www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 22 Settembre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
( )
  Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2007]  
è lanciata una nuova tenzone, queste le regole:

1) il componimento deve essere in rima e metrica
2) è consentito l'uso di ogni metrica
3) la risposta deve essere pertinente
4) è consentito ogni dialetto, lingua, idioma
5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce
7) i componimenti che contengano trasgressioni alle regole verranno cancellati

ps: questo nuovo topic inizia con l'ultimo componimento postato nel vecchio topic.



Risposta Condividi


[991]   
Da: Damiano 
(Martina Franca TA)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[13-03-2009]  
La donna è come la castagna,
fuori c'è la buccia, dentro la magagna!

Risposta Condividi


[992]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[13-03-2009]  
Ma quelli che ce l'hanno nun se lagna.
Quello che scrisse donna scrisse danno,
se dice "co' la donna 'n se guadagna".
Ma chi donna nun ha, la va cercanno.

Risposta Condividi


[993]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano (Rm))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-03-2009]  

La donna può curarti ogni malanno,
la preferisco all'uomo, in ogni caso,
sia quando fa la parte del tiranno,
o se, semplicemente, storce il naso.
Se fosse del partito di Alemanno
allora fuggirei come un evaso.
Col "mattarello" qualche seccatura,
col "manganello" invece dittatura.

Peppino di Rosa

Risposta Condividi


[994]   
Da: Giampiero de ru Saccu 
(Cittareale - Roma)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-03-2009]  
Guardiamo indietro, alla letteratura
e potremmo farcene un'idea
Don Chisciotte combattè addirittura
contr'ai mulini, per la Sua Dulcinea.
Francesca con Dante che dolce figura
mentre Paolo vicino lì...... piangea
questo per far capir che noi in fondo
saremo sempre... l'ltra metà del mondo.

Risposta Condividi


[995]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-03-2009]  
Giampiero, tu che rimi a tutto tondo,
e del poeta hai la rima giusta
tu che ne pensi del bel rotondo
che delle donne appare a prima vista
soprattutto se fanno gitrotondo
mentre che ballano in piazza o sulla pista
non trovi che sia un bel piacere
delle donne rimirare il sedere?

Risposta Condividi


[996]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-03-2009]  
Ma nun me pare giusto ritenere
la donna bella solo pe' le forme.
Ed anche tu, lo so, lo poi vedere
che ci'hanno un viso cor cervello enorme.;
tant'è che ce riggirano a piacere,
e questo già rientra nelle norme.
La donna, questo io lo deduco,
nun è la ciccia che sta 'ntorno a 'n buco.

Risposta Condividi


[997]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano (Rm))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-03-2009]  

Adesso canterò "fior di sambuco",
come cantava lo sornellatore,
sperando che l'ottava che produco,
possa piacere a tutte le signore.
Le bacio piano piano e le conduco
in una stanza dove far l'amore.
Una alla volta con delicatezza,
andando ed espugnare ogni "fortezza".

Peppino di Rosa

Risposta Condividi


[998]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-03-2009]  
Me pare dura questa tua certezza,
de fanne tante pur con far cortese.
Seconno me er vin te da l'ebbrezza
e una te riesce, dico, ar mese;
per cui avrai senzartro l'accortezza
de sfruttallo bene quell'arnese.
Te devi accontenta', si questo avviene,
specie quanno che te vie' fatta bene.

Risposta Condividi


[999]   
Da: Giampiero de ru saccu 
(Roma - Cittareale)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-03-2009]  
Per amore si soffron certe pene....
l'uomo all'inizio della sua carriera
tenta da solo... e lì va tutto bene
poi quando mette al mento la criniera
è l'ora di calcar ben altre scene
è l'ora di scavar nella miniera
e lì comincia il quotidiano impegno
che per la vita sarà conquistà il regno.

Risposta Condividi


[1000]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-03-2009]  
Gravato son da oneroso impegno
di risponne a questi sommi vati
e se sbaglierò pagherò pegno
con cibi e vini prelibati
e non voglio suscità lo sdegno
di quelli che fin qui sono arrivati
no saran versi che fanno scintille
ma ammici miei, siamo arrivati a 1000

Risposta Condividi


[1001]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-03-2009]  
L'ottave sono come son l'anguille,
che quanno sei convinto de tenelle,
t'accorgi 'nvece quanto sono arzille.
Le rime sono anel di catenelle
che pare se ne stiano tranquille
e alla fine quarche d'uno eccelle.
A mille avemo messo 'n bello cippo,
ma l'ha scoperto solo PierFilippo.

Risposta Condividi


[1002]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano (Rm))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-03-2009]  

Mille "strofette" senza alcun inghippo;
i "post" sono stati almeno mille.
Senza il ricorso al furto od allo scippo:
ottave che facevano faville.
Più dell'accedisigarette "Zippo",
che fa la fiamma dopo le scintille.
Però Pontuali lascia per dispetto,
al "milleuno" un verso da sgambetto.

Peppino di Rosa

Risposta Condividi


[1003]   
Da: Damiano 
(Martina Franca TA)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-03-2009]  
Tanda salòte da à luntene Pogghie,
jè pore ve salote da luntène.
Jé vu deche: na pegghiete muogghie
ca chiedde suò na masse de ruffiene.
N'empapucchièscene p'a cose sott'u veddéche
(u sapete totte, miegghie ca nung'ù deche),
e pe jesse miegghie accuncertete
n'à tené nè seroche e nè canète.



Risposta Condividi


[1004]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano (Rm))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-03-2009]  

Damiano il "comunista" nella "rete",
irrompe usando il verso dialettale.
la lingua è più affilata del "machete"
e la sua rima, a volte, è micidiale.
Sulle donne però fa come il prete
predica bene razzolando male.
Quel che scrive, lo pensa veramente
o vuol far confusione nell'ambiente?

Peppino di Rosa

Risposta Condividi


[1005]   
Da: prostornello 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-03-2009]  
Me pare molto bello, veramente,
lo stornello postato da Pontuali
ar sedici de marzo anno corrente.
Me sembreno otto versi origginali
fatti de core , intelliggentemente,
non solo pe’ fà rime ‘n pò banali.
Approfitto che oggi è San Giuseppe
pe’ fà l’auguri a lui (e a tutti i Peppe).


Risposta Condividi