www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 23 Luglio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Alfonso 
( )
  arundo donax
[01-11-2008]  
da wikipedia:

"La Canna comune (Arundo donax Linnaeus, 1753) o canna domestica è una pianta erbacea perenne e dal fusto lungo, cavo e robusto, che cresce in acque dolci o moderatamente salmastre. La sua area di origine si estende dal bacino del Mediterraneo al Medio Oriente fino all'India, ma attualmente la canna si puó trovare sia piantata che.." http://it.wikipedia.org/wiki/Arundo_donax

tutti noi abbiamo goduto dell'inaspettato successo ottenuto su questo sito del topic "costruttori di flauti di canna", che ad oggi è stato visitato (il topic) da circa 22.000 (vendiduemila) visiatori, il cui merito è dovuto a Giancarlo Petti e a tanti altri che non nomino per non rischiare di dimenticarne qualcuno,

detto questo passo al dunque: ho pensato di aprire questo topic per spezzare una lancia a favore della canna endemica italiana (arundo donax), quella pianta "infestante" che cresce un pò dappertutto e sopratutto lungo i fossi, dal livello del mare fino alle prime montagne,

naturalmente la mia curiosità e il mio interesse vanno alla miriade di impieghi e usi quotidiani di questo straordinario vegetale, dai più ai meno conosciuti, nella convinzione che l'ampia diffusione e disponibilità di questo vegetale ha influito in maniera determinante nella nostra vita quotidiana e quindi nella nostra cultura

per esempio: il pomodoro San Marzano conosciuto ed esportato in tutto il mondo (prima che fosse coltivato anche in Cina) non sarebbe mai esistito se non avesse avuto lal possibilità di arrampicarsi sulle caratteristiche impalcature di canne,




nè sarebbero mai nati i più noti versi della tradizionale tammurriata: " rind' 'e lign' 'è pummarole nui facimme arind e a fore.."

in quanto solo l'altezza raggiunta delle "ligne" di pummmarole, grazie all'impalcatura realizzata con le canne arundo donax, permetteva di svolgere quella attività "extralavorativa" stigmatizzata dalla voce popolare come "arind e a fore"..

e come sempre: a voi la palla, con preghiera di rimanere il più possibile nell'argomento, di cui (ribadisco) l'aspetto musicale è solo uno dei mille..

Risposta Condividi


[61]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: arundo donax
[01-12-2011]  
Sono arcisicuro che Barbara lo ha fatto apposta.
Il quesito da lei posto non ha soluzione di verifica perché presupporrebbe una costruzione standardizzata nella perfezione della finestrella, nelle dimensioni delle canne, nella calibratura dei fori per la diteggiatura e di tante altre variabili ineluttabili.
Inoltre voglio mettervi al corrente di un mio esperimento: nel mese di maggio ho raccolto un bel po di canne sulla spiaggia trascinate dalla risacca (chissà quanto tempo erano state in ammollo); dopo aver aspettato una ventina di giorni che si asciugassero "al sole" ne ho fatto alcuni flauti ed ho scoperto che il materiale era molto duro e resistente, forse anche più delle canne raccolte nel periodo da tutti suggerito.
Mi raccontò un artigiano falegname che i legni di ciliegio, e non solo di quell'essenza, provenienti dall'America, sono migliori dei nostri solo per il fatto che gli alberi, dopo tagliati, vengono gettati nei fiumi dove viaggiano per alcuni giorni fino all'industria di stoccaggio ed essiccazione; in questo modo la clorofilla si scioglie in acqua ed il legname, essiccandosi, migliora le sue caratteristiche.
Avevo in casa un friscaletto siciliano fatto da un professionista e l'ho confrontato con quello da me costruito con la canna raccolta in riva al mare e non ho notato caratteristiche sonore granché diverse.
Sicuramente le caratteristiche meccaniche della canna raccolta in gennaio nella fase di luna calante sono le migliori possibili e questo è da tenere presente se si vuole costruire un'ancia battente, sia semplice che doppia, oppure per farne canne da orto.
Morale della favola: se si vuole costruire un flauto di canna credo che alla fine può andare bene una canna secca (ma non marcia) senza preoccuparsi troppo del periodo in cui è stata recisa.

Forse l'ho detta troppo grossa .........

Risposta Condividi


[62]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[01-12-2011]  
Pino, lo sai che sono di poche parole e tendo sempre a "riassumere" i concetti... quindi... in poche parole ho capito che:

la "canna" pe sonà bbene deve esse "tosta" e "durare" nel tempo... indipendentemente dal periodo in cui si "prende"...

Ok, quando organizziamo la spedizione?

