www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Mercoledi 22 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Tiziano 
(Roma)
  concia delle pelli
[23-06-2007]  
volevo avere, da chi ha esperienza, qualche indicazione sulla concia delle pelli, sul tipo di pelle da usare e sui vari procedimenti necessari per la fabbricazione di tamburelli , cupa cupa e quant'altro, ad esempio come fissare la pelle alla cornice dei tamburelli o al bordo del barattolo o bidone del cupa cupa, nel mio tentativo di fabbricazione del putipù o caccavella ho utilizzato la pelle di un vecchio tamburello, che opportunamente bagnata ho fissato al bordo del bidone utilizzato con dei rivetti metallici, il risultato è buono e da qualche anno tiene. Grazie per quanto vorrete comunicarmi e a presto!

Risposta Condividi


[61]   
Da: Aldo 
(Gallipoli (Le))
  Re: concia delle pelli
[26-04-2013]  
Ok, grazie Alfonso.



oncia al sale





Concia allume





Effetto scamosciato





Macchie scure



Risposta Condividi


[62]   
Da: Aldo 
(Gallipoli (Le))
  Re: concia delle pelli
[08-05-2013]  
Dopo la concia con allume e sale volevo provare la concia ai tannini, lo so che è difficoltosa e lunga ma oramai mi sono attrezzato quindi tanto vale provare. Volevo sapere se qualcuno di voi ha esperienza con questo tipo di concia?
Inoltre volevo farvi alcune domanda e cioè:
Le pelli conciate e ben asciutte le posso conservare mettondole una sull'altra o devono stare sul telaio in attesa di futuro utilizzo?
Quando costruirò il mio primo tamburello e metterò la pelle, la parte pelo và messa verso l'esterno e lato carne interno o è indifferente?
Dopo aver conciato alcune pelli vorrei toccare con mano (prezzo permettendo) una pelle già conciata e vi sarei grato se poteste favorirmi un contatto.
Dalle mie parti si trovano tamburelli "artigianali" con cornice in faggio a 30€, come si fa a vendere un tamburello a quel prezzo quando, secondo mio parere, solo conciare una pelle vale tale prezzo?
Ringrazio a chi voglia rispondermi
Aldo

Risposta Condividi


[63]   
Da: quirino 
(Roma- Portuense)
  Re: concia delle pelli
[09-05-2013]  
Sui tamburelli artigianali a 30 euro forse non sono proprio artigianali nel senso pieno. Mi spiego.
Ci sono ditte, sia di costruzione di setacci per farine, ma anche che costruiscono tamburi da parata e/o batterie, che se gliene ordini tantissime di cornici te le mandano già pronte alla misura che vuoi, così come per le pelli già conciate se gliene ordini tante il prezzo si abbassa moltissimo, ci si può sempre rivolgere alle ditte di costruzione di tamburi da parata, o meglio ancora chi gli fornisce le pelli, che si risparmia moltissimo in grandi stock; dopo di che ti fai fori per i sonagli, i sonagli li fai di latta, a questo punto assembli pelle e cornice, bagnando un po' la pelle in acqua tiepida e fermandola con la spara punti con mezzoretta hai fatto, aspetti che si asciuga fermando il tutto con il lastico et voilà il tamburello è fatto. Te ne vendi un centinaio a 30 euro e ci hai guadagnato, non un cifrone ma ci hai guadagnato, soprattutto se hai molto tempo libero e un gruzzoletto iniziale da anticipare.

Risposta Condividi


[64]   
Da:  
  Re: concia delle pelli
[09-05-2013]  
Credo che la concia al tannino non sia adatta per le pelli dei tamburi, anche perché è una concia fortemente astringente, una volta levata la pelle dal bagno di concia va ingrassata ancora bagnata con delle sostanze apposite altrimenti diventa un pezzo di cartone e si spezza appena si cerca di piegarla. Ho conciato alcuni otri con tannino di castagno fatto da me, il risultato è buono, soprattutto per la maggior durata della pelle, ma è necessario l'ingrassaggio e questo rende la pelle meno traspirante rispetto alla concia tradizionale. Altro problema con i tannini naturali è che sono tutti più o meno coloranti per cui la pelle non rimane bianca.
Saluti e buon lavoro

Risposta Condividi


[65]   
Da: Aldo 
(Gallipoli(LE))
  Re: concia delle pelli
[10-05-2013]  
E' vero, per i tamburelli non è indicata ma una volta almeno vorrei provare questo tipo di concia e poi in base ai risultati valuterò eventuali utilizzazioni. Per ora ho messo le pelli in soluzione molto diluita, 1lt. di acqua macerata con corteggia di quercia e mandorlo su 15lt. di acqua, poi pian piano aumenterò le dosi. Per accorciare i tempi, siccome non ho un bottale, proverò a lavarle con l'idropulitrice utilizzando la stessa soluzione....si prova!
Quando applicherò la pelle alla cornice il lato pelo và all'esterno? E le posso conservare una sull'altra?
Aldo

Risposta Condividi


[66]   
Da: alfonso 
  Re: concia delle pelli
[14-05-2013]  

per chi fosse interessato alloa concia: http://www.alfonsotoscano.it/costruzione-tamburello-concia.htm

Risposta Condividi


[67]   
Da: Aldo 
(Gallipoli(LE))
  Re: concia delle pelli
[15-05-2013]  
Molto interessante, anch'io per alcune pelli ho usato la cenere, in principio mi chiesi se usare quella rimasta dalla combustione di legna di quescia poi pensando che i tannini non sopravvivessero alle alte temerature ho usato quella "di caminetto"! Ora vado a raccogliere quella di quercia, sempre che ne trovi ancora!!
Una domanda, la pelle và scarnita prima di metterla a bagno con la cenere o dopo? ... e dopo non c'è alcun passaggio in soluzione di acqua e sale?
Aldo

Risposta Condividi


[68]   
Da: Sandro 
(cosenza)
  Re: concia delle pelli
[16-01-2015]  
Ciao e complimenti per il.lavoro che fate. Vorrei sapere cosa si usa per togliere bene la calce dalla pelle appena conciata? Secondo te, se rimangono polveri di calce sulla pelle, questa si può corrodere col tempo?
Grazie


Risposta Condividi


[69]   
Da: Alfonso 
  Re: concia delle pelli
[17-01-2015]  
io penso che l'ideale sia l'acqua corrente, non per niente le concerie erano sempre situate sulla sponda di un fiume.. ,ma vediamo se qualcuno più esperto ci può dare qualche consiglio migliore

Risposta Condividi