www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 17 Febbraio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Costruttori di organetti
[30-03-2007]  
Cerchiamo di fare un elenco di costruttori di organetto. Inizio con alcune mie notizie e spero nell'apporto di altri.
Fabbriche in Italia
1. ALESSANDRINI F.LLI Via Verdi 83 60022 Castelfidardo Tel e fax 071 782105
2. ALPARIZIO PALMA di Ciarcelluti Mauro 65017 Penne (PE) - via Rossa Guido 12 tel:085 8210213 casadellorganetto@aruba.it
3. ANGELO PICCOLI Via Le Noci, 22/a – 03100 Frosinone tel 0775294364 3393312135 3284188665 3284188674
4. BAFFETTI DINO & C snc Via Sanzio, 51/c - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone: 071 - 7820968 fax: 071 - 7822077 e-mail: baffetti@indi.it
5. BALLONE BURINI LIDO & C. srl Via Camerano 19 60022 Castelfidardo 071 7819841/ 2 fax 071 7819843
6. BELTUNA ACCORDIONS srl Via Pio La torre 7 60022 Castelfidardo 071 7822314 fax 071 7823065
7. BOMPEZZO FISARMONICHE Via Martiri della Libertà, 4 - 60022 Castelfidardo (AN) tel: + 39 - 071 - 7823272 fax: + 39 - 071 – 7808175 E-mail: fisarmoniche@bompezzo.com
8. BORSINI FISARMONICHE SRL via Battisti, 27 - Castelfidardo 071.780032 fax 071.7822226 - E-mail: borsini@indi.it
9. BRANDONI & SONS SAS via Martiri della Libertà, 4 tel. 071.780624 - fax 071.7823272 info@brandoni-accordions.com
10. Cav. DELLA NOCE C.da Specola 30 Bivio Miano – 64040 (TE) tel/fax 0861247178
11. CAV. GIUSEPPE IANNI & FIGLI Via Oberdan, 27 – 64021 Giulianova ( Te) – tel.: +39 085 8003302
12. CEMEX srl Roberto Lucanero v. Sardegna, 1 - 60022 Castelfidardo (AN) tel: 071 7820982 - fax: 071 7820104 www.accordions.com/cemex E-mail: info@excelsior-accordions.it
13. COOPERFISA ( Cooperfisa) Successori Cooperativa Fisarmoniche str. Torino, 133 - 13100 Vercelli (VC) - Italy phone: + 39 - 0161 - 392115 fax: + 39 - 0161 - 391094 e-mail: coop@fcmail.com
14. COSTANTINO PIETRO via Curduma, 7 – 89100 Pellaro (RC) tel.: 0965675522
15. D. & Q. FANTINI Accordions Via IV Novembre, 61 Castelfidardo tel.: 0717822787 fax: 0717825258
16. DE ANGELIS BRUNO Porto S; Giorgio (vicino Fermo) tel.: 0734621526 3339149294
17. DEGA - MORBIDONI ALBERTO ( ) Via IV Novembre, 67 - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone and fax: + 39 - 071 - 780927
18. DI LEONARDO ANTONIO snc Via S. Francesco d'Assisi, 32/36 - 66100 Chieti - Italy tel: + 39 - 0871 - 551231 fax: + 39 - 0871 - 575301 info@dileonardosnc.it
19. EMME ACCORDIONS DI OTTAVIANELLI & PIATANESI Accordion Manufacturer Via IV Novembre,50 60022 Castelfidardo
20. FISARMONICHE FANTINI ( Fantini) Via IV Novembre, 61 - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone and fax: + 39 - 071 - 7822787 e-mail: info@fantiniaccordions.com
21. FISART ( Fisart, Vignoni) di Giancarlo Vignoni & C sas Via Garibaldi, 4/6 - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone and fax: + 39 - 071 - 7822795 e-mail: s.pietrarelli@wnt.it
22. FISITALIA Via Matteotti, 52 - 60022 Castelfidardo tel/fax: 0717824392 www.fisitalia.com fisitalia@tiscalinet.it
23. FRATELLI ALESSANDRINI Via G. Verdi, 83 – 60022 Castelfidardo alessandrini@mercurio.it E-mail: alessand@marcheonline.net tel/fax: 0717821025
24. FRATELLI CASTAGNARI di Sandro Castagnari & C snc Via Risorgimento, 77 - Rione Castelnuovo - 62019 Recanati (MC) Italy phone: + 39 - 071 - 7574294 fax: + 39 - 071 - 7572906 e-mail: castagnari@tin.it
25. GABBANELLI ELIO FISARMONICHE via C. Battisti, 18 – 60022 Castelfidardo (AN) tel/fax: 071780386 elio.gabbanelli@tin.it
