www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 21 Ottobre 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[24-04-2008]  





E' uno strumento che amo, ho imparato a suonarlo mentre imparavo a parlare, da mio padre a suonarlo, da solo a parlare.
Vediamo se riusciamo a confrontare tecniche esecutive e di eventualmente anche modifiche allo strumento, comincio io dicendo quel che so, per ora mi limito alla struttura:
- Lo strumento di migliore qualità è in ferro battuto, quelli fatti in serie iperdefiniti e luccicanti non sono buoni.
- La migliore fabbrica si trova a Marineo, in provincia di Palermo.
- E' possibile alterare l'intonazione, di poco, con una raspa: se si raspa la parte terminale dell'ancia si sale, se si raspa la barte basale si abbassa, se si raspa la parte centrale si alleggerisce lo strumento. Raspando troppo lo strumento si può indebolire e rompere, attenzione!
- Stringendo le parti laterali, vicino all'ancia, fino a quasi toccare l'ancia stessa, è possibile quasi raddoppiare il volume.

Ho dato un'input, dando la mia.... vediamo se riusciamo ad approfondire l'argomento, date la vostra!


Risposta Condividi


[91]   
Da: Pippo 
(Sicilia)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[27-03-2009]  
Bellissimo, di una precisione assoluta, vediamo cosa dicono gli intenditori

Risposta Condividi


[92]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[27-03-2009]  
Ciao Pippo!
Hai ragione è proprio bello, ma la cosa che mi incuriosisce di più è quello che sembra un "residuo di fusione", vicino alla base della linguetta: non l'ho mai rimosso, perchè ha anche una funzione accordatrice della stessa, influenzandone il modo di vibrare.
Non ho mai saputo se è stata una cosa casuale o voluta dal costruttore.

Risposta Condividi


[93]   
Da: Michele 
(Palermo)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[27-03-2009]  
Che nota fa?

Risposta Condividi


[94]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'nganna
[27-03-2009]  
Ne ho uno anche io, ma con una parte dei poggia labbra spezzata.
E proprio sulla frattura si capisce che il materiale usato è una lega bassofondente (sotto i 500 gradi), mentre la lamina è di acciaio armonico. Si usano leghe bassofondenti, ma di struttura molto rigida, per non compromettere le caratteristiche della lamina che altrimenti perderebbe la sua elasticità.
Sicuramente quel residuo di fusione non è stato lasciato intenzionalmente per migliorare lo strumento ma solo per non far lievitare il prezzo a causa di un'ulteriore lavorazione di finitura. E' chiaro che togliere quel residuo potrebbe modificare l'accordatura dello strumento forse in meglio facendone abbassare e prolungare la frequenza.
Pino

Risposta Condividi


[95]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[27-03-2009]  
Ciao Pino!
Come va?
...Devo precisare che il "residuo di fusione" sembrerebbe essere del materiale fuso versato per bloccare la lamina e non per l'eventuale fusione del corpo stesso.
Non credo sia stato ottenuto per fusione, ancorchè con una lega bassofondente, perchè ho provato a dare dei colpi con un martelletto ed è ferro.
Rimuoverlo non comporterebbe nessun impegno rilevante nè in termini di tempo nè in termini di costo vero e proprio.

Per Michele: la nota emessa con normale impostazione labbra-bocca è un DO.






Risposta Condividi


[96]   
Da: antonino versaci 
(san fratello (Me))
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'nganna
[02-04-2009]  
Salve a tutti...premetto che non sono un musicista e che mi vergognerò a dirlo non ho mai suonato un marranzano...mi sono trovato per caso a visitare questo forum e il fatto di provare realizzarne qualcuno mi affascina molto...bè io sono un grande appassionato di coltelli artigianali e da quando avevo 17 anni sto portando avanti la tradizione dei coltelli del mio paese (San Fratello in prov. di Messina) e di tutta la tradizione siciliana...e quindi sto riproducendo tutta una serie di coltelli tipici sciliani forgiati a mano e realizzati proprio come una volta....bè data la mia dimestichezza con la forgia vorrei provare a realizzare qualche marranzano, ma ovviamente avrei bisogno di un maestro che mi spiegasse un pò qualche trucchetto del mestiere in modo da renderli oltre che belli anche funzionali...bè c'è qualcuno disposto a darmi qualche dritta?
se vi interessa potete visitare il mio ito web in modo da rendervi meglio conto della mia passione: www.coltelliversaci.com
chiunque fosse interessato ad aiutarmi, dandomi qualche dritta potrà contattarmi via mail in modo da discutere meglio dei particolari, delle fasi della lavorazione, dei materiali e degli accorgimenti da adottare nella speranza di riuscire a produrre qualche buon risultato.
saluti
Antonino Versaci
www.coltelliversaci.com
cell: 3333564927

