www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 22 Gennaio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  scambiamoci le canzoni
[22-10-2008]  
Vorrei invitare tutti gli amici del forum a inviare il testo e le carateristiche esecutive di canzoni
che ritengono particolarmente significative della zona di loro appartenenza.
Ritengo che possa essere utile a chi come me (pur appartenendo al territorio delle
Marche basse) ritiene che sia lecito rappesentare un repertorio popolare che può
interessare tutto il centro sud.
Non credo che un marchigiano non possa eseguire (magari mediandolo) un canto alla cilentana
o un siciliano eseguire un saltarello abruzzese.
Che ne pensate?
Io, per il momento inserisco una canzone forse poco nota appartenente alla
tradizione laziale-abruzzese-marchigiana.


Lu Cacciatore Caitano

In terra di Romagne
Ce stava nu patro, un matro e un figlie
Successe un parapiglie
Lu patro li ‘ccidò

Li ‘ccidò li ‘ccidò li ‘ccidò li ‘ccidò ‘ccidò ‘ccidò
Li ‘ccidò li ‘ccidò li ‘ccidò li ‘ccidò ‘ccidò ‘ccidò

Lu Cacciatore Caitano
Andando a spasso col suo cano
‘ncontrossi in una coccia di cristiano
dai carbonieri s’arricò

S’arricò s’arricò s’arricò s’arricò rricò rricò
S’arricò s’arricò s’arricò s’arricò rricò rricò

Lu capitano dei carbonieri
Sapute di queste fatte
A momenti ce diventava miezze matte
E di a Caitano:
“Tu sarai lu testimonie de questa coccia de cristiane senza lu troncò

Lu troncò lu troncò lu troncò lu troncò troncò troncò
Lu troncò lu troncò lu troncò lu troncò troncò troncò

La Vergine Santissima
Cacciateve lu cappielle
Armetteteve lu cappielle
La grazia gli faciò

Gli faciò gli faciò gli faciò gli faciò faciò faciò
Gli faciò gli faciò gli faciò gli faciò faciò faciò


La canzone si sviluppa su due accordi (tonica e dominante La Mi)
e i versi sono alternativamente recitativi (con la dominante fissa)
e a tempo (....gli faciò, gli faciò, ecc. con tonica e dominante)

(sembrerebbe che sia stata raccolta negli anni '60 a Roccaraso - portatore un montanaro)

Saluti a tutti


Risposta Condividi


[46]   
Da: alfonso 
( )
  Re: scambiamoci le canzoni
[17-12-2008]  
un'evocazione pro-diritti sindacali rubati ? presto fatto:

"..ti lamenti, ma che ti lamenti ? piglia lu bastone e tira fore li denti .."



Risposta Condividi


[47]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: scambiamoci le canzoni
[19-12-2008]  
Cerco il testo di una bella canzone eseguita
dai Solisti di Montemarano che
si intitola "Sulillo mio"
grazie in anticipo e buone feste a tutti.
Pier Filippo

Risposta Condividi


[48]   
Da: gianluca zammarelli 
  Re: scambiamoci le canzoni
[24-12-2008]  
cari amici la canzone "la leggera" che spesso canto proviene da una informazione dovuta al gruppo LA MACINA ed è una canzoncina marchigiana. Tuttavia ne esistono varie versioni anche nel Lazio, però cambia il ritornello. Infatti trionfa la leggera, la leggera trionferà è un ritornello e probabilmente ha origine dai canti di osteria del nord Italia o in ambito alpino della prima guerra mondiale, LEGGERA significa la compagnia che va a bere alle osterie.

la versione romana dice:
UNO la signora se veste de bruno perchè il bianco nuu lo vo portà

saluti

Risposta Condividi


[49]   
Da: Parolaia 
  Re: scambiamoci le canzoni
[05-01-2009]  
la versione umbra dice:
Uno, la signora si veste di bruno, che bianco non lo vuole portà,...
Due, la signora mangia l’ua, pizzutello non lo vuol mangia’...
Tre, la signora è più bella di te, se non ci credi viella a vede’...
Quattro, la signora gioca col gatto, col cagnòn non ci vuol gioca’ ...
Cinque, la signora sa dipigne, col pennello e pitturar...
Sei, al giardin ti porterei, alla villa a passeggiar ...
Sette, le giovani con le vecchie non si possono paragonar...
Otto, la signora fa’l fagotto, fa’l fagotto per partir,...
Nove, la signora fa le prove, fa le prove per sonar,...
Dieci, pastasciutta con i ceci, merluzzo e baccalà...
Undici, bastonate a tutti i giudici che non sanno giudicar,...
Dodici, è finita la canzoncina, chi sta in camera, chi in cucina, chi sta a letto a riposà...

