www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 22 Ottobre 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
( )
  Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2007]  
è lanciata una nuova tenzone, queste le regole:

1) il componimento deve essere in rima e metrica
2) è consentito l'uso di ogni metrica
3) la risposta deve essere pertinente
4) è consentito ogni dialetto, lingua, idioma
5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce
7) i componimenti che contengano trasgressioni alle regole verranno cancellati

ps: questo nuovo topic inizia con l'ultimo componimento postato nel vecchio topic.



Risposta Condividi


[526]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[15-09-2008]  



A me invece serve un incentivo
perchè io preferisco la minestra
e prediligo un pasto sbrigativo
ad una grande cena da palestra.
Il troppo cibo è come un esplosivo
mi blocca braccia gambe e mi sequestra.
Tutte le sere salto la mia cena
...mi lego al letto con una catena.

Peppino di Rosa



Risposta Condividi


[527]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[15-09-2008]  
All’anima de “salto la mia cena”
ma allora Matriciana e Carbonara,
che c’hai cantato co’ la cantilena,
chi se la magna co’ la Vaccinara?
Mica ce vorai dì ch’era ‘na scena?
O che nun ce stà ppiù chi la prepara.
Mò, tuttanbotto magni la minestra?
Me sa ch’è ‘na buscia un po’ maldestra!


Risposta Condividi


[528]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
Si Cericè s'abbuffa e va 'n palestra,
Peppino, 'nvece, fa 'na litania;
a me convie' sarta' da la finestra
e rifuggiamme drento a 'n'osteria.
Si, proprio quella che sta 'n fonno a destra,
indo' ce trovo bella compagnia.
C'è cacio, vino e pane fatto a fette
e poi me fò 'na briscola e 'n tresette.

Risposta Condividi


[529]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
Te seguo senza manco stà a riflette,
che io ‘n palestra nun ce vado mmai,
me’nfilo li carzoni e le carzette,
le scarpe e arivo indove che tu stai
t’aiuto a beve un paro de fojette
e porto l’organetto,… ‘n se sa mmai.
Che, si ce sta’ ‘na bella compagnia,
se po’ pure cantare in allegria


Risposta Condividi


[530]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
Pure pe' te, lo vedo, è 'na mania
de canta' inzieme all'organetto,
e nun disdegni manco l'osteria,
dove Peppino pure è più perfetto.
Potremmo de 'ncontrasse indove sia,
abbasta stabbilillo, è presto detto.
Adesso semo amichi sol di sito,
pertanto ve rinnovo quest'invito.

Risposta Condividi


[531]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
Tu sei l’organettaro preferito,
sonà come sai tu è er sogno mio
pe’ cercà de copiatte so’ ammattito;
ma Pontuali è uno solo e nun so io.
Da ’ndove stò nun so’ ancora partito
e quanno parto lo sa solo Iddio.
Però si vai co’ Peppe ar bettolino
so’ in spirito co’ voi ... sai che casino!


Risposta Condividi


[532]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
Dovemo de sta' 'ntorno a 'n tavolino
pe' diverticce come piace a noi;
però tu ci'hai da esse' co' Peppino,
che semo tutti quanti antieroi
ma er sentimento ci'amo genuino,
co' la filosofia poi der poi.
Ma si t'ho da chiama', in caso mai,
ce lo voi di', adesso, 'ndo' che stai ?

Risposta Condividi


[533]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
Da quasi tre mesetti me ne annai
ar centro dell’Europa da mi fia,
dovevo stacce poco ma restai
pe’ rogne sanitarie de famia,
ma appena se risorvono ‘sti guai
faccio ritorno sverto a casa mia.
Verrò co’ ‘ n vino bianco de Mosella
e tu me sonerai ‘na sartarella.


Risposta Condividi


[534]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano (Rm))
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  


Io mi contento d'una "romanella",
di vino genuino dei "castelli".
Dapprima mangio una "stracciatella"
di quella fatta con i "Tonnarelli".
Una lombata cotta alla padella,
se no preparo un pò di "fegatelli".
Però il "CIRICE' mica l'ha detto
nel Lazio dove lui trova "ricetto".