26. GABBANELLI UBALDO ( Gabbanelli) Via Cesare Battisti, 12 - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone and fax: 071 - 780386 e-mail: gabbanel@tin.it
27. GIOACCHINI FRANCO ( schwyzerörgeli) Via Manin 35 - 60028 Osimo Scalo (AN) - Italy phone and fax: + 39 - 071 - 7819531
28. GIUSTOZZI ALBERTO 60022 Castelfidardo (AN) - 2, v. Puccini tel: 071 780765 - fax: 071 7824287
29. GIUSTOZZI srl Via Puccini, 2 -60022 Castelfidardo (AN) mail: giustozzi@giustozzi.it info@giustozzi.it www.giustozzi.it/ tel: 071 - 780765 - fax: 071 7824287 giustozzi1@libero.it
30. GUERRINI & FIGLI () Via Rossini, 147 - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone: + 39 - 071 - 7820943 fax: +39 - 071 – 7820906 www.accordions.com/guerrini
31. I.M.C. srl VIA MACERATA, 14 60022 Castelfidardo 071 7823329
32. IANNI Via Oberdan, 27 – Giulianova – Teramo – Itlyphone: +39 085 8003302
33. MARRARA Cardeto (RC) 3382791543
34. MARZIOLI ANTONIO di Marzioli A. & Orsetto N. snc Via dei Fanti, 2 - 60022 Castelfidardo (AN) - Italy phone: 071 - 982144 fax: 071 - 982144
35. MENGASCINI Nello Via Adriatica, 41 – 60022 Castelfidardo (AN) tel. 0717820247 www.accordions.com/mengascini
36. MENGHINI srl ( Scandalli, P. Soprani e Menghini) Via Olivetti, 3/A - 60022 Castelfidardo (AN), - phone: 071 - 7823689 fax: 071 – 7820979 E-mail: menghini@menghini.com - E-mail: menghini@edimail.bnl.it
37. MOBILORGAN INDUSTRY VIA PASTORE 6 60022 Castelfidardo 071780046 ASTUCCI E CUSTODIE
38. NEW TEAM DI FICOSECCO GIANCARLO VIA PESCARA 8 60022 Castelfidardo 071/7821377
39. NOTTURNI Paolo Via dell’Ospedale, 8 62019 Recanati (MC) tel. 0717572062
40. OTTAVIANELLI OVIDIO ACCORDIONS Via IV Novembre, 52 Castelfidardo tel. e fax: 0717206505 abit.: 071780370 info@ottavianelliaccordions.it
41. PASCO ITALIA snc (Soprani, Moreschi) Via C. Battisti, 57; phone/fax: 071 - 7820194 /exposition: Via Rossini, 115 phone/fax: +39 - 071 - 7821615 60022 Castelfidardo (AN) - Italy e-mail: pascoita@indi.it
42. PIATANESI ACCORDIONS via IV Novembre, 48/50 – Castelfidardo 071.780056 E-mail: piatane@tekpro.it
43. PIGINI srl Via Marx 127 60022 Castelfidardo 071 7820301 fax 071 7823010 E-mail: pigini@tin.it
44. POLVERINI GM ( Polverini, Ficosecco) Zona Ind.le S.M. in Potenza - 62017 Porto Recanati (MC), - tel. 071 - 7591727 fax: 071 - 9798194
45. REGINA ACCORDEONS Via della Resistenza, 1 – 60022 Castelfidardo (AN) tel. 0717820593 www.accordions.com/regina regina.accordions@tiscalinet.it
46. ROMANO CIRULLI Roma - tel. 068551382 cell. 3396747835
47. ROSCIANI Gianfranco Via Soprani 14 60022 Castelfidardo 071 78731 - 071.7808115
48. ROSSINI ALVARO VIA IV NOVEMBRE 56 60022 Castelfidardo 071/78810 49. RUGGERI Umberto Villa Schiavoni – Nepezzano - Teramo – tel. 0861558537
50. S.E.M. S.p.a. SOCIETA' EUROPEA MUSICALE Accordion Manufacturer Via Squartabue 62019 Recanati
51. SCELZODIATONICI di Giuseppe Scelzo via Onfante, 3 – 85050 Brienza (PZ) tel. e fax: 0975381446 scelzodiatonici@tiscalinet.it
52. SERENELLINI snc Via Brecce,52 - 60025 Loreto e-mail: serenel@indi.it tel/fax: 071978172
53. TOMBOLINI Emilio & Figlio Via Bassi 26 60022 Castelfidardo 071 780972 fabbr. fis.
54. VICTORIA Accordions srl Via IV novembre 61 60022 Castelfidardo 071 780004 fax 071 7822593 E-mail:victoria@indi.it
55. VUEMME accordions Via Manzoni 34 60022 Castelfidardo Tel e fax 071 780509 ) E-mail: vuemme@indi.it
56. ZERO SETTE 1 srl Via Maestri del Lavoro ,15 - 60022 Castelfidardo (AN) – tel: 071 7822844 – fax: 0717822845 E-mail: zero7@imar.net