Risposta Condividi


[50]   
Da: alfonso 
  Re: scambiamoci le canzoni
[08-02-2009]  
vi posto qui un bellissimo brano di musica "colta", eseguito con l'ausilio (anche) di due chitarre battenti

debitamente autorizzato dagli amici Rosco e Palladino lo pubblico e potete scaricarlo qui: www.alfonsotoscano.it/Aria-sopra-la-ciaccona.m4a

il file è riproducibile con QuickTimePlayer, se avete difficoltà a sentirlo ditelo

lo metto per farvelo ascoltare e perchè ho bisogno del vostro aiuto: ascoltandolo non riesco a estrapolarne il testo, tranne la prima strofa e qualche parola qua e là, non ci riesco, qualcuno mi può aiutare ?

Il brano si intitola "Aria sopra la ciaccona", conosciuto anche come " O' vezzosetta". E' un'aria di Andrea Falconieri tratta dal "Primo libro di Vilanelle" del 1616.
L'esecuzione è quella del gruppo "Antica Consonanza". La registrazione è stata effettuata durante il concerto dell' 8 dicembre 2003 presso la Sala Molinari della Chiesa dei Frati Cappuccini di Salerno, in occasione del XVII Festival di Musica Antica denominato nel 2003 "Le Armonie del Mondo" (ogni anno c'è un tema - e quindi un titolo - diverso).
L'Ensemble era - per l'occasione - così formata:
Renata Fusco - Voce
Patrizia Giannattasio: Voce, tamburello
Alfredo Lamberti: Flauto
Ermeneziano Lambiase: Spinetta
Guido Pagliano: Viola Da Gamba
Giuseppe Palladino: Chitarra Battente
Gabriele Rosco: Chitarra Battente


Risposta Condividi


[51]   
Da: Parolaia 
  Re: scambiamoci le canzoni
[09-02-2009]  
Non riesco ad ascoltare il tuo link, ma è possibile che il testo sia il seguente?



http://books.google.it/books?id=qzaskGKiiskC&pg=PA39 3&lpg=PA393&dq=vezzosetta+chioma+d'oro+dolce+ristoro&source=bl&ots =vkeF62EjCq&sig=PDed2cOAD0ZtLyum0bS_46YaKTo&hl=it&ei=Vj2QSffJEIaS_gbD_ _jFDA&sa=X&oi=book_result&resnum=4&ct=result



Risposta Condividi


[52]   
Da: lorenzo pelizzari 
(Ponte Caffaro BS)
  Re: scambiamoci le canzoni
[09-02-2009]  
Bellissima e malinconica Alfonso

ARIA SOPRA LA CIACCONA

O vezzosetta dalla chioma d’oro
Dolce ristoro d’ogni mio tormento
Deh fa contento il mio grave partire
O vezzosetta non mi far morire

O ritrosetta ch’hai si bello il seno
Se fosse, rido il mio dolente stato
Mi fa felice il mio grave partire
O ritrosetta non mi far morire

O giovanetta dalla bella mano
Non farti fuori e aspetta la mia pena
Una mercè di un mio grave partire
O giovanetta non mi far morire

O sdegnosetta dal sì crudel cuore
O mai l’ardor giù nel se cocente (?)
E dolce m’ebbe il mio grave partire
O sdegnosetta non mi far morire

O bella figlia dal soave viso
Dolce m’è il viso ormai dolce e pietoso
E da riposo al mio grave partire
O bella figlia non mi far morire.


Non so se ho trascritto tutto giusto.
Ciao lorenzo


Risposta Condividi


[53]   
Da: alfonso 
  Re: scambiamoci le canzoni
[10-02-2009]  
grazie Lorenzo, ma come ci sei riuscito ? hai trovato il testo oppure l'hai trascritta semplicemente ascoltandola ?

Risposta Condividi


[54]   
Da: lorenzo pelizzari 
(Ponte Caffaro BS)
  Re: scambiamoci le canzoni
[10-02-2009]  
l'ho ascoltata e trascritta, correggi la terza strofa

O giovanetta dalla bella mano
Non farti fuori e aspetta la mia pena
O dà mercede al mio grave partire
O giovanetta non mi far morire

La quarta strofa contiene un errore nella seconda riga

O mai l’ardor giù nel se cocente (Non riesco a sentire bene e correggere)

Per il resto spero vada tutto bene.
lorenzo

Risposta Condividi


[55]   
Da: mimmo  
(Lanciano)
  Re: scambiamoci le canzoni
[23-02-2009]  
Ragazzi, io ho prima cercato invano il testo di "soni a battenti" poi l'ho trascritta ascoltandola, ma c'è qualche parola che non riesco ad afferrare.
Qualcuno può aiutarmi?
Grazie e saluti cari a tutti.
mimmo

Risposta Condividi


[56]   
Da: valerio 
(roma)
  Re: scambiamoci le canzoni
[25-02-2009]  
sona battenti? di mimmo cavalaro per caso?

