www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Venerdi 24 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[586]   
Da: Calogero 
(Licata)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[17-07-2008]  
ah, guardate cosa ho scoperto..

http://it.youtube.com/watch?v=xC3mpR6XlSE
http://it.yo utube.com/watch?v=IUuavVnu36U&feature=related


Risposta Condividi


[587]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[17-07-2008]  
Per Calogero:
-Le ance semplici si suonano facendole entrare completamente in bocca, senza toccare la lamella che vibra nè con le labbra, nè con la lingua e soffiando come se si dovesse gonfiare un palloncino.

-Di spartiti per friscaletto ce ne sono, ma siccome sono "d'autore", cioè trascritti o composti da maestri in attività, vivi e vegeti, difficilmente si possono pubblicare in un forum, senza l'autorizzazione preventiva.

-Suonare ad orecchio è bello, naturale, istintivamente affascinante, ma leggere la musica è come... parlare un'altra lingua. Toglie forse spazio e margine all'improvvisazione, ma rende il tutto ordinato, razionale, perfettamente ripetibile.

-Aprire una nuova discussione e facilissimo: Clicca il tasto CHIAZZA e poi sulla barra rossa dove c'è scritto "clicca qui per aprire un nuovo argomento".

Saluti, Giancarlo


Risposta Condividi


[588]   
Da: luigi 
(cerchiara/bologna)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[17-07-2008]  
Mi associo alla richiesta di Pino
se per favore rendete partecipi anche me delle trascrizioni per friscaletto....
Grazie mille
PS spero che questa richiesta almeno venga calcolata visto la fine che hanno fatto le precedenti


good vibes to everybody

Risposta Condividi


[589]   
Da: Michele 
(m'Palemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-07-2008]  
X Giancarlo: grazie ancora per i suggerimenti!
X Pino: appena me li passano gli spartiti...però meglio in pvt, rendo disponibile l'indirizzo di posta.
X Calogero: quando ti sblocchi?
E' vero non si possono diffondere spartiti protetti, potremmo però creare brani nostri, semplici da inserire, anche solamente "fraseggi", non necessariamente brani interi, così da aiutarci reciprocamente nello studio dello strumento.
Ricordo una cosa.... è vero che la musica popolare è musica che si tramanda per lo più oralmente eccetera, ma bisogna ricordare che la musica si studia, nel caso specifico soprattutto la tecnica, e ricordo che molti "generi" popolari richiedono una grande tecnica e uno studio approfondito, basti pensare alla difficoltà delle friscalettate, alle tecniche popolari di canto, alle tecniche sulla battente, sul tamburo, la complessità dell'organetto e via dicendo...
Trascrivere secondo me non vuol dire "fossilizzare" si scrive pure il Jazz, musica per eccellenza fondata sull'improvvisazione, la scrittura è importante per trasferire informazioni.
Poi ricordo come non solo molti musicisti classici abbiano ripreso temi popolari, ma come molti autori popolari amino richiamare opere o studi di musica classica... ricordo che la musica popolare (ovviamente) è più antica della musica classica e che nel medioevo quella che era la musica colta contrastava meno con la musica volgare, la distinsione venne più profonda proprio alla fine del medioevo, che Paganini cominciò suonando il mandolino (appreso dal padre)... che quindi musica colta e musica volgare non necessariamente si escludono a vicenda, la musica colta è espressione popolare, nella sua parte relativa al "genio soggettivo" del popolano, la musica popolare è espressione del "genio del popolo" che sente la spinta a far musica sempre comunque e ovunque.
Sia la musica colta che la musica popolare sono soggette ad influenze, contaminazioni...
Per cui non ritengo blasfemo scrivere musica popolare, anche se non è richiesto al popolo di conoscere la teoria, anzi il popolo la conosce per cultura, perchè la sente, non se la sa spiegare, non sa perchè la terza calante delle zampogne sia bella, è bella è basta... trovo più dissacrante applicare certe regole dell'armonia classica a brani popolari ad esempio di matrice araba... (ricordate i canti dei carretteri, dei salinari, le solfatare...ricordate "quantu basilicò" creata dal volgo intorno al 1200?)
Il fatto di avere idee discordanti, oltre che costruttivo, fa parte della musica popolare stessa, nella musica colta infatti le idee non devono essere mai discordanti (così come anche nella matematica) :-)
Termino postando un paio di foto.
I fori li ho fatti a muzzo (come i cavoli a mazzo :-P) perchè non ho esperienza costruttiva, il bordone è in Re, il canto prende Re, Mi, Fa e Sol.
I fori mi sono venuti grandissimi, come mi regolo? come faccio a farli "comu i cristiani?"
Nella speranza di non aver urtato la sensibilità di nessuno con quanto esposto saluto tutti gli amici e maestri del forum!!!













