www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Martedi 23 Ottobre 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Anselmo 
(Teggiano)
  Cos'è la musica popolare?
[24-05-2007]  
ascoltando e leggendo un po in giro, a volte mi sorge il dubbio di non aver compreso cosa è la Musica popolare. la discussione che voglio aprire parte dalla semplice domanda : "cos'è la musica popolare?

Risposta Condividi


[76]   
Da: Calabria Logos 
(Cosenza)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[06-06-2007]  
< Comunque sia per quel che mi riguarda non sono interessata ai discorsi di chi si erge a studioso ...>

Il sottoscritto non è interessato agli interventi di chi si atteggia ad esperta senza aver alcun titolo , nè arte e nè parte ... interventi che si limitano ad essere distruttivi ed esibizionistici e ... soprattutto ... il sottoscritto non è interessato agli interventi di chi si CONTRADDICE ... e ci sono le prove visibili !!

Il sottoscritto non è interessato ai commenti di chi prima spara contro i falsi baroni della tradizione e poi va a braccetto con quelli veri.

Il sottoscritto non è interessato ai giudizi degli IGNORANTI. Una che dice che i CL fanno musica folk è solo una ignorante (stavolta lo scrivo in minuscola perchè la maiuscola le dà troppo importanza).

"Arbiru" è il primo brano che ho inserito nella pagina di Myspace. Invito tutti ad ascoltarlo ... e poi mi direte se è folk .....

www.myspace.com/calabrialogos

Le cose che si dicono vanno dimostrate ... ma già, lei è una che non deve dimostrare niente ... troppo comodo .... !!!

P.S. Non sono per niente incazzato. Con te non ne vale la pena!





Risposta Condividi


[77]   
Da: Luca 
  Re: Cos'è la musica popolare?
[07-06-2007]  
Ngul! e si stiv ncazzat ca le riciv a stà figliol

Risposta Condividi


[78]   
Da: Luca 
  Re: Cos'è la musica popolare?
[07-06-2007]  
Sù ragazzi abbassiamo i toni...

Risposta Condividi


[79]   
Da: betsabea 
  Re: Cos'è la musica popolare?
[07-06-2007]  
Devo proprio?? mi stavo così divertendo!! dai un altro pochino!!

CL io non ho mai detto di essere colta come te! stai scherzando? non oserei mai!! tu sei il mio Mentore! io ho letto tutte le tue pubblicazioni! qualcuno pensa che tu abbia stuprato la nostra musica tradizionale?! e chi è il fellone? ma allora io ti difenderò! farò apposta un altro comitato (interno- lo chiameremo "il comitatino")..

Io ho seguito tutto il tuo lavoro, anzi guarda in quanto ai tuoi "Titoli" ricordiamo pure questa perla:

http://www.youtube.com/watch?v=IgvCsRN4EJ8

Sai caro... il fatto di non saper scrivere un grande romanzo non significa non riuscire a capire la differenza tra un Dostoevskij e un Federico Moccia... e non è che se non suono la tromba non riesco ad apprezzare Miles Davis vs. il mio vicino di casa...
Io se le cose non le so fare, non le faccio, le lascio fare agli altri (e questo è un merito credimi) ma ciò non toglie che so benissimo cosa mi piace e cosa no..

Quindi ribadisco il diritto che anche noi "poveri ignoranti" della musica popolare abbiamo ad esprimere giudizi circa quello che ascoltiamo/vediamo in giro... te l'ho già spiegato se TU sali su un palco, IO spettatore ho diritto ad applaudirti o a fischiarti.. e se non accetti questo, se non accetti che si contraddica il tuo "sommo sapere" sull'argomento Tradizione.. allora... allora lo vedi che c'ho ragione io sui calabresi!?

Comunque lascia stare, non la spunti, e sai perchè? perchè la differenza tra me e te è che tu cerchi consensi sempre e comunque, a me invece non interessa piacere, soprattutto a quelli come te...


Alfò facce no stornello a noi due e a questa storia dai!!



Risposta Condividi


[80]   
Da: Calabria Logos 
(Cosenza)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[07-06-2007]  
Se vuoi l'ultima parola te la lascio!

Resta sempre il fatto che tu hai male inteso il lavoro di CL.

Come ascoltatore hai diritto ad esprimerti ... come parte in causa io ho diritto alla replica!
Tu hai detto che noi facciamo solo folk ... io questo lo smentisco e te lo dimostro con gli esempi musicali.

Io non ho stuprato nessuna musica tradizionale perchè ho sempre dichiarato di non fare musica tradizionale. Rimango ad ascoltare a bocca aperta chi la fa (per la verità sono talmente pochi ....!!!!).
Quando suono io faccio dell'altro.

