www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Mercoledi 21 Agosto 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giovanni Tribuzio 
(Roma)
  STORIE SUI BRIGANTI
[11-06-2008]  
Ci tengo ad aprire un piccolo spazio riservato a chi sa qualche storia,canzone o filastrocca sui briganti.
Ovvio comincio io.
Un giorno chiacchierando del più e del meno con mia nonna che ha 94 anni tra tanti discorsi di vecchia data è venuta fuori una storia su un brigante vissuto dalle mie parti.Io sono originario di Fondi e in quelle zone ci so passati parecchi briganti,considerando il fatto che si trova tra Monte San Biagio e Lenola ricche,se cosi possiamo dire,di storie sul brigantaggio.
Il brigante in questione vissuto nella seconda metà dell'800 lo chiamavano.....RAFAEL D'FURIA.....
Mi ha raccontato che, bussava all'improvviso alla porta dei pajari,perchè allora le case erano poche e si usava vivere in capanne rotonde di paglia,si sedeva,mangiava,beveva,altro lo lascio all'immaginazione e poi prima di andare diceva "adduman pass e se non trov 100 lir v'scann...c sem capit!!!"Quindi all'indomani ripassava e doveva trovare i soldi chiesti.Lui viveva su una montagna a "vardiv"località di Fondi,in una grotta ancora esistente e aggiungo abbandonata a se stessa che si chiama "la grott di ju visc"dove dentro c'era di tutto,mobili,viveri di ogni genere che rubava o si faceva dare con la prepotenza,biancheria....insomma se la passava bene!!Propio in quella grotta fu ucciso,sgozzato con la complicità di alcuni suoi seguaci.E ora ci aggiugo una filastrocca che sempre mia nonna mi ha raccontato.La stessa un tempo si raccontava ai bambini per farli strar buoni...

Fuj fuj gioje d' mamm
che Rafael sta a bussa
sott la paja vatt a mett
accussi' nun t' pò truva
Sott la paja m'mttet
ma Rafael m'truvett
tutt cos s'magnett
e a diun rimanett!

Chiunque conosca altre storie,canzoni o filastrocche che parli ora o taccia per sempre!!!


Risposta Condividi



Pagina 1

[1]   
Da: tiziano 
(Ostia)
  Re: STORIE SUI BRIGANTI
[12-06-2008]  
I briganti ed il brigantaggio hanno segnato anni bui dalla fine 700 fino ad oltre la metà dell'800, la storia che rubavano ai ricchi per dare ai poveri non riguardava quasi tutti, come dice Giovanni nella sua storia ereditata dalla nonna, pensavano molto spesso alla loro panza e a soddisfare le proprie esigenze di ogni tipo, senza badare al ceto sociale delle vittime. Nel tempo i briganti come Frà diavolo, Gasperone, il Passatore etc si sono estinti ma non sono spariti, è arrivata la politica, che li ha raggruppati sotto un simbolo ed oggi siedono su comode poltrone e non vivono più in anguste grotte, ma in agiati uffici posti in lussuosi palazzi e di nomi ce ne sono quanti ne vuoi con le storie che si portano dietro fatte di corruzione, tangenti, etc. Una storia carina è quella che riguarda un brigante laziale, di cui non ricordo il nome che dopo essere stato catturato ed ucciso dalle forze dell'ordine, venne sepolto a livello del muro di cinta del cimitero, poichè considerato un senza Dio, metà dentro e metà al di fuori di questo confine, sembra che la popolazione del paese era divisa tra quelli che volevano per lui un rito cristiano e quelli che non lo ritenevano degno di questo, così venne inumato in questo modo. Chi sa qualcosa di più, a cominciare dal nome, su questo brigante si faccia avanti. Ciao Giuà

Risposta Condividi


[2]   
Da: RonnaPaulina 
  Re: STORIE SUI BRIGANTI
[12-06-2008]  
Tra gli innumerevoli, tii segnalo un sito dove ci sono anche... le brigantesse!