Peppino di Rosa

Risposta Condividi


[535]   
Da: mao 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[16-09-2008]  
se tardo a replicar non è dispetto
c'ho na difficoltà col marchingegno
sentendove parlar me dole er petto
trattando de magnà so mette er segno.
scrivendolo così proprio de getto
io ve racconterò d'un pasto degno
del meglio re dei re, degno d'un santo
del santo "mitti a beve" che io canto

seduti intorno a tavolo fin tanto
che dal camin la pentola borbotta
cuocendo pian farina rossa, intanto
su una "tigama" vecchia in terracotta
saltellano salciccie ch'è un incanto
insieme a spuntature e ciccia cotta,
stasera ci fermiam al preparare
forse domani si potrà assaggiare.
ciao
mao

Risposta Condividi


[536]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2008]  
Quanno ce sò stò a Roma ad abbitare
e ce sò nato, quasi a Porta Pia,
però mai ho penzato a rinnegare
l’origgine de la famija mia
che dar paese suo dové scappare
perché ce stava troppa carestia.
Perciò ner sangue c’ho la sartarella
e ‘r vino de cupella a garganella!

Peppe! ‘na vorta ceni a minestrella
e preferisci un pasto sbrigativo,
‘na vorta ‘na lombata alla padella
(e questa te la pure sottoscrivo)
ma prima manni ggiù ‘na stracciatella,
me sembra che sei troppo repressivo,
co’ le ggiuste richieste della panza:
Chi può e non magna nun c’ha perdonanza!

Pure pe’ Mao nun è malacreanza
magnà sarcicce co’ le spuntature
Pino va a vino e cacio pe’ pietanza
io magno tutto, pure le verdure,
e invece Peppe pare che, in sostanza,
prima parla de mille svojature
poi se ‘ncatena a letto senza cena…
Ma prima s’è magnato ‘na balena!


Risposta Condividi


[537]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2008]  
Qui nun se magna solo pe' fa' scena,
'ché tutti qui ci'avemo l'appetito.
Peppino pare faccia l'artalena
dicenno che lui magna più compito.
Se sta a magna' 'na pecora ripiena
e tracanna dar boccale, garantito.
Ma pe' sfatare tutta 'sta leggenna
vedremo chi all'invito, mo, tentenna.

Risposta Condividi


[538]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2008]  



A questo punto prendo carta e penna,
per meglio precisare il mio pensiero.
Mi piace il fagiolo e la cotenna,
che può sembrare un piatto alquanto austero.
Partendo da Trieste fino ad Enna
qualunque piatto faccio prigioniero.
Se poi vi serve il nome d'un buon vino....
....sarebbe meglio quello genuino!

Parlai di Cannonau e Vermentino,
ma pure il Chianti con il Sangiovese,
Barolo, Barbaresco e Bardolino,
mi vanno bene insieme al Cesanese.
Se fossi un prete, allora, Schioppettino.
Vino italiano e non quello francese.
Perchè l'uva, da noi, meglio matura,
non ha bisogno di nessuna cura.

Peppino di Rosa



Risposta Condividi


[539]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2008]  
E questa, finarmente, è un'arte pura !
Mo io te riconosco, amico bello,
svelasti, finarmente, la natura
der sentimento tuo, caro fratello.
Qui ci'accommuna la bevanda pura
che ci'ha pe' nome chianti oppur brunello.
Pertanto, a chi je piace la poesia,
verseggia con bicchier de marvasia.

Risposta Condividi


[540]   
Da: cericè 
(piccolo lazio)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2008]  
Lo dicevo pè fa ‘na cortesia
che io portavo er vin della Mosella
pe’ passà ‘na serata in allegria
mentre che Pino fa la santarella.
Però si preferite malvasia,
a cambiare pe’ mme è na bagattella.
Portate pure er vino che volete,
vordì ch'io porterò solo la sete!


Risposta Condividi