Risposta Condividi


[91]   
Da: Alfonso 
(Grande Lucania)
  Re: Costruttori di organetti
[14-05-2008]  
Pinooooo, ci sei ?

Risposta Condividi


[92]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[14-05-2008]  
Ci sono, ci sono.
Che te manca Alfo' ?

Risposta Condividi


[93]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[15-05-2008]  
Quella che vedete è una bellissima fisarmonica a bottoni detta cromatica (però anche quella con tastiera pianoforte ha caratteristiche cromatiche).
Il termine "cromatica", per indicare una fisarmonica, fu usato per la prima volta quando, nell'evoluzione dell'organetto (che in realtà si chiamava, e ancora si chiama, fisarmonica diatonica), si costruì il primo strumento di quel tipo con tutte le dodici note dell'ottava disponibili e con i bottoni unitonici (ovvero che davano la stessa nota sia in apertura che in chiusura di mantice). Questo strumento aveva le tastiere a tre file di bottoni poi, per rendere lo strumento più performante, furono aggiunte altre due file di bottoni portando lo standard a cinque file. Questo non vuol dire che sono state aggiunte altre note, ma che le due file in più sono ripetizioni delle prime due, ovvero pigiando un tasto qualsiasi delle due file più esterne si abbasserà automaticamente anche un tasto delle due file interne; questo consente di eseguire un brano sempre con la stessa identica diteggiatira in qualsivoglia tonalità (scusate se è poco).
In seguito, a cavallo del passaggio di secolo (1800-1900), su insistente richiesta di suonatori di pianoforte, furono messe in produzione le fisarmoniche con tastiera tipo pianoforte che, per distinguerle dalle prime, si chiamarono, da allora, "fisarmoniche a piano" mentre quelle con tastiera a bottoni conservarono il nome di "Fisarmoniche cromatiche".

Lo strumento della foto è di fabbricazione tedesca degli anni '60 di un artigiano di nome Kurth, ormai defunto.
Questi, conscio del fatto che in tutto il mondo le fisarmoniche italiane erano le più richieste, pensò bene di cambiare il nome del suo marchio in "Curtini" poi, visto che lo strumento era di ottima fattura e quindi richiesto e non potendo soddisfare le numerose richieste del mercato, prese contatti con la ditta italiana "Castagnari", della quale già conosceva lo standard qualitativo, commissionandogli la fornitura di fisarmoniche che lui avrebbe poi venduto con il marchio "Curtini".
Purtroppo Kurth morì prima di perfezionare l'accordo e la fisarmonica della foto è un rarissimo esemplare di quell'artigiano.






