www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 22 Luglio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
( )
  Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2007]  
è lanciata una nuova tenzone, queste le regole:

1) il componimento deve essere in rima e metrica
2) è consentito l'uso di ogni metrica
3) la risposta deve essere pertinente
4) è consentito ogni dialetto, lingua, idioma
5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce
7) i componimenti che contengano trasgressioni alle regole verranno cancellati

ps: questo nuovo topic inizia con l'ultimo componimento postato nel vecchio topic.



Risposta Condividi


[541]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2008]  
Nun sò rimminchionito , ‘n ve credete,
nun è che Pino fà la “santarella “
perché fa er falso santo ovvero er prete.
Ho scritto ggiusto, ho scritto “sartarella”
ma cor computer nun ce se compete
e ha corretto nella sua favella.
Lui nun lo sa che rompe li cojoni,
quanno,da solo, fà le correzioni!


Risposta Condividi


[542]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-09-2008]  
A Cericè, nun stai tra li minchioni.
Hai visto giusto, stetti 'n seminario.
De preti ne conobbi farsi e boni
e de santi è pieno er calendario.
E qui nun sto pe' fare li sermoni
e manco pe' sta' a di' co' voi er rosario,
ma da li preti, quello ch'ho 'mparato,
è soddisfa' le voje der palato.

Risposta Condividi


[543]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-09-2008]  
Devo dì che sei ‘n omo affortunato
certo è la mejo scola er seminario,
speciarmente si doppo l’hai sfangato.
Te ‘mpari tutto e poi, si fai er contrario
de tutto quello ch’hanno predicato,
basteno ddù preghiere cor breviario.
Fa quer che er prete fà, no quer che dice
e la vita te score a buro e alice!



Risposta Condividi


[544]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-09-2008]  
Infatti ne la vita so' felice.
M'hanno 'nsegnato la filosofia,
senza dove' suda' sette camice;
e bona sorte fù de chiappa' via
prima de carosamme la cervice.
Oggi nun parlo più de teocrazia,
ma vivo tanto bene a la giornata;
io magno, bevo e faccio 'na .....sonata.

Risposta Condividi


[545]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-09-2008]  
Beato a chi pò fà vita beata
a smanticià organetti in allegria
e pò campà tranquillo a la giornata,
magari co’ l’amici all’osteria.
Me sà che l’organettoterapia
è la cura ppiù bella mai inventata.
Edoardo Morello che ne penza?
Musicoterapia è la sua scienza!


Risposta Condividi


[546]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-09-2008]  



Ad Edoardo chiedo la licenza,
per dire qualche cosa sul sociale.
Riscontro da ogni parte la presenza
di un linguaggio sempre più gergale.
Talvolta si rasenta l’indecenza,
nell’uso d’un frasario maniacale.
La lingua inglese sembra vincitrice
povero Dante e povera Beatrice!

Da qualche tempo ho male alla cervice
per l’uso che si fa del neologismo.
Venezia la traducono in Venìce,
perché si tiene a galla col turismo.
Mangiamo frequentando il Self-Servìce,
in tutta fretta e in preda al nervosismo.
Queste parole nuove son già antiche
Ben presto finiranno alle ortiche.

Sempre più spesso stampano rubriche
fatte chissà da qual casa editrice,
contengono parole non più amiche,
le sparano con la mitragliatrice.
Le mani mie son piene di vesciche
vane le cure d’una guaritrice.
Trovo quelle parole disgustose
mi danno irritazione alle mucose.

Invece trovo molto spiritose
parole come questa: Amatrice;
dove ti fanno dell’endovenose
di “bucatini” in men che non si dice.
Le ciaramelle qui son capricciose,
il loro suono è la miglior cornice.
Un’altra parolina che mi piace
è la salsiccia cotta sulla brace.

Bisogna che la fiamma sia vivace,
la carne va girata e rigirata,
talvolta trovi quella un pò tenace,
potrebbe diventar carne bruciata,
ma con un cuoco abile e capace
sicuramente è buona la grigliata.
L’ "amburgher" gli fa un baffo alla salsiccia
sia con il caldo che con la pelliccia .

Peppino di Rosa




Risposta Condividi


[547]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-09-2008]  
Ah ma qui la faccenna s’arimpiccia.
Co’ la scusa d’annare sur sociale,
Peppe je la da ggiù co’ la salciccia.
Farà la dieta ma cor cannocchiale
e pure i bucatini se li spiccia.
Doppo, vedrai, se fa pure ‘n boccale.
Che ce mettemo noi nella panzetta
Si lui se magna ogni sarciccetta?