Risposta Condividi


[590]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-07-2008]  
Bellissima l'idea di Michele di pubblicare partiture per fare esercizi. Spero che coloro che sanno già suonare un flauto di canna vogliano insegnare, a noi "neofiti", l'uso dello strumento, magari iniziando con melodie semplici (ma sempre di carattere popolare).
Ho sempre avuto perplessità nello scrivere la musica popolare, ma, nello spirito di trasferire una modalità esecutiva soprattutto via web, sono concorde.
Un abbraccio
Pino

Risposta Condividi


[591]   
Da: Michele 
(m'Palemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-07-2008]  
Al posto della partitura si potrebbe utilizzare la registrazione audio, che ci frega tanto è musica da ignoranti :-)...

Risposta Condividi


[592]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-07-2008]  
Per me, caro Michele, va bene. sono anche un ottimo orecchista.

Risposta Condividi


[593]   
Da: carupita 
(nicastro calabria)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-07-2008]  
buongiorno!! seguo da un po con interesse e attenzione tutto ciò che c'è in giro sulle musiche popolari. dai suoni ai balli dai canti agli strumenti,non sono un professionista di quest musiche,solo un vecchio neofita molto curioso! leggevo dell idea di un censimento dei costruttori e/o dei suonatori di flauto o fischietto o friscalettu e penso ke sia veramente una buona idea,(buona idea -penso-anche un censimento costruttori-suonatori zampogne). sono rimasto interdetto-perchè ignorante- rispetto alle ance quadruple. non ne ho mai sentito nè mai viste! sono ance per clarinetti? o esistono anche flauti di canna ad ancia? è possibile veder magari qualche foto di quest ance?? ringrazio chi volesse risponderm!

Risposta Condividi


[594]   
Da: Michele 
(m'Palemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-07-2008]  
x Carupita: non ho mai sentito parlare di combinazione becco-ancia, sarebbe un'esperimento bello ma di difficile realizzazione, chissà...
x Pino: ti racconto una cosa: In Salento sono molto permalosi con la musica, se non la sai ballare, non la ballare, se non la sai suonare, non la suonare. Motivo per cui i primi tempi che mi ritrovai alle loro ronde mi fecero sonare il tamburello, sconsigliandomi di usare il friscaletto o il mandolino perchè "il tipo di fraseggio, il linguaggio siciliano, è diverso da quello salentino", loro usano un modo di fraseggiare, noi un'altro...
Adesso ho imparato anche il loro linguaggio, ai tempi lo sconoscevo.
Uno studio quindi, potrebbe farsi sull'analisi del linguaggio, del fraseggio, dell'uso del ritmo.
Se ad esempio la Sicilia predilige gli arpeggi, determinati cromatismi, il Salento preferisce elaborare all'infinito moduli fraseggistici precostituiti (ecco l'improvvisazione). Ovviamente si tratta di un'esempio, ogni regione (per non dire, spesso, ogni gruppo di paesi e paeselli) ha le sue.
Il tutto ovviamente trasmesso con i mezzi che ogn'uno ha a disposizione (carta, registrazione, telefonata con la cornetta attaccata alla cassa della chitarra, segnali di fumo...).
A sto punto siamo usciti fuori argomento, sarebbe opportuno spostare il tutto in un nuovo topic.
Ho realizzato il mio primo clarinetto, mi date per piacere una mano a capire come perfezionarmi? mi piacerebbe tanto, è uno strumento molto bello, ma faccio fori troppo larghi e distanti, non ne capisco il perchè...
Saluto tutti quanti!

Risposta Condividi


[595]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-07-2008]  
OK per Michele.
Cerco di aprire un argomento ad hoc.