Briganti : Sacchetiello, Ninco Nanco, Totaro, Tiburzi, Monaco, Santaniello, Schiavone, Volunnino, Pietruzziello, Pagliuchella, Pizzichicchio, Ciardullo, Colasuonno, Chiavone, Crocco, Cipriano La Gala, ...

Brigantesse: Michelina De Cesare, Pennacchio, Vitale, Tito, Teresa e Serafina, Cotugno e Blasucci, ...

http://www.brigantaggio.net/brigantaggio/Prima02.htm

****** ***+

Invece, per rispondere al quesito di Tiziano, il brigante sepolto metà fuori metà dentro le mura del cimitero fu Domenico Tiburzi.
Piccoletto di statura, tanto che era chiamato Domenichino, compì il suo primo atto di ribellione contro una marchesa, che voleva punirlo perchè aveva rubato delle erbe per dar da mangiare ai suoi animali. La uccise, e si mise al servizio di proprietari terrieri della Toscana e del Lazio, ma poi fu mandato in esilio, quando mutò il clima politico. Ma tiburzio non stette ai patti e tornò dalla Francia dov'era stato confinato; i proprietari terrieri, temendo che spifferasse la loro connivenza con l'incomodo personaggio, si rivolsero ai carabinieri. Domenichino fu messo in carcere, ma riuscì ad evadere, fu preso e ammazzato nel 1896, vicino Capalbio, in circostanze misteriose; infine, avvenne il compromesso della sepoltura, narrato da Tiziano; mi sembra ne sia stato tratto anche un film.

Ciao!






Risposta Condividi


[3]   
Da: RonnaPaulina 
  Re: STORIE SUI BRIGANTI
[12-06-2008]  
..."fu Domenico Tiburzi.Piccoletto di statura, tanto che era chiamato Domenichino..."

...o "Tibburziello"?
Nel lessico della mia famiglia, quando si vedeva un ometto piccolo, si diceva: "Me pare Tibburziello!"
Che non sia lo stesso brigante?...

Risposta Condividi


[4]   
Da: Giovanni Tribuzio 
(Roma)
  Re: STORIE SUI BRIGANTI
[12-06-2008]  
Ronnapaulina,Grazie al tuo intervento sul brigante Tiburzi,ho trovato una canzone propio dedicata a lui!!!
Il gruppo musicale italiano La Tresca ha dedicato al brigante maremmano “Il sentiero dei briganti”, canzone inserita nell'album del 2003 "Compagni di strada".



Risposta Condividi


[5]   
Da: Irpino 
  Re: STORIE SUI BRIGANTI
[12-06-2008]  
Alcuni di questi che seguono si possono anche scaricare, di tutti sono offerti il testo e la discussione.

Qui, la canzone "La Morale dei Briganti" dei Ratti della Sabina, dedicata a Berardino Viola, tra la fine del 1899 e l’inizio del 1900 :
http://www.prato.linux.it/~lmasetti/antiwarsongs/canzone.php?id=6723&lang=it

Qui, "Tammurriata alli Briganti" dei Villanella, con i nomignoli dati ai briganti politici uccisi dai governanti dei loro tempi:
http://www.prato.linux.it/~lmasetti/antiwarsongs/canzone.php?id=7073&lang=it

E inoltre sulla stessa pagina troverai link per:
Pontelandolfo (Stormy Six) con un'ampia interessante discussione;
Sacco e fuoco (Teresa De Sio)
AmèN (Teresa De Sio)
Tinna (Viento)
Maremma (Del Sangre)
...oltre ai canti di Musicanova che senz'altro conosci.

Io, da parte mia, a casa ho l'LP di Otello Profazio, che contiene la canzone del brigante Musolino; secondo me, se scandagli bene il web, lo trovi... ciao!

Risposta Condividi