www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 17 Giugno 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Andrea 
  Lira Calabrese
[12-12-2006]  
Sono alla ricerca di una buona Lira Calabrese..ho visto molti siti e conosco qualke suonatore...ovviamente i prezzi variano...volevo sapere se sapevate qualkosa e magari a quanto la posso trovare...grazie ancora e scusate il disturbo.
Potete rispondermi anke via mail...

Risposta Condividi


[61]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Lira Calabrese
[08-05-2009]  
Betsy,
per te imparerò a costruir zampogne
(vanno bene i "sunacchi" o una surdulina)
ciao
Pierfy

Risposta Condividi


[62]   
Da: Antonio 
  Re: Lira Calabrese
[13-05-2009]  
Scusatemi se torno un po' indietro col discorso:
Premetto che adoro la musica di tradizione e suonata in maniera tradizionale...
ma, pur sapendo di cadere un pò nel relativismo, penso che sia importante suonare uno strumento nella maniera più consona alle proprie emozioni e riuscire in qualche modo a comunicarle...
e penso pure che fragomeni e compagnia non suonassero come i loro predecessori
e che una certa evoluzione sia insita nella musica stessa che riflette il mondo così come è in quel momento...
per fare un esempio lontano dalla nostra cultura i suonatori di sitar non suonano più in do ma in do diesis così come predicato da ravi shankar, perchè sostengono che l'orecchio degli ascoltatori è mutato.

poi ci sono musicisti come stephan micus che viaggiano in giro per il mondo e si fanno conquistare da strumenti da suoni particolari e li risuonano variando le accordature, il modo di suonarli etc...
ricavando comunque musica suggestiva...

ma d'altro canto è vero pure che se uno fa musica di tradizione ne deve capire il senso profondo...
e avere un orecchio allenato a cogliere e riprodurre quelle microvariazioni che sono i melismi tipici di un dato luogo...per dirne una: ho sentito in un concerto della NCCP l'esecuzione di alcune pizziche ma le ho trovate terribbili...nonostante fossero eseguite da musicisti di chiara fama.

tutto questo per dire che comunque al contrario di Betsabea non trovo il pezzo di Cataldo Perri brutto, e la parte di lira mi piacerebbe averla scritta, ed eseguita, io

spero di non essere stato troppo fumoso...o fumato!


Risposta Condividi


[63]   
Da: totò  
(Locri)
  Re: Lira Calabrese
[15-05-2009]  
Antonio senti a me suona la lira come meglio credi...
perchè se andiamo a vedere bene anche quelle suonate che definiamo tradizionali, non sono attendibili al 100%
Le suonate tradizionali che troviamo oggi in vari cd sono eseguite da anziani...ma anziani nel vero senso della parola...alcuni anche un po' rincoglioniti quindi sicuramente l'esecuzione del brano non puo' essere la stessa di quando avevano 30 anni.
Per non parlare poi della "SONATA DO BARILLI"starei molto attento prima di definirla tradizionale.
Sarebbe più corretto dire che la suonata del barilli che oggi tutti suoniamo è una interpretazione del M.ettore castagna su una canticchiata di un anziano.

MENTRE per tornare alla costruzione. essendo strumenti autocostruiti ognuno dava una libera forma, rispettando pero' il principio di base.
ES. Fragomeni ha il suo modello, Iervasi ha il suo modello, Barilli ha il suo modello.

Quindi non ci impuntiamo su banalità, cerchiamo invece di far conoscere e divulgare questo bellissimo strumento.


Risposta Condividi


[64]   
Da: Alfonso 
  Re: Lira Calabrese
[15-05-2009]  
uè Totò, come va ? parole sante le tue..

colgo al balzo il tuo invito per informare la popolazione che domani al CIP in occasione del 2° Meeting Italiano del Tamburello, oltre ai tamburelli allestirò (dalle 15 alle 22) una esposizione tutta dedicata alla lira calabra e ai suoi accessori,

magara porta pure le tue, no ?

Risposta Condividi


[65]   
Da: Betsabea 
  Re: Lira Calabrese
[15-05-2009]  
Ma infatti non si tratta di "tradizionale" o non "tradizionale" chi dice che bisogna suonare solo le passate "codificate tradizionali"?

Risposta Condividi


[66]   
Da: Giovanni Amati 
(Puglia)
  Re: Lira Calabrese
[15-05-2009]  
Pier filì! ma che capre tenete ad Ascoli Piceno?? io è una vita che sto in mezzo alle capre..che ne avessi mai sentita una cantare!! sarà sfortuna..sarà un'altra razza!! però mi piacerebbe trovarne qualcuna..magari me la porto nei concerti! sicuramente canterebbe meglio di tanti che ci sono in giro..voi che dite?
con simpatia.. vi saluto! Giovanni Amati

Risposta Condividi


[67]   
Da: Giovanni Amati 
(Puglia)
  Re: Lira Calabrese
[15-05-2009]  
APPELLO ACCORATO : cerco una lira, usata, perchè non ho abbastanza soldi per una nuova.. betsabea, davvero te la vendi? chi altro ha una lira che magari non usa? non ti solletica proprio l'idea di vendermela? devo fare felice una persona importante! non sparatemi prezzi alti perchè non ho..una lira! (scusatemi, se non la dicevo schiattavo!!)
gianniwapp@hotmail.it
fatemi sapere!
saluti a tutti! e non vi appiccicate!
Giovanni Amati

Risposta Condividi


[68]   
Da: Alfonso 
  Re: Lira Calabrese
[21-05-2009]  
mostra di lire al CIP di Roma






Risposta Condividi


[69]   
Da: Betsabea 
  Re: Lira Calabrese
[19-04-2010]  
http://www.youtube.com/watch?v=XxDiSsqtvxk

Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.. variazioni infinitesime a fil di unghia e bordoni ipnotizzanti e ritmi scanditi.. e tutto questoun giorno andrà perso.. come lacrime nella pioggia...
perchè nessuno pensa ormai a rilevare l'eredità degli ultimi suonatori..