Risposta Condividi


[94]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[15-05-2008]  
Negli anni '50 ci fu il boom della fisarmonica e Castelfidardo pullulava di artigiani grandi e piccoli che le costruivano.
Molti non mettevano il marchio o il nome ma solo l'indicazione del paese, convinti, a ragione, del fatto che già la provenienza "Castelfidardo" era una garanzia, riconosciuta a livello mondiale, della qualità dello strumento.

La foto ritrae una fisarmonica modello studio di un artigiano ignoto degli anni '50. La custodia, nella tipica forma di quegli anni, è di legno.
Una curiosità: il bambino che iniziò gli studi musicali con questo strumento, divenne poi un ottimo pianista.






Risposta Condividi


[95]   
Da: luigi 
(cerchiara/bologna)
  Re: Costruttori di organetti
[15-05-2008]  
Ciao Pino
volevo chiederti una informazione, io ho una fisarmonica a piano 96 bassi con circa 15 anni di età, da pochi giorni mi sono accorto mio malgrado che il do basso e di conseguenza il la minore in chiusura mantice produce un suono accompagnato da una vibrazione molto fastidiosa direi che è quasi stonato. Penso che sia un problema di qualcosa legato alle ance...Ma in apertura mantice non riscontro questo fastido...
Tu cosa ne pensi, e mica conosci qualcuno a bologna e dintorni che possa aiutarmi? (avrei lo stesso problema con l'organetto che avevo comprato...non so se ti ricordi)....
Poi volevo chiederti un ultima cosa, avresti qualche consigli da darmi su un metodo o cose similari per impare l'organetto a 2 bassi... al momento riesco a fare qualche tarantella delle mie parti ma solo ad orecchio...
Se mai fossi andato fuori tema rispetto l'argomento , chiedo venia anticipatamente e espierò le mie colpe...
ciao e grazie

Risposta Condividi


[96]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[15-05-2008]  
Ciao Luigi,
a parte che per espiare eventuali colpe occorrono innumerevoli bicchieri di vino, il problema alla fisarmonica credo sia dovuto al fatto che l'ancia che rumoreggia, essendo una nota grave e quindi con delle oscillazioni molto ampie, potrebbe urtare nella cornice del telaio del mantice o nella prima spira del mantice, oppure in qualche cosa che è andato fuori posto, magari considerando che si possa essere spostata un po la piastrina su cui l'ancia è montata (le piastrine sono fissate con un impasto di pece e cera d'api che con il tempo si può essiccare allentando la presa).
Il fatto che il problema ti si presenta solo in fase di chiusura e spiegato dal fatto che l'ancia che produce il suono in apertura è posizionata circa due millimetri più distante dal telaio del mantice, per cui smontando quest'ultimo dovresti avere facilmente accesso alla fonte del problema.
Se hai un po di manualità, dovresti, con l'aiuto di una pinza, togliere i chiodi che fissano il mantice dalla parte dei bassi, staccare il mantice e fare un esame visivo dell'interno che forse ti può far individuare l'inconveniente.
La stessa cosa potrebbe essere successa all'organetto; anzi generalmente negli organetti a due bassi, che non hanno beneficiato della stessa cura in fase di costruzione delle fisarmoniche, succede spesso che qualche minuscolo truciolo di legno veda ad interferire con il movimento delle ance stesse.
Se ti dovessi accorgere che un'ancia si sia incastrata ad opera di un truciolo o altro, per riportarla alla normalità puoi sbloccarla con l'ausilio di uno stecchino da denti e mai con un qualsiasi attrezzo metallico; puoi rischiare di scordare l'ancia stessa.
Riparatori di fisarmoniche non ne conosco a Bologna, mentre ne puoi trovare sicuramente a Castelfidardo.
Riguardo ai consigli da dare sull'apprendimento dell'organetto ci sono molte filosofie di pensiero.
Se sei orientato verso un repertorio tradizionale, penso che la strada migliore, anche se la più faticosa, sia quella dell'apprendimento ad orecchio; per il fatto che la musica popolare difficilmente la troverai trascritta in partiture musicali.
Questo ti renderà subito indipendente da qualsiasi insegnante. Sul web puoi trovare molte intavolature per organetto ed inoltre indicazioni su dove trovare dei metodi corredati di CD audio (vedi Giuliano Cameli, Riccardo Tesi, Grigioni, Mario Carboni, Angelo Piccoli, e sui siti francesi ne trovi molti tra cui CADB).