Non eri tu a dire pochi post addietro che l'importante è avere la consapevolezza di quello che si fa e l'onestà di dirlo? Per il tuo Castagna questo e valido e per gli altri no ?

Come vedete ora sono abbastanza pacato. Ma non serve con una che ha la litigiosità nel sangue. E poi il calabrese testardo ed indomabile sarei io !!! Alla faccia del bicarbonato di sodio !!!!!



Risposta Condividi


[81]   
Da: Calabria Logos 
(Cosenza)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[07-06-2007]  
Terraterra scrive:

<Fino ad oggi il mio criterio, terra terra, è stato: mi piace perchè: è ben suonato, ben cantato, mi commuove, mi eccita, mi illanguidisce, mi ricorda..... e via di seguito>

Caro Terraterra il consiglio che ti dò io è quello di continuare ad adottare questi criteri indipendentemente dalle analisi estetiche-etno-musicologiche.
Sono criteri universali validi anche e soprattutto per la musica popolare.
Successivamente cerca di applicarli a livello inter-culturale nella speranza che possano valere per tutti gli uomini e tutte le culture.
La musica popolare è simbolica e di conseguenza il suo studio non deve essere rivolto ad una mera successione di suoni ma all'analisi della musica come comportamento umano.

Se un brano non è ben suonato però ti commuove cerca di analizzare il comportamento del suonatore e la sua creatività in relazione alla musica.
Se la musica popolare che ascolti eccita te e contemporaneamente tutte le persone che ti stanno intorno allora vuol dire che quella musica, accettata e condivisa dalla collettività, va analizzata come fatto culturale che si aggiunge all'origine biologica della sua funzione!

Di definizioni ne possiamo inventare una al minuto ma tu non perdere di vista il tuo criterio "terra terra".








Risposta Condividi


[82]   
Da:  
  Re: Cos'è la musica popolare?
[17-07-2007]  
Hola,

eses definiciones ochocientesque "identidad y cultura de un pueblo" me parecen muy peligroses: prefiero hablar menos de identidad que de rasgos, cuyos indescifrable y sigilosa suma no puede ser clarificada.
Màs interesante seria desenrollar esos rasgos: al final pueblo es una invencion de tradicion!

Risposta Condividi


[83]   
Da: Luke O'Taleban 
(Irlanda)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[17-07-2007]  
mmm....en el tuo entendimiento pueblo es una invencion de la tradicion....o un invencion tradicional?
perdona mis espanol,es mas,espanolos.


Risposta Condividi


[84]   
Da: Avvocatista 
(Lucania)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[18-07-2007]  
Caro amico, scrivo in italiano dal momento che sono convinto che comprendi la nostra lingua.

Tu dici:

"eses definiciones ochocientesque "identidad y cultura de un pueblo" me parecen muy peligroses: prefiero hablar menos de identidad que de rasgos, cuyos indescifrable y sigilosa suma no puede ser clarificada."

Hai ragione, ma quando io parlo di "popolo", non mi riferisco al "popolo italiano" al "popolo cubano" al "popolo boliviano" ecc.. che, concordo con te, sono definizioni politologicamente insensate.

Lo sanno bene i martiri del Risorgimento italiano che sono morti proprio perché credevano nell'esistenza di un Popolo italiano (Pisacane, Bandiera, ed altri) che non esiste. Così come lo sanno i martiri delle tante rivoluzioni sudamericane.

Io parlo di "popolo" riferendomi alla sua accezione antropologica e demologica, ossia, riferita ad un contesto territoriale, sociale, temporale e culturale molto ristretto.

Risposta Condividi


[85]   
Da:  
  Re: Cos'è la musica popolare?
[25-07-2007]  
Gessù !

Risposta Condividi


[86]   
Da: Avvocatista 
(Lucania)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[25-07-2007]  
Toh, quarda che ho trovato Etere. Uno stornello delle tue parti ;)

A proposito, ma nd'ò se balla la sartarella dalle parti tuje.
Certo non a Spello.

Lu benedico lu fiore di nocchja
mittite 'n campanacciu e fa' da vacca
che a te tantu maritu nun te tocca
te tocca 'n accidenti che te spacca.

Risposta Condividi


[87]   
Da: betsabea 
  Re: Cos'è la musica popolare?
[25-07-2007]  
Avvocatì tu abusi dei tuoi poteri!!

; )

Risposta Condividi


[88]   
Da:  
  Re: Cos'è la musica popolare?
[19-08-2007]  
Chissà chi lo sa ?!

