesso questa strana chitarra battente in vendita su ebay, forse può servire per le tue ricerche.
Lorenzo

http://www.ebay.it/itm/ws/eBayISAPI.dll?ViewIte m&item=220928359673&clk_rvr_id=306044143341

Risposta Condividi


[84]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(ascoli piceno)
  Re: distribuzione geografica della battente
[11-01-2012]  
caro Lorenzo, se vai nella galleria
fotografica della sezione "chitarra battente"
del sito la trovi.....mi sembra fosse di propretà di
un musicista siciliano...però sono andato a rivederla
e, pur apparendo la descrizione dello strumento
(...chitarrino degli inizi del '900...) non c'è più il dato del
proprietario e, mi sembra, di averla anche vista in vendita
su un banco l'anno scorso a Maranola.
saluti

Risposta Condividi


[85]   
Da: Pelizzari 
  Re: distribuzione geografica della battente
[13-01-2012]  
Caro Pierfilippo,
sono proprio distratto.
Come ho fatto a pensare che Alfonso non l'avesse già conosciuta intimamente questa piccola battente?
Piccola si, ma tutt'altro che minorenne.
Ti ringrazio
Ciao

Risposta Condividi


[86]   
Da: alfonso 
  Re: distribuzione geografica della battente
[14-01-2012]  
caro Lorenzo, ho potuto toccare con mano questa battente se non ricordo male 3 anni fa alla "fiera" degli strumenti di Maranola, proprio la circostanza per la quale mi accingo a partire fra qualche minuto

qui puoi vedere qualche foto "dal mio punto di vista" della edizione degli anni scorsi http://www.alfonsotoscano.it/audiovideo-foto-maranola.htm

è di dimensioni ridotte e ben restaurata, come vedi è abbastanza diversa da ogni altra battente ma purtroppo non siamo riusciti a sapere nulla sull'origine

Risposta Condividi


[87]   
Da: Marcello 
  Re: distribuzione geografica della battente
[16-01-2012]  
Cari Alfonso e Pierfilippo,
sono contento di avervi ri-visto ieri a Maranola,
ci vorrebbe una "Maranola" a settimana per poter
essere maggiormente in contatto con amici che non vedi
mai ma vorresti vedere molto più spesso.
Riguardo a questo chitarrino (che oramai gravita per
la rete da ormai alcuni anni) sono convinto che gli sia
stata sostituito il manico, dico questo non tanto per la forma
insolita della paletta (che è quasi un cavigliere) ma per
il ristretto spessore della tastiera che si addice più ad una pratica
solistica (come il moandolino) che alla realizzazione di accordi
(come la battente).
Non so se il venditore abbia mai dichiarato qualcosa a riguardo.
un forte abbraccio

Risposta Condividi


[88]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[21-02-2012]  
Vi segnalo la battente di Carovigno (Brindisi):

http://www.archiviosonoro.org/puglia/archivio/archivio -sonoro-della-puglia/fondo-amati-bagorda/strumenti-a-corda-nellalto-sa lento-brindisino.html

Risposta Condividi


[89]   
Da: Alfonso 
  Re: distribuzione geografica della battente
[21-02-2012]  
caro Damiano, tu sei tanto un bravo ragazzo e lo sai che ti voglio bene, per questo non ti cancello ma ti ricordo che questo è un forum, non una bacheca dove LIMITARSI ESCLUSIVAMENTE A PUBBLCIZZARE altri siti sia pure interessantissimi, quindi ti invito caldamente in futuro a servirtene per lo scopo per cui è nato cioè discutere problematiche di interesse comune

altrimenti potresti impostare le tue comunicazioni nel topic "AVVISI E COMUNCAZIONI DI OGNI GENERE"

Risposta Condividi


[90]   
Da: pasquale scala 
(praiano)
  Re: distribuzione geografica della battente
[25-02-2012]  
il chitarrino in questione e un bufalino (fregatura)
ricostruito con pezzi di strumenti non filologici
il manico e di un liuto chitarra tedesco ele misure dei tasti
non corrisponde al diapason .vedi dove e posizionato il ponte
saluti
pasquale scala

ps .un salutone a pierfilippo

Risposta Condividi