Per concludere, anche se questo è l'argomento dei costruttori di fisarmoniche, credo che sia giusto anche trattare l'argomento che hai sollevato.
Spero in futuro di poter esserti di maggiore aiuto.
Pino

Risposta Condividi


[97]   
Da: luigi 
  Re: Costruttori di organetti
[15-05-2008]  
Anche nell'espiazione delle colpe hai sempre il consiglio giusto.... direi che il vino è un ottimo rimedio per tutte le colpe...ma solo se bevuto in compagnia....
Scherzi a parte e non rispetto al vino grazie tante sei sempre prodigo di consigli e con tanta pazienza e alla fine dici anche "Spero in futuro di poter esserti di maggiore aiuto"... di più di quello che hai fatto...
solo attraverso i tuoi consigli sono riuscito a comprare un organetto che mi dà grandi soddisfazioni, l'unico peccato è che questi consigli dati via etere sono preziosissimi ma leggermente sterili...quando sarebbe bella un chiazza reale come questa con vino e musica....
grazie

Risposta Condividi


[98]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[16-05-2008]  
A Lui',
solo le montagne (pare) non s'incontrano mai.
Chissà....
Ciao
Pino

Risposta Condividi


[99]   
Da: luigi 
(cerchiara/bologna)
  Re: Costruttori di organetti
[23-05-2008]  
Ciao Pino,
ti devo una bottiglia di vino...un rosè del Pollino spremuto a crudo direi....
organetto e fisarmonica rimessi a posto... anche se con qualche acciacco adesso non si sente più niente vibrare...
Però sia nella fisa c'è una lamella di ancia rotta, invece nell'organetto c'è un lamella rotta e manca una pellicina che copre una lamella....
pazienza vintage è meglio...

ciao e grazie infinite

Risposta Condividi


[100]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[23-05-2008]  
A Lui',
per le ance rotte devi assolutamente andare da un riparatore specializzato (anche se io riuscii a ricostruirne due, e poi ad accordarle, utilizzando la molla di acciaio armonico di una vecchia sveglia. ma ci impiegai una settimana), mentre per la pellicina potresti risolvere da solo ricostruendola con una strisciolina di pelle ed un po' di bostik.
Per l'obolo in vino del Pollino non potrò rinunciarci. Tienti pronto !
Ciao
Pino

Risposta Condividi


[101]   
Da: alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di organetti
[28-05-2008]  
a Pì, arifatti gli occhi, guarda Tiziano cosa ti manda, Benjamin
virtual diatinic, sistema midi integrato per 8 bassi,






e auspica di vederti imbracciare una cosa del genere, pure per darti una rinnovata..

Risposta Condividi


[102]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di organetti
[29-05-2008]  
Certo che per imparare a suonare un attrezzo del genere bisogna essere degli esperti informatici, altrimenti si corre il rischio di diventare vecchi.
Comunque già da alcuni anni, circa venti, esistono i kit di trasformazione per rendere le fisarmoniche, ed anche gli organetti, strumenti midi. Inoltre con il kit si poteva spostare elettronicamente la tonalità dello strumento (ovviando finalmente ad uno dei limiti più fastidiosi dell'organetto) per adattarlo alle voci o ad altri strumenti.
C'era però l'inconveniente che, volendo suonare elettronicamente in una tonalità diversa da quella "nativa" dello strumento,
si doveva assolutamente indossare la cuffia per sentire solo quel suono elettronico e quindi non essere disturbati dalle ance che continuavano invece a produrre il suono originario dello strumento (non sentito però dal pubblico perché l'amplificazione agiva solo sul segnale elettronico); per cui, in seguito, gli organetti che erano desinati ad "ospitare" il marchingegno midi, venivano dotati di registri che potevano "zittire" tutte le ance.