Risposta Condividi


[89]   
Da: Guglielmo 
(Pozzuoli)
  Re: Cos'è la musica popolare?
[11-06-2008]  
C'è qualcuno che ieri sera (stanotte data l'ora) ha seguito il programma Gargantua su Rai tre?
Purtroppo ho visitato il sito (www.gargantua.rai.it) ma la puntata non è ancora disponibile.
La bravissima Giovanna Marini ed il mitico Francesco Guccini hanno brevemente (purtroppo) discusso in merito alla musica popolare.

Tra le osservazioni di Giovanna Marini, che sinteticamente ha toccato vari argomenti senza poterli approfondire, una mi ha colpito molto !

"La sola Musica Popolare che oggi possiamo ancora ascoltare è quella a cui assistiamo nei riti religiosi (...) come ad esempio le celebrazioni della Settimana Santa (...) ".

La citazione non è testuale poichè la trasmissione è andata in onda oltre la mezzanotte e non ho preso appunti, ma il concetto spero sia chiaro.

Guccini le faceva eco sottolineando che la musica popolare sia ormai sbiadita dalla scomparsa stessa della cultura che la generava ed ospitava.

Questa mattina, rileggendo i post di questo topic, mi sono chiesto se per caso non siamo al de profundis ! Esiste realmente la possibilità che la musica popolare, intesa come parte integrante di eventi che da sempre scandiscono il ritmo quotidiano di una comunità, sopravviva alla sua stessa cultura ?

Quelle che chiamiamo "contaminazioni", talvolta in senso anche offensivo, sono contaminazioni oppure la naturale evoluzione che ha la musica popolare in quanto non avulsa dal contesto culturale a cui appartiene ?

Guglielmo







Risposta Condividi


[90]   
Da: gianluca zammarelli 
  Re: Cos'è la musica popolare?
[11-06-2008]  
salve
mi permetto umilmente di dire la mia opinione su questo tema, non per ansia di risposta, bensì perchè è un tema a me assai caro.

Dato per scontato che una "certa cultura" non esiste più, o meglio si è trasformata per ovvi motivi, vuoi sociali, vuoi culturali; noi, diciamo trentenni-quarantenni, meglio se provenienti dal sud Italia, siamo testimoni di uno scavallamento culturale ben preciso. Al mio paese e dintorni vivono ancora anziani che suonano vecchi strumenti popolari e cantano antichi canti della loro giovinezza, quindi è gioco forza che noi abbiamo una certa simpatia emozionale nei loro confronti.
Inoltre da anni vado dicendo che la tradizione musicale italiana, essendo stata vittima di una "rimozione", si è ripresentata a noi con un certo senso di novità, se è vero che il 80% della popolazione non conosce la zampogna, il 99% non sapeva cosa era la chitarra battente, e buona parte del popolo italiano pensa che la tarantella è quella alla napoletana, questa novità ha generato il nuovo Folk Revival di oggi.
Ma le cose stanno un pò diversamente, in quanto oggi si eseguono vecchi canti, tra l'altro senza quelle vere sonorità, entrando in un circolo vizioso del "voler assomigliare a mio nonno" che porterà alla distruzione definitiva del Folk italiano e alla alienazione più completa di quei pur validi musicisti che oggi credono in questa musica.
Come sempre vorrei che ci guardassimo intorno per capire come possiamo andare avanti senza implodere.
Io porto sempre l'esempio del Blues, che come tutti sanno in America dalla fine 800 si è evoluto fino ad oggi mantenendo la sua caratteristica popolare e nello stesso tempo divenendo un vero e proprio genere musicale. Inoltre anche in molti altri paesi d'Europa, già è avvenuto il passaggio da musica popolare a genere Folk, valorizzando molti strumenti popolari tradizionali, magari modificandoli se necessario, e attualizzando quel "sentire".
Insomma quello che vorrei in Italia è che nascesse un vero genere folk (si potrebbe chiamarlo TRAD MUSIC ) che rispettasse le modalità tradizionali senza riesumare canti e balli buoni per il 1958.
Invece oggi noi pensiamo come riesumare le mondine, come riattivare le osterie (quando persino i più moderni pub sono già al passato), come conservare la Messa in latino (che diciamolo, a nessuno è mai fragato niente, neanche alla vecchietta lucana), come far finta di essere ancora pastori, senza sapere che i nostri nonni erano perfettamente all'interno della loro economia culturale, mentre noi giochiamo ancora al lavoratore del campo, al minatore, al partigiano e nel frattempo magari disprezziamo i nostri genitori ( i primi che rifiutarono la tradizione agro-pastorale).
Per me ora è una questione estetica musicale che può interpretare la nostra vita attuale con le sue miserie e i suoi dolori, ma per interpretare la nostra attuale condizione perchè dobbiamo usare una chitarra elettrica o una batteria, possiamo farlo anche con la chitarra battente (magari elettrica) e col tamburello.
saluti


Risposta Condividi