:(




Risposta Condividi


[70]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Lira Calabrese
[19-04-2010]  
Salve Bet...Salve a Tutti!
...Quello che dici ha tutta l'aria di essere tristemente vero!
Cosa potremmo fare, io e chi come me sente di voler contribuire, per salvare quell'immenso patrimonio?


Risposta Condividi


[71]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Lira Calabrese
[19-04-2010]  
eh certo...se si continuano ad organizzare gli stages....se la musica popolare si apprende
andando qualche ora a lezione da musicisti che a loro volto sono andati a lezione da musicisti,
se non si gira, non si parte, non si vivono certe realtà, non si cercano i suonatori ancora esistenti, se non si entra in sintonia con loro, ma con l'atteggiamento giusto...non del predatore dell'arca perduta....insomma se non si stabilisce il giusto feeling allora questo patrimonio andrà sicuramente perso.
Io ci sono stato da mastro Staltari...prima di suonare abbiamo parlato della campagna, dei problemi di salute suoi e della moglie, dei miei figli, del mio lavoro, abbiamo bevuto il vino fatto da lui...insomma ho passato un pomeriggio lì...sotto qulla pergola e alla fine lui ha suonato...abbiamo suonato insieme....ma che debbo dire...alla fine mi è quasi dispiaciuto fare una ripresa video....mi sembrava quasi tradire la fiducia di questo ultimo grande vecchio suonatore di lira, con il quale, al di là dell'aspetto puramente musicale, si era stabilito soprattutto un rapporto umano.
E' chiaro che non sempre è possibile imparare la musica dai vecchi suonatori....ci sono mille problemi...ma forse non è meglio spendere di meno per una battente di superliuteria o per un organetto griffato e con quello che si risparmia (oltre al costo dei vari stages e corsi) andare magari per 10 giorni in culo al mondo a ritrovare un vecchio suonatore e condividere un pezzetto del suo mondo......

Risposta Condividi


[72]   
Da: Betsabea 
  Re: Lira Calabrese
[20-04-2010]  
Io non posso fare niente.. perchè non so suonare.. :) si può insegnare ai giovani questo: ascoltare, guardare, ascoltare.. nella frenesia di suonare sempre e comunque quello che hanno imparato sono pochi quelli che capiscono quando è il momento di suonare (tipo nella loro cameretta.. :D ) e quando di mettersi in ascolto..

Per il resto.. ha ragione PierFil.. bisogna andare il più possibile nei "luoghi de suono" ad assorbirne la musica, i codici e il linguaggio.. chi avrà la fortuna e la possibilità.. e la pazienza di fare questo forse riuscirà a preservare e tramandare..

ps. per quanto riguarda le riprese video.. sfatiamo anche questa cosa.. quasi tutti gli anziani che ho conosciuto erano contentissimi di essere registrati! Incluso Staltari che è timido e molto modesto... ma il meglio è Zì Nucenti che se vado da lui senza macchinetta o videocamera mi dice "e chi venisti a fari?!".. e l'ultima volta finito di registrare allargò le braccia e mi disse.. "ora vai e mostralo a tutto il mondo! tutti devono sentire ste sonate, che non si perdano!" ;)

http://www.youtube.com/watch?v=ApX5W9L49kM

Risposta Condividi


[73]   
Da: Pier Filippo 
(Ascoli Piceno)
  Re: Lira Calabrese
[20-04-2010]  
E' vero quello che dici Bet....anche Staltari era contento della ripresa.....
è stato solo un mio scrupolo....la voglia di non
decontestualizzare quel momento....di farlo rimanere quello che era
il più possibile un incontro casuale, una visita a una persona importante
e non una campagna di ricerca etomusicologica.......insomma non volevo
sentirmi......... un predatore dell'arca perduta

Risposta Condividi


[74]   
Da: Tiziano 
(Ostia)
  Re: Lira Calabrese
[20-04-2010]  
signori miei, andate su you tube e digitate lira calabrese, vi compariranno centinaia di filmati di suonatori e costruttori di tutte le età non credo che andrà persa questa tradizione...non siate pessimisti


Risposta Condividi


[75]   
Da: Betsabea 
  Re: Lira Calabrese
[20-04-2010]  
Tiziano.. leggi bene.. e apri bene le orecchie.. non è che solo perchè ci sono mille persone che strimpellano la chitarra sulla spiaggia si sta portando avanti la buona tradizione di jimi hendrix.. :)
ma ne basterebbero pochi ma buoni.. ;)



Risposta Condividi