Una nota ditta italiana ha in produzione da molti anni una "diatonica vuota", ovvero senza ance, che produce i suoni solo per mezzo di apparecchiature elettroniche con tecnica digitale. Inoltre, collegando a questo strumento un campionatore di suoni, si possono ottenere timbriche infinite. Il sistema però presenta due incovenienti: il prezzo elevato di tutto quel che serve per suonare ed il fatto che, ovunque ti trovi, hai sempre bisogno di un filo per la corrente.
Infine uno strumento di questo tipo è generalmente appetibile solo da chi, con l'organetto, vuole suonare un repertorio rigorosamente da ballo di sala.

Una Indiscrezione:
all'inizio degli anni ottanta, anch'io suonavo spesso repertorio da ballo e pertanto già avevo avvertito la necessità di cambiare spesso la tonalità delle esecuzioni e, visto che sul mercato ancora nessuno aveva pensato ad un organetto elettronico, ne iniziai la costruzione utilizzando lo schema elettrico di un organo elettronico pubblicato su una rivista specializzata. Quindi costruii uno strumento senza ance e il relativo circuito elettronico con, oltre gli usuali effetti di un organo, l'aggiunta di dodici pulsanti che mi avrebbero permesso, in qualsiasi momento, di spostare la tonalità della scala.
Realizzai il meccanismo dell'effetto mantice e tutto funzionava. Quindi passai al montaggio del meccanismo dei bassi ma quì incappai in tante di quelle difficoltà ed insuccessi che un bel giorno (erano già due anni che ci trafficavo), preso dallo sconforto, buttai via il tutto.
Dopo circa due anni apparvero gli organetti midi, ma io nel frattempo, fortunatamente, cambiai interesse di repertorio e perciò non me ne occupai più.

Ad onor del vero, sapere che si producono organetti elettronici mi fa grande piacere perché questo significa che il mondo musicale ha finalmente restituito, al nostro amato strumento, una certa pari dignità con la sorella maggiore "la fisarmonica cromatica".

Risposta Condividi


[103]   
Da: alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di organetti
[30-05-2008]  
caro Pino, sul 4 bassi improvvisamente mi si è decisamente scordata una nota del canto, tu pensi che io possa tentare di metterci le mani ? non potremmo sotto la tua guida tentare un esperimento di teleaccordaura ?

Risposta Condividi


[104]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di organetti
[02-06-2008]  
caro Pino, nel frattempo che ti dai una sveglia ho pensato di fare, come lo chiami tu, un esame visivo in diretta..

ho tolto i 4 chiodi e aperto la scatola del canto, vedo due file parallele di ance contrapposte e parallele al piano + una fila centrale ortogonale al piano,

la nota stonata corriposnde alla 6 ^ ancia contando dal basso, guardandola bene non mi sembra che abbia qualcosa di diverso dalle altre,

però pensandoci bene queste che vedo dovrebbero essere le ance che funzionano in apertura, invece la nota scordata è quella in chiusura, allora quelle che funzionano in chiusura dovrebbero essere sul lato opposto ? quindi per vederle devo smontare il pacco di ance ?

mi astengo perchè vedo che il pacco è mantenuto da una vite ma sembra saldato al fondo con della cera, aspetto lumi..

Risposta Condividi


[105]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di organetti
[12-06-2008]  
perepè perepè perepèèèèèè peeeeeee!!! il mio nuovo organetto, 4 bassi, kg 2,1







Risposta Condividi