www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Venerdi 24 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[631]   
Da: Giancarlo petti 
(montefalcone)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-09-2008]  
Buongiorno e grazie a tutti!

X Pippo: come al solito hai l'occhio acuto del musicista e del costruttore esperto!
E' vero!! ...Come mai ci sono dieci fori anteriori?? ... E' impossibile utilizzarli tutti .... perchè servirebbero dodici dita!

In realtà la risposta è molto semplice: ho dovuto fare dei fori d'intonazione, per portare lo strumento alla nota base voluta, senza accorciarlo nella parte inferiore, cosa che mi avrebbe fatto perdere la parte naturalmente curva.

Quindi i tre fori inferiori non vengono digitati e restano sempre aperti, ad eccezione del terzo da sotto che potrebbe anche essere usato qualche volta!

Comunque se interessa, potrei descrivere le fasi di costruzione e le scelte affrontate durante la costruzione.


x Alfonso:
-Hai ragione, gli strumenti di Giuliano sono davvero belli ed sprimono chiaramente un'atmosfera di genuinità e spontaneità. La tipologia costruttiva è molto semplice ed "immediata".

Sia il becco che la finestrella sono facilmente realizzabili con un semplice taglio "dritto" a coltello.
E' una soluzione molto diffusa in passato anche da noi e la sua semplicità di realizzazione non sminuisce la resa sonora purchè si faccia attenzione a non fare l'apertura della finestrella troppo grande, errore molto comune ai novizi.

La definizione giusta è proprio quella che hai detto: finestrella a tacca semplice (o meglio a 'ntacca!).

-No, non ho un museo, però mi piace ogni tanto costruire qualcosa di particolare!

Spesso partendo da materiale trovato direttamente in natura, a volte "allevando" la canna e facendola crescere secondo il proprio progetto, se così si può dire.

La canna utilizzata, in effetti, l'ho obbligata a crescere in quella direzione, controllandola durante la crescita ed "invitandola" materialmente e seguire quell'andamento.

E' un processo durato due anni ed è il risultato di un'intuizione semplice, osservando quelle canne che naturalmente crescono seguendo forme "alternative".

Gradirei, a tale proposito, un commento del nostro amico Pino Pontuali, che, in agosto, ho incontrato durante una sua esibizione, per pochi minuti, e che ha avuto modo di vedere qualche strumento ottenuto "guidando" la crescita.

Mando ancora qualche foto dello strumento in questione per meglio valutarne le dimensioni.

Saluti, Giancarlo.







Risposta Condividi


[632]   
Da: calogero 
(Licata)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[13-09-2008]  
cari amici costruttori guardate nelle vostre poste elettroniche,
troverete un regalo da parte mia.....
spero in questo modo da rimediare per la mia assenza....

Risposta Condividi


[633]   
Da: calogero 
(Licata)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[13-09-2008]  
miche , non trovo il tuo indirizzo...
per pippo
come fai per fare scurire la parte esterna del friscaletto...
o meglio come fai a bruciarla....?


Risposta Condividi


[634]   
Da: calogero 
(Licata)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[13-09-2008]  
ho letto la discussione sui 4 cm.
ora pero vi mando una foto di due friscaletti in do costruiti ad agrigento, citta del mandorlo in fiore.
questi sono stati i miei primi strumenti, ora uno è distrutto mentre l'altro suona a fatica ,
come potete vedere qui la distanza dei 4 cm non è rispettata eppure vi assicuro che circa 10 anni fa suonavano in modo divino...
sia la distanza dei fori che il diametro di essi è costante
in piu si nota in questi firscaletti cge si usa ( almeno io penso sia cosi) prima incidere delle tacche come misura per la frinestrella e per collocare i fori di dietro
ditemi che ne pensate.
io ho provato a fare delle copie ma senza ottimi risultati, (o meglio senza stabilita nel re alto)

















Risposta Condividi


[635]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[14-09-2008]  
Carissimo Calogero, ti ringrazio per il gentile pensiero, spero che un giorno posso anch'io trascrivere qualche pezzo e metterlo a disposizione di tutti, ottimo anche il metodo.
La brunitura la faccio con un cannellino (vedi foto), oltre al colore che a me piace tanto, ti assicuro che la canna diventa anche più consistente.

Saluti Pippo








Risposta Condividi


[636]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[17-09-2008]  
In attesa di trovare tempo per rispondere a Calogero, invio un'altra foto del flauto di cui ai post 633 e 636.
A chi mi ha chiesto quale sia stata la maggior difficoltà avuta in fase di realizzazione, rispondo senza dubbio la foratura dei due nodi intermedi.
In particolare quello inferiore, che ho realizzato dopo aver aperto una "finestrella" romboidale nella parte inferiore curva, che impediva l'accesso, all'interno del fusto di qualsiasi strumento.
Attraverso questa minuscola apertura, ho raggiunto il nodo con un ferro sottile ed appuntito in modo da poter rimuovere il diaframma.
Altro problema: non potendo accorciare il fusto, perchè avrei perso la parte curva, ho dovuto praticare ben tre fori d'intonazione!
Saluti, Giancarlo.









