www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 16 Settembre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
( )
  Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2007]  
è lanciata una nuova tenzone, queste le regole:

1) il componimento deve essere in rima e metrica
2) è consentito l'uso di ogni metrica
3) la risposta deve essere pertinente
4) è consentito ogni dialetto, lingua, idioma
5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce
7) i componimenti che contengano trasgressioni alle regole verranno cancellati

ps: questo nuovo topic inizia con l'ultimo componimento postato nel vecchio topic.



Risposta Condividi


[901]   
Da: Giampiero de ru Saccu 
(Roma - Cittareale)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[15-01-2009]  
Caro Peppino chi l'avrebbe detto
eppure ieri sera i saltarelli
ben li ballavi: da vero provetto
accompagnato al suon di tamburelli.
Alla quadriglia, senza alcun difetto
partecipasti in quei momenti belli.
Per nulla mi sembravi esse a disag(g)io
Comunque grazie ancora pel passaggio.

Risposta Condividi


[902]   
Da: Tiziano 
(Ostia)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-01-2009]  
Caro Peppino, come ti avevo detto
son qui che leggo il tuo sonetto,
l'influenza è una str...ana malattia
che in una settimana la mandi via
ma se la curi, quando a casa torni,
allora passerà in sette giorni.
Questo per dirti quanto vale
prendere aspirina o antivirale,
io ti prescrivo un frequente uso
di impacchi di gnocca sopra il muso,
sembra da Dio creata apposta,
e sarà sempre meglio di infilarsi una supposta.


Risposta Condividi


[903]   
Da: Damiano 
(Martina Franca TA)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-01-2009]  
Jauelì uelì uelà,
m'à venote a fréve
e quanne cazze m'à passà!

M'i fatte cuchète sette giorne,
Maruonne cià latorne, Maruonne cià latorne,
Maruonne cià latorne e cià cazze de lamìnte,
jende a chèpe tenève le serpinte!

M'ì lesciote totte i lévre
pe sta cazze de freve, pe sta cazze de freve,
m'ì sentote totte i déschie
pecciè assé de chese jere nu réschie.

Mamme me dève ponnule da duò e da dè,
m'i stète cuchete da minzaregghie alle tre,
m'ì fatte pe m'azà nzegne alle quatte,
m'ì scé cuchete arrète pecciè me sendève sfatte!

Ma cià cuolpe tienghe jegghie,
c'ì 'vote 'u sciammurre pe totte a regghie,
ì fatte truonere e sajitt,
e me n'ì sciòt sop'a alfonsotoscano.it!


Risposta Condividi


[904]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-01-2009]  
La gnocca ce la vuole molto tosta
e da applicare al muso un po' caldetta
e a chi mi chiese detti la risposta
che per l'età era meglio giovinetta
ma ormai a questa età, caro ci costa
almeno un regalino, una cenetta
dobbiamo accontentarci al momento
di quello che ormai passa il convento.






Risposta Condividi


[905]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-01-2009]  
Ora che sono un pò più attento
mi ricordo che mi disse uno speziale
che l'influenza o anche un mancamento
si cura anche senza l'ospedale
l'importante è applicare sul momento
un bello e sodo marchingegno anale:
sostituisce in maniera efficace
se a qualcuno la gnocca non gli piace

Risposta Condividi


[906]   
Da: Damiano 
(Martina Franca TA)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-01-2009]  
E come il fuoco scintilla nella legna
così scintillo io dentro la tua *****


..................................................................
* nota dell'amministratore:
mi sono permesso di censurare anche perchè si capisce ugualmente..

Risposta Condividi


[907]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-01-2009]  
Damià, non te ne passare.
le regole sono che non si può essere
volgarmente espliciti.
Io lo riscriverei così:

Il calore necessario all'applicazione
per ottenere l'effetto auspicato
non può essere preso dal termosifone
nè da un braciere infuocato
bisogna piano piano, con attenzione
raggiungere il caloroso stato
e come la legna che brucia sul fuoco
riscaldar la gnocca devi a poco a poco

Risposta Condividi


[908]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
Quarcuno po' penza' che so' bizzoco,
o che faccio 'na vita monacale;
ma rieccome ancora ne 'sto loco,
'n do' la gnocca è l'alito vitale.
Se Tiziano, che 'n è medico da poco,
la prescrive come cura d'ogni male,
ed'è mejo, so' sicuro, 'sta ricetta
de quarsivoja acqua benedetta.

Risposta Condividi


[909]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
Grande maestro, e dico poco,
ben tornato alla nostra tenzone
a rimare con noi in questo loco
sempre con grande arguzia ed devozione
ma il tuo dire sembra un poco roco
forse hai bisogno di qualche applicazione
di quella calda gnocca anzidetta
che io, dalle mie piarti, chiamo ciuetta.


Risposta Condividi


[910]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
Al caro PierFilippo dico: aspetta,
che te racconto quer che m'è successo.
Io stavo camminanno in tutta fretta,
'ché ero raffreddato, lo confesso;
la vidi pedalare in bicicletta
senza mutanne, e io je corsi appresso.
Solo all'idea d'esse' quer sellino
me passò tutto e me sentii benino.

Risposta Condividi


[911]   
Da: curalibbera 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
Ma st’amministratore è n’aguzzino
Damiano stà nel letto co’ la frebbe,
Tizziano, ch’è ‘n dottore sopraffino,
j’ha detto quale cura ce vorebbe
e lui je vò dà retta, poverino,
e dice le scintille che farebbe.
Ma ecco ch’er Censore s’arza e inzegna:
Vabbene cazzi e gnocche e no la fregna!


Risposta Condividi


[912]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
Non vojo fare quello che si impegna
a mette veti oppure a rimarcare
è solo che la satira ci insegna
che è mejo fa capì, che esplicitare
io credo che nessuno poi si indegna
se il termine usato è un pò triviale
è solo che è più comico accennare
invece che apertamente declamare.

Risposta Condividi


[913]   
Da: Parulana 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
AHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!
Scusate cari, sò MonacaPregna,
scusate se ridacchio squacquarata
io forse del convento non son degna
ma non può soffocare la risata
chi un sapido stornello non disdegna
e "curalibberà" me l'ha strappata!
Possa Damian guarir tra le scintille
di passere acchiapparne cento e mille!




Risposta Condividi


[914]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca (TA))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
Ma cià cuolpe tienghe jegghie
d'i puttanète ca sparète voggue,
'a ****** jè pruoprete 'u miegghie,
'u sepe 'u marete pe la muogghie,
a sère 'ndu litte le desce: 'U pegghie?
C'u vu u zeppe duolce te l'annogue,
te 'nnogue u cucomere all'acete
ca te scazzechesce l'appetète.

Risposta Condividi


[915]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca (TA))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[20-01-2009]  
M'avete fatto pisciare dalle risate, maledetti!




Risposta Condividi