Risposta Condividi


[63]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[01-12-2011]  
...mi sa che l'ho detta più grossa io...

Risposta Condividi


[64]   
Da: alfonso 
  Re: arundo donax
[01-12-2011]  
invece di perdervi in chiacchiere date un'occhiata alla pagina calendario..

Risposta Condividi


[65]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[01-12-2011]  
... praticamente un inno alla canna... :-)
Alfò... te vojo bbene! Cercherò di esserci!

Risposta Condividi


[66]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: arundo donax
[02-12-2011]  
Hai ragione Ba'. La canna non deve essere lunga che tocchi, né larga che attappi, ma dura che duri.

Risposta Condividi


[67]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[02-12-2011]  
Il concetto è chiarissimo, mio bel Maestro.
Con la teoria ci sono... ma con la pratica qualcosa ancora mi sfugge...
Tòcca che martedì me fai provà 'sto flauto tuo... e vedemo de chiarì 'sta faccenda delle canne...

Chiunque vorrà assistere sarà benvenuto (no guardoni).
Possibilità di registrare filmati (a "scopo" educativo, scientifico e sperimentale).

Risposta Condividi


[68]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[02-12-2011]  
... e visto che ho fatto trenta...

Sono inoltre gradite "ddu bbotte" sonore e potenti, come accompagnamento (...che Pino non me dà manco a pagallo... vero Pì?) da chiunque sia munito di organetto "due bassi".
L' "entrata" è a pagamento, si prega di "venire" muniti di portafogli a fisarmonica (siamo in tema musicale... o no?!?)

Risposta Condividi


[69]   
Da: alfonso 
  Re: arundo donax
[02-12-2011]  
ragazzi, questo è un topic sull'arundo donax, non lo rovinate con i vostri... lazzi !

Risposta Condividi


[70]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[02-12-2011]  
Ok Capo... messaggio ricevuto...
P.S. certo che pure tu però... te sei precipitato a scrive il post n° 69... che sia solo un "caso"?
Ok, va bene... la pianto qua. Promesso...

Risposta Condividi


[71]   
Da: alfonso 
  Re: arundo donax
[13-12-2011]  
un altro diligente ed ecosostenibile utilizzo dell'arundo donax, e si evita pure di condannare a morte certa quei poveri abeti






Risposta Condividi


[72]   
Da: barbara 
  Re: arundo donax
[13-12-2011]  
Questa sì che è una bella idea... così dopo aver usato le canne per diversi natali... ormai stagionate potranno diventare dei flauti!!!

Risposta Condividi


[73]   
Da: Rino 
(Roma)
  W LA CANNA
[14-12-2011]  
La mia canna preferita è la "Arundo donax" canna nostrana, in italia si trova dapertutto,
è la più grande tra le canne d'Europa,raggiungendo generalmente i 6 m di altezza. E stata usata
per oltre 5000 anni nella produzione di flauti...
Il suono del flauto: un meraviglioso incanto di sinfonia. Una meraviglia di grandiloquenza e delicata armonia.
La mia passione per la realizzazione di flauti è dovuto al mio incontro, mentre ero intento a raccogliere
funghi in un bosco incantato, un folletto che seduto sopra un sasso suonava con un pezzo di canna: un flauto.
Quando il folletto terminò di suonare,lo applaudii e gli chiesi quali erano i segreti per costruire un flauto.
Il folletto di nome Hervin ripose il flauto all’interno del giubbetto,e mi disse: "Tu sai costruire un flauto".
Posò la sua mano sulla mia,scese in silenzio dal sasso e spari' nel bosco.
Incredulo mi procurai un pezzo di canna e tornato a casa mi misi a costruire un flauto, le mie mani si muovevano
come se avessero sempre avuto a che fare con la canna.Il mio primo (o forse il centesimo), flauto era fatto.







Risposta Condividi


[74]   
Da: Rino 
(Roma)
  Re: arundo donax
[09-01-2012]  
Risultato canna storta: flauto curvo






Risposta Condividi


[75]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: arundo donax
[09-01-2012]  
Ciao Rino.
Bel flauto, complimenti.

La stessa foto, dello stesso flauto, l'hai inviata il 19-09-2011 in "costruttori di flauti di canna", dicendo:

"Grazie Giancarlo, grazie a tutti! Frequentare Buoni Maestri paga!!! Con qualche foro in più dici? Eccone uno particolare... ma chi lo accorda adesso?".

Le domande sono due:
-Come è finita? Lo hai accordato?
-Perchè allora dicesti: "Chi lo accorda ora?" ? Non accordi i fori man mano che li fai?
Saluti e ancora complimenti.


Risposta Condividi