Er pulentone fatto a fetta a fetta,
broccoletti de rapa struscinati,
sparsi sur pulentone a cupoletta,
ddù bicchieri de vino de Frascati.
Se deve magnà piano, senza fretta,
era pasto da pori disgrazziati.
Ma quanto che me piace ‘n poi sapere,
… io me lo magnerei tutte le sere!


Risposta Condividi


[548]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-09-2008]  
Allora riempimese er bicchiere,
affogamoce tutti li problemi.
Si volete sape' er mio parere:
la massa ce considera blasfemi
perché noi semo contro quer potere
ch'impone de sta' dentro a certi schemi.
Perciò io brindo adesso co' voi tutti:
evviva er vino bono e li preciutti !

Risposta Condividi


[549]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[19-09-2008]  
Quanno ce stà da bbeve te ce butti
ma te stò appresso pé ‘n incollatura
io pure bevo a tutti, belli e brutti,
e brindo pure co’ la scolatura,
perché, ce lo sapete certo tutti,
chi se la bbeve è bello de natura .
E che ce frega de chi c’ha er potere.
… Prima o ppoi more puro er Cavajere!


Risposta Condividi


[550]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[22-09-2008]  
E certo, Cericè, sei der mestiere,
'ché pure cor Berlusca fai la rima.
Inzieme a te io arzo er mio bicchiere
e brindo a chi c'è doppo o c'era prima,
'ché prima o poi costui dovrà cadere,
sinnò ci'annamo noi giù pe' la china.
Ma a parte 'sta parentesi distratta,
nun ne parlamo qui e famo patta.

Risposta Condividi


[551]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[22-09-2008]  
A stare co’ ‘na scarpa e ‘na ciavatta
ce semo abbituati e l’organetto
ci ajuta a immagginare che la gatta
che và al lardo ce lascia lo zampetto.
E mentre che aspettamo che “lei” schiatta
noi … s’ariconzolamo co’ l’ajetto.
Daje Mao, daje Peppe, daje Pino,
famo stornelli e arzamo er bicchierino!


Risposta Condividi


[552]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[22-09-2008]  
Quell'artri stanno a fa'un sonnellino.
Semo rimasti 'n due a tene' banco;
e mentre se bevemo er grignolino,
vedemo de risveja' 'sto branco
che dice de canta' solo cor vino,
ma 'nvece pare che qui 'nnamo in bianco.
'ché tutti so' rimasti senza fiato
pe' quello ch'er Berlusca ha dichiarato.

Risposta Condividi


[553]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[22-09-2008]  
A stornellà sur vino m’hai chiamato
e cor bicchiere in mano t’arisponno,
mentre che “quello” và a moriammazzato,
come me l’ha ‘nzegnato poro Nonno.
Nun battezzate er vino ch’è peccato,
lui solo è nato puro in tutto er monno.
Er prete se lo bbeve sull’artare
io me lo bevo indove che me pare!


Risposta Condividi


[554]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[22-09-2008]  
E si che questo è proprio un bell'affare,
indove differente è l'opinione:
da solo io lo bevo ner magnare
oppure quanno fò meditazione;
ma l'artre vorte, mio caro compare,
a beve co' l'amichi è bona azione.
Comunque è mejo beve da seduti
ner fasse co' l'amichi li saluti.

Risposta Condividi


[555]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[22-09-2008]  



Non sò da quale parte cominciare,
se criticare Silvio Berlusconi,
riguardo all'Alitalia e al nucleare,
ed altre complicate situazioni.
Oppure due parole dedicare
a voi signori delle libagioni.
Al Silvio queste righe ho riservato,
prego leggete il mio comunicato.

Pure se parla a Camera e Senato
non mi sento per nulla intimorito,
peraltro già mi sono preparato,
aspetto di ricevere un invito,
per dare a quell'essere truccato
il mio definitivo benservito.
L'Italia della lotta partigiana
la rappresenta lui con la bandana.

Durante questa fine settimana,
sono partito per il paesello,
faceva fresco, tanta tramontana,
ho acceso, perfino, un focherello.
Ho preso di salsicce una collana
l'ho cotte bevendo del vinello.
Ed oggi che al lavoro son tornato,
invio saluti a tutto il "comitato".

Peppino di Rosa



Risposta Condividi