Risposta Condividi


[637]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[19-09-2008]  
Particolare della zona curva







Risposta Condividi


[638]   
Da: Michele 
(Brancaccio Siculo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-09-2008]  
Ciao a tutti scusate la mia assenza dovuta a una brutta influenza, ho visto che avete inserito un sacco di belle cose!!!
X Calogero: poi ti mando pure il mio numero di telefono se non ce l'hai, io il tuo ce l'ho ma non ho avuto modo di chiamarti, a sinistra trovi l'indirizzo di posta.
X Giancarlo: bellissimo strumento! Le domande che avrei fatto sono già state esaudite dagli altri, sbaglio o c'è pure un "foro per appenderlo"?.
Arrivato a questo punto, dopo tante sperimentazioni, ho deciso di creare dei "cartamodelli" in base alle misure appuntate e agli strumenti realizzati, credo sia una soluzione sbrigativa che dia, per ogni tipo di canna (con la sua sezione, spessore...) dei riferimenti validi e sbrigativi (ovviamente tenendo conto della variabilità che un pezzo di canna irregolare ha per sua natura... quindi riferimenti da correggere alla fine della realizzazione).
Una domanda.
In Sicilia ho visto spesso visto dei flauti di canna molto lunghi, che però hanno i fori in alto, vicino al becco. Se i fori fossero stati fatti in basso, avrei supposto che la lunghezza era dovuta al fatto che lo strumento dovesse avere una tonalità bassa, invece i fori si trovavano in alto ed erano presenti i "fori aggiuntivi di intonazione" citati da poco da Giancarlo. Il resto della canna ha una funzione timbrica?, ne sapete qualcosa?

Risposta Condividi


[639]   
Da: giancarlo 
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[25-09-2008]  
Per Michele:

"In Sicilia ho visto spesso visto dei flauti di canna molto lunghi, che però hanno i fori in alto, vicino al becco. Se i fori fossero stati fatti in basso, avrei supposto che la lunghezza era dovuta al fatto che lo strumento dovesse avere una tonalità bassa, invece i fori si trovavano in alto ed erano presenti i "fori aggiuntivi di intonazione" citati da poco da Giancarlo. Il resto della canna ha una funzione timbrica?, ne sapete qualcosa?"

Caro Michele, tu sai bene che nei flauti di canna, ogni cosa influisce su tutto il resto!
Nei flauti lunghi, seppur "accorciati" dai fori d'intonazione, il resto della canna influisce eccome!
Altrimenti basterebbe tagliare il flauto all'altezza del foro d'intonazione e lo strumento cosi ottenuto dovrebbe essere "identico" allo stesso con la lunghezza iniziale!

Saluti, Giancarlo.



Risposta Condividi


[640]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[25-09-2008]  
Avevo già scritto in privato a Giancarlo per ringraziarlo per il flauto che mi hai donato, e del quale ne sto scoprendo le possibilità musicali, che sono notevoli. Lo sto studiando (ma non assiduamente).
Voglio però ringraziare anche tutti gli altri perché la mia conoscenza di questo strumento sta crescendo proprio grazie a voi esperti che, con grande generosità, divulgate il vostro sapere.
A questo punto, visto l'appetito che mi si è sviluppato, vi chiedo di iniziare, magari con un argomento nuovo, a spiegare per noi, neofiti e principianti, come suonare questi (apparentemente modesti ma sicuramente straordinari) strumenti musicali.
Un grande abbraccio a tutti
Pino


Risposta Condividi


[641]   
Da: Michele 
(Brancaccio Siculo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[25-09-2008]  
X Giancarlo: io ne ho visionato uno e bene o male mi parse timbricamente affine ad un flauto corto, forse il volume.... per sicurezza appena possibile ne faccio uno ed effettuo controlli accurati; al momento sono impegnato a "canonizzare" le misure rispetto alle tonalità, sto facendo esperimenti per cercare le misure migliori come volume e timbro e anche sto cercando le misure di più tonalità possibili per tranci di misura standard di 2,3mm di diametro esterno e 3 mm di spessore, visto che è il tipo che più frequentemente mi capita fra le mani.... :-).
X Pino: io da tempo vorrei postare le diteggiature... tra l'altro ricordo che il friscaletto è uno strumento cromatico e che si possono prendere tutte le tonalità (nulla levando a strumenti diatonici popolari che sono bellissimi, come il flauto del video postato da Calogero).


Risposta Condividi


[642]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[25-09-2008]  
Grazie della promessa Michele, nel frattempo mi prendo la libertà di creare il nuovo argomento "Lezioni di flauto".
Ciao

Risposta Condividi


[643]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[30-09-2008]  
cari amici,
come tutti gli anni anche quest'anno mi sono dedicato alla costruzione di un flauto di canna,

per l'intonazione nessun problema, solo i buchi sono un pò troppo vicini (volevo riuscire a farne almeno 6 su questa canna di 21 cm), ma anche stavolta, come sempre, i primi quattro buchi emettono una nota accettabile (per il mio standard..) mentre gli utlimi 2 emettono ..solo vento,

qual'è la causa più frequente di questo inconveniente ?

allego doverosa foto del soggetto







Risposta Condividi


[644]   
Da: calogero 
(Licata)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[30-09-2008]  
caro alfonso,
secondo me il problema è la finestra...
non ho ancora provato a realizzare un flauto con la finestra di quella forma, cmq fatta più piccola dovrebbe funzionare meglio...

Risposta Condividi


[645]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[30-09-2008]  
caro Calogero,
ho cercato di fare la finestra il più possibile simile a quella che vedi nei flauti del post n.634, che suonano benissimo,

ma sicuramente questa mi è venuta più ampia, ma credo che questo sia dovuto, oltre che alla mia scarsa pratica, anche al minore spessore della canna, comunque la prossima finestra sicuramente cercherò di farla più piccola e ti farò sapere, ti ringrazio del consiglio

Risposta Condividi