www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 20 Ottobre 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Alfonso 
(Grande Lucania)
  flauti NON di canna
[05-05-2008]  
non mi sembra il caso di inquinare il topic sulla costruzione dei flauti canna quindi ne apro un'altro dove possiamo parlare degli altri tipi di flauto


un arrivo fresco fresco sempre dal safari alla fiera di Arezzo...., la finestrella è nella parte posteriore e il portavoce pure ma è vicino all'estremità, l'origine è cgiaramente orientale ma se qualcuno ne sa qualcosa di più preciso ce lo dica, il venditore non ne sapeva niente,

il legno assomiglia un pò al mogano







Risposta Condividi


[46]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: flauti NON di canna
[25-02-2009]  
Dimenticavo:
Fai la finestrella a 2-2,5 cm dal bordo (secondo il gusto, in riferimento alla lunghezza del becco che si vorrà ottenere), tenendo conto anche che più è lungo il becco e più lungo sarà il canaletto da realizzare con la relativa zeppa (quindi becco corto= realizzazione più facile).
Fai il canaletto e la zeppa, provala e se il suono base è soddisfacente puoi anche incollarla se vuoi.
A questo punto devi dare un nome alla nota emessa (sarà sicuramente più bassa della nota che ti occorre, vista la lunghezza della canna) ed accorciare fino ad ottenere la nota deisderata, dopo
aver stabilito la scala che vuoi ottenere ( tenedo conto che la scala di Sol è: SOL LA SI DO RE MI FA#
quindi se fai il 7+1 dovresti mettere il FA# al posto del FA del friscaletto) e partendo da sotto dovresti avere FA# SOL LA SI DO RE MI FA# SOL.


Risposta Condividi


[47]   
Da: Michele 
(Palermo)
  Re: flauti NON di canna
[25-02-2009]  
Scusate Alfonso e Giancarlo ma il finocchio non è troppo poroso?
In Sicilia questi legnetti si intrecciano con fili fatti ad esempio da ginestra per ricavare piccoli cestelli-contenitore.
Personalmente non lo vedo adatto anche perchè è, per sua natura, molto fragile.

Risposta Condividi


[48]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: flauti NON di canna
[25-02-2009]  
Michele, io la penso esattamente come te: il "legno di finocchio" va bene esclusivamente per i flauti effimeri, cioè destinati a durare poco e principalmente come giocattolo.
E' abbastanza fragile, poco resistente agli schiacciamenti.
Veniva usato, anche verde, per la realizzazione di piccole trombette e clarinetti.

Risposta Condividi


[49]   
Da: alfonso 
  Re: flauti NON di canna
[01-03-2009]  
caro Giancarlo ti ringrazio per la risposta, ho preso nota e procederò appena possibile secondo le tue preziose informazioni,

riguardo ai finocchio volevo semplicemente segnalare un'altra possibilità oltre alla canna, è chiaro che non è certo adatto a realizzare un flauto "da competizione", ma se uno si trovasse in campagna e gli venisse voglia di fare un flauto e non trovasse canne mentre fosse circondato di finocchi.. sappia che ci può provare con questi..

Risposta Condividi


[50]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: flauti NON di canna
[01-03-2009]  
Alfò hai ragione!
Bisogna però precisare che non è per niente facile realizzare flauti con fusti di Foeniculum vulgare (finocchio selvatico), proprio per la friabilità del fusto secco e per il sottile spessore delle pareti.

Molto facile invece, l'uso dei fusti verdi: basta un taglio di un paio di centimetri che divida in due la prima parte di un segmento più lungo ed una istantanea "trombetta" ad ancia doppia battente è fatta!

Dunque, non lasciamoci "infinocchiare" dall'apparente semplicità del fusto cavo!

...A proposito: si dice "lasciarsi infinocchiare" perchè a chi si recava ad acquistare vino nelle cantine, spesso venivano offerti spicchi di finocchi, risaputamente aromatici, con il recondito scopo di mascherare al gusto i difetti del vino scadente.

Saluti.


Risposta Condividi


[51]   
Da: Michele 
(Palermo)
  Re: flauti NON di canna
[03-03-2009]  
A questo punto sarebbe bello aprire un'argomento sugli "strumenti effimeri", no?
Io sti trombettini a doppia ancia li faccio con le cannucce di plastica, mentre spesso a mare faccio flauti traversi di canna (a fare un becco perderei troppo tempo)... la canna a mare è sempre fradicia, ma se la bagno con l'acqua si "salda" e suona... almeno quella mezz'ora che serve...
Strumento effimero potrebbe considerarsi anche la semplice foglia fatta suonare...

Risposta Condividi


[52]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: flauti NON di canna
[16-03-2009]  
Questo è il particolare di una foto del1897
scattata a Piagge (Ascoli Piceno) in occasione di una
cerimonia.
Qualcuno sa dirmi di che tipo di flauto si tratta?








Risposta Condividi


[53]   
Da: giuseppe lerose 
(Modena)
  Re: flauti NON di canna
[08-06-2009]  
ieri mi sono trovato per caso a un mercatino di roba vecchia in un paese di montagna ho comprato questo a 2 euro molto bello buona musica a tutti











Risposta Condividi


[54]   
Da: gianluca zammarelli 
  Re: flauti NON di canna
[09-06-2009]  
pare essere un flauto di corteccia.

Come stai? tutto bene?

complimenti davvero per il calascione!


Risposta Condividi


[55]   
Da: giuseppe lerose 
(modena)
  Re: flauti NON di canna
[10-06-2009]  
ciao zamma, come stai? il flauto e' molto bello non mi sembra di corteccia.
qui modena le cose non vanno molto bene con il lavoro, del resto tutto ok, ci vediamo quest'estate in qualche occasione?????? sai qualcosa se il maestro cataldo perri organizza il 2° raduno della battente?????? un caro saluto a te e famiglia ni sentimu chiu e chilla via giuseppe


Risposta Condividi


[56]   
Da: gianluca zammarelli 
  Re: flauti NON di canna
[11-06-2009]  
ciao
mi fa piacere sentirti, forse sarò a Bisignano ad Agosto sempre per Cataldo, se ci vediamo dobbiamo farci una suonata insieme!
cari saluti

Risposta Condividi


[57]   
Da: Giorgio Maltese 
(Catania)
  Re: flauti NON di canna
[11-06-2009]  
Un friscaletto molto particolare
http://www.youtube.com/watch?v=W3goeFl7_vg

Risposta Condividi


[58]   
Da: ANTONIO 
(VITERBO)
  Re: flauti NON di canna
[16-06-2009]  
sempre sul termine "infinocchiare":
in toscana con lo stesso scopo, cioè mascherare i difetti del vino, venivano offerte agli acquirenti delle fette di finocchiona...
Ciao a tutti ed in particolare al mio maestro Zammerelli

Risposta Condividi


[59]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: flauti NON di canna
[16-06-2009]  
Grazie della segnalazione.
Buona la Finocchiona, ma vuoi mettere una buona fetta di "Ventricina" piccante!!!!

Risposta Condividi


[60]   
Da: Antonio 
(viterbo)
  Re: flauti NON di canna
[17-06-2009]  
mangio tutto...finocchiona, ventricina, il capocollo ed il prosciutto da favola che fa mia suocera...basta che non sia roba industriale....Alfo' mi sa che devi ribattezzare il sito"la tavola degli ignoranti"

Risposta Condividi