Risposta Condividi


[57]   
Da: guglielmo 
(pozzuoli)
  Re: scambiamoci le canzoni
[25-02-2009]  
Mimmo se la versione che cerchi è quella di Pino DI vittorio in "Tarantelle del Rimorso" il testo è questo:

SONA CHITARRA MIA
SONA A BATTENTI
LU SUNATORE TI DA
LI COLPI GIUSTI
SUONA CHITARRA MIA
SONA A BATTENTI

RUSPITI DA LU SONNU
NON CCHIU’ DORMIRI
CA NON CI DORMI QUANNU
C’AVIMM’AMARI.

NU LETTO DI VIOLE
CI LU FACITI
LI MATERAZZI E LI
CUSCINI DI SETA
E LI LENZOLI SONI
ARRECAMATI

LI COPERTI SONI DI
VASILICOI
SONO BELLI L’OCCHI TOI
E L’OCCHI TOI BELLI
SO’ LI FRONNI D’ARBURELLI
E L’OCCHI TOI VIVACI
SO’ LI FRONNI DI VAMMACIA

RAPILU BELLA CA T’AVI
DA PARLA
T’AVA DICERE DUJE PAROLI
TIENILE A MENTE NUN
LI SCURDA’.


(Traduzione :

SUONA CHITARRA MIA
SUONA A BATTENTE
IL SUONATORE TI DÀ
LE GIUSTE BATTUTE
SUONA CHITARRA MIA
SUONA A BATTENTE

RISVEGLIATI DAL SONNO
NON DORMIRE
PERCHE’ SE DORMIAMO
NON CI POSSIAMO AMARE

VORREI AMARTI SU UN
LETTO DI VIOLE
CON MATERASSI E
CUSCINI DI SETA
LENZUOLA
RICAMATE

E COPERTE PROFUMATE
DI BASILICO
I TUOI OCCHI
SONO BELLI
COME LE FRONDE DEGLI ALBERI
I TUOI OCCHI SONO VIVACI
COMME FIOCCHI DI BAMBAGIA

APRILI BELLA CHE DEVO PARLARTI
DEVO DIRTI DUE PAROLE
RICORDALE NON
LE DIMENTICARE.)

A presto



Risposta Condividi


[58]   
Da: mimmo 
(Lanciano)
  Re: scambiamoci le canzoni
[25-02-2009]  
Guglielmo...sei magico. Mi hai capito al volo! :-)
Grazie e a presto spero, con te e tutti i "battentisti"!
Ciao.

Risposta Condividi


[59]   
Da: valerio 
(roma)
  Re: scambiamoci le canzoni
[26-02-2009]  
salve sig. pierfilippo trovo eccezzionale il lavoro da lei svolto,e veramente utile.

Risposta Condividi


[60]   
Da: Alfonso 
  Re: scambiamoci le canzoni
[08-07-2009]  
cercasi altre strofe e/o varianti di questo brano conosciuto come "vola palomba", grazie

Vola palomba vola, se tanto voi volar,
da 'mbracci-a mamma tua io ti veng'a piglià.
Io mi faccio rosa, in giardino me ne vado.
Se tu ti fai rosa e 'ngiardino te ne vai
io me faccio giardiniere, ti vengo a coltivà.
Se tu ti fai giardiniere e me vieni a coltivare,
io mi faccio uccello, nel bosco me ne vado.
Se tu ti fai uccello e nel bosco te ne vai,
io mi faccio cacciatore e vengo a te a sparare.
Se tu ti fai cacciatore e mi vieni a sparà
io mi faccio pesce, nel mare me ne vado.
Se tu ti fai pesce e nel mare te ne vai
io mi faccio pescatore, ti vengo io a pescà.
Se tu ti fai pescatore e vien'a me a pescà
io mi facio suora, 'nconvento me ne vado.
Se tu ti fai suora e 'nconvento te ne vai,
io mi faccio prete e ti vengo a confessà.
Se tu ti fai prete e mi vieni a confessare
io mi spoglio da monaca e in casa me ne vado.
Se tu ti spogli da Monaca e in casa te ne vai
io mi spoglio da prete e l'amore andiano a fà.

Risposta Condividi