Risposta Condividi


[97]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'nganna
[02-04-2009]  
Complimenti Antonino per la tua "professione". Ho visitato il tuo sito e ne deduco che hai le conoscenze per provare a costruire un maranzano.
Come avrai intuito, il supporto a forma di cerchio dovrà essere massiccio ed indeformabile e dovrà esservi ancorata fortemente la lamina elastica; e forgerai anche questa, senza usare l'acciaio armonico commerciale, visto che conosci la tecnica della tempra degli acciai, ne verrà fuori senza dubio un ottimo strumento. Naturalmente dovrai fare delle prove per decidere gli spessori della lamella sonora.
Mi piacerebbe vederti all'opera, ma sei troppo lontano.

Risposta Condividi


[98]   
Da: antonino versaci 
(San Fratello (Me))
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'nganna
[02-04-2009]  
Grazie per i tuoi complimenti...per quanto riguarda la lavorazione del ferro battuto a mano non ci sono problemi, quello che secondo me richiede più impegno è il fatto di riuscire a farlo suonare correttamente...in ogni caso a pranzo mi ha chiamato "Milvus" e mi ha detto che è pienamente disponibile ad aiutarmi e ad andare insieme qualche giorno prefissato dal sig. Alaimo che si era detto disponbile a tramandare questa sua arte a qualche ragazzo purchè avesse un pò di esperienza col ferro battuto...
bè non vedo l'ora di provare questa nuova esperienza...
ovviamente vi farò sapere della visita al Sig. Alaimo e dei primi risultati...
a presto
Antonino Versaci
www.colteliversaci.com
cell: 3333564927

Ps: semmai decidessi di farti una vacanza in Sicilia sarò molto lieto di conoscerti personalmente e di ospitarti nella mia vecchia forgia...


Risposta Condividi


[99]   
Da: Pippo 
(Sicilia)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[03-04-2009]  
Ciao Antonio, conosco i tuoi coltelli, complimenti, sono di ottima fattura, qualche volta ne compro uno per fare i friscaletti (u vescot) almeno credo che lo chiamate così voi in paese.
Dall'abilità che hai con la forgia non ti sarà difficile costruire i marranzani, è bello mantenere le tradizioni.

Ciao Pippo

Risposta Condividi


[100]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[03-04-2009]  
Mi unisco ai complimenti di Pino e di Pippo!
I tuoi coltelli sono davvero belli e rispettosi delle più originali e preziose tradizioni siciliane.
Vivo vicino Frosolone (famosa per i coltelli) in Molise e non ci giurerei, ma mi pare di aver visto dei tuoi coltelli esposti in una mostra un paio d'anni fa! Può essere?...
Inoltre mi pare di averli visti in un negozio di Brolo o Naso, l'anno scorso! E' possibile?
Di nuovo complimenti!
Come Pino sarei felice di vederti all'opera e se ricapito dale tue parti, oltre che a mangiar ricotta a Naso, verrò a far visita alla tua officina.
Ps: se vuoi raccontarci qualcosa del tuo lavoro, anche con delle foto, siamo tutt'occhi!
In più potresti parlare della lavorazione del corno, nella quale, per motivi diversi, molti di noi si sono imbattuti!
Viva la sicilia!

Risposta Condividi


[101]   
Da: Michele 
(Palermo)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[04-04-2009]  
Aggiungo i miei complimenti!
Spero tu riesca a costruire marranzani buoni, anzi ne sono sicuro!
Fai foto e sappi che noi ti seguiamo!
Aggiungo alle richieste di Giancarlo: ci daresti un consiglio per ottenere una buona molatura?