Risposta Condividi


[596]   
Da: Nino 
(Salemi)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-07-2008]  
Girando per il web ho trovato il vostro sito... intanto complimenti.
Mi hanno regalato un flauto di canna, 7+2 buchi.
Riesco a suonare ad orecchio, ma ho qualche problema con le alterazioni.
Qualcuno potrebbe darmi la diteggiatura o qualche indicazione su come trovarla?
Grazie, Nino

Risposta Condividi


[597]   
Da: Michele 
(m'Palemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-07-2008]  
appena posso te l'invio per posta, domattina credo.

Risposta Condividi


[598]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-07-2008]  
Salve a tutti, mi scuso per la mia l'assenza prolungata, purtroppo i turni di lavoro in questo periodo non mi permettono di accedere spesso al forum, ho visto le tante novità apportate negli ultimi messaggi, (ance, clarinetti, fliscaletti di altre zone ecc.) ottima l'idea di Michele nel raccogliere spartiti o brani da suonare, per quanto riguarda gli spartiti, specie quelli per fliscaletti, non tutti sono protetti da diritti d'autore, anzi, ci sono frischalettate dove non si conosce ne titolo ne autore che si sono tramandati da generazioni, comunque non conviene rischiare, meglio scambiarli in privato.
X Michele, se hai qualcosa da mandare, la mia email è attiva.

Ciao Pippo

Risposta Condividi


[599]   
Da: Giancarlo Petti 
(Molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-07-2008]  
Salve!

x carupita:

-flauti ad ancia non esistono: se hanno un'ancia, smettono di essere flauti e diventano oboi (se hanno un'ancia doppia) o clarini (se hanno un'ancia semplice).

-l'idea di censimento dei costruttori di flauti di canna si è dimostrato, nei fatti, un pretesto per parlare della costruzione dei flauti stessi.
Bella l'idea di fare altrettanto con le zampogne, ma credo, anzi sono sicuro, che nessun costruttore sarebbe disposto a “spendere tempo” ad insegnare le tecniche ed i segreti del mestiere.
Fare un semplice censimento dei suonatori di zampogna, sarebbe più facile.

-Capisco lo stupore per le ance quadruple. E' sempre così! Lo avevo detto nella premessa alla (non bellissima) foto che ho postato!


x Michele:
-hai detto un sacco di cose buone è giuste.

-relativamente al tuo primo clarinetto devo dire che è molto bello a vedersi, anche se mi pare che tu abbia usato una colla sintetica (pistola incollatrice o vinavil) per fissare l'ancia!
Se così fosse, credo sia un errore, sia perchè va contro la tradizione e sia perchè adesso ti sarà difficile recuperare le stessse ance e provare a fare un altro fusto, magari con i fori fatti come li vuoi!
Usa la cera d'api al posto della colla.

- come non capisci il perchè dei fori troppo larghi?
Un costruttore di flauti bravo come te dovrebbe saperlo: Li hai semplicemente fatti troppo in basso!

-Prendi un altro fusto di canna avente le stesse misure di quello usato e rifai i buchi un po' più in basso e più vicini tra loro: ti verranno più stretti!

-scrivere musica popolare, non è affatto blasfemo. La scrittura è uno dei tanti linguaggi esistenti. Dipendi con chi si vuol parlare.


-Il bordone è in Re,
il canto (ritta o destra) prende Re, Mi, Fa e Sol ? Benissimo... Nei prossimi tentativi porta il Fa a Fa#, fai un'altro chanter, (la manca o sinistra) che prenda Re, MI, FA#, SOL, ed il La, fissali in un blocco di legno, aggiungi una sacca di capretto ed avrai realizzato la “scupina” di Fossalto o di Montefalcone Nel Sannio: una piccola zampogna di canna!

Appena potrò digitalizzare gli spartiti che ho, provvederò a mandarli agli interessati, per contro aspetto che me ne siano inviati.

Sono sicuro di non andare fuori tema, ricordando che Venerdi 25, Sabato 26, Domenica 27 a Scapoli (molise) c'è Il Festival della zampogna. Chi può faccia una passeggiata.

Saluti, Giancarlo Petti

Risposta Condividi


[600]   
Da: Giancarlo Petti 
(Molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-07-2008]  
X Michele: "Prendi un altro fusto di canna avente le stesse misure di quello usato e rifai i buchi un po' più in ALTO e più vicini tra loro: ti verranno più stretti!

-scusa michè: volevo, anzi dovevo dire più in alto!


Risposta Condividi