Risposta Condividi


[102]   
Da: antonino versaci 
(San Fratello)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[04-04-2009]  
grazie per i vostri complimenti...fa davvero molto piacere quando qualcuno apprezza ancora le vecchie tradizioni di una volta...bè sono stato a frosolone tre anni fa e l'anno scorso e quindi i coltelli sanfratellani che avrai visto probabilmente erano i miei e quindi ero io al tavolo dell'esposizione...per quanto riguarda il negozio di brolo o naso onestamente non saprei dirti se si trattava dei miei coltelli...bè è sempre un piacere quando qualcuno si interessa al mio lavoro e quindi sono pienamente disponibile per eventuali visite durante la lavorazione alla mia vecchia forgia...per quanto riguarda la mia passione magari parlarne qui si rischierebbe di uscire un pò fuoritema dalla discussione originale...in ogni caso nel mio sito troverete tutte le informazioni principali su di me, della mia passione oltre alle foto di tanti modelli tipici della tradizione siciliana...in ogni caso rimango a vostra completa disposizione per eventuali domande o chiarimenti...per quanto riguarda la lavorazione del corno, io per il lavoro che mi serve per i coltelli di solito lo taglio con un seghetto e poi per raddrizzarlo lo riscaldo (io al fuoco della forgia ma si può fare anche con una semplice fiamma) stando attento a non farlo bruciare e poi visto che a me serve appiattito lo chiudo alla morsa tra due piastre metalliche...se ovviamente servirebbe qualche altra forma bisogna modellarlo quando è caldo e raffreddarlo magari con dell'acqua in modo da fargli mantenere la forma desiderate...anche se c'è da dire che in minima parte il corno in quanto materia animale tende sempre a tornare alla forma originale quindi richiede un lavoro di modellazione abbastanza impegnativo...poi ovviamente tutto varia in base al tipo di corno che usi...
bè vi ringrazio ancora per i vostri complimenti...come vi avevo detto mi aveva contattato milvus, oggi mi ha risposto ad una mail Luca Recupero e mi ha detto con entusiasmo che mi manderà una mail più dettagliata a giorni...
a presto
Antonino Versaci


Risposta Condividi


[103]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[04-04-2009]  
Antonio ti ringrazio per la gentile risposta.
Sono felice di averti incontrato a Frosolone!
Grazie ancora!

Risposta Condividi


[104]   
Da: antonino versaci 
(San Fratello)
  Re: Marranzano, scacciapensieri, 'ngannal...
[06-04-2009]  
Ciao Michele...bè innanzitutto la molatura varia in base a cosa devi affilare ed allo stato dell'oggetto...io di solito per affilare i miei coltelli uso una levigatrice a nastro poichè è molto comoda e molto funzionale (puoi cambiare il nastro in base alla grana della carta abrasiva in base al tipo di lavoro che devi fare)...bè ovviamente la levigatrice è un attrezzo che ha un determinato costo ed ovviamente non è pensabile comprarla solo per riaffilare ogni tanto qualche coltellino...per una riaffilatura "fai da te" puoi passare il coltello sulla carta abrasiva o più semplicemente su qualche pietra adatta di grana non troppo grossa in modo da non lasciarti troppi segni...credo che questa è la soluzione più semplice e sensata per chi non ha pratica con le varie mole elettriche che se sbagli rischi di rovinare la lama...bè poi ovviamente tutto varia in base al materiale da riaffilare, al tipo di attrezzo ed allo stato dello stesso...in ogni caso per andare sul sicuro puoi cercare un buon arrotino (ti ho scritto "buon" perchè ho avuto precedenti poco piacevoli per esperienza personale)...bè se hai bisogno di qualcosa in particolare e posso esserti d'aiuto chiedi pure senza problemi...
grazie ancora a tutti
un saluto
Antonio



Risposta Condividi


[105]   
Da: antonino versaci 
(San Fratello (Me))
  Coltelli San Fratell
[09-04-2009]  
Sabato 11 Aprile 2009 alle ore 14.30 andrà in onda su Rai Uno, all'interno del programma "Effetto Sabato", un servizio su San Fratello (Me) nel quale oltre a parlare dei "Giudei" della Settimana Santa, del cavallo Sanfratellano ci sarà anche una parte dedicata ai coltelli artigianali e alle altre tantissime tradizioni del paese...
tanti auguri di Bona Pasqua
Antonino Versaci
www.coltelliversaci.com


Risposta Condividi