www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 25 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[421]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[07-04-2008]  
in anteprima..:

Sabato 10 maggio 2008 il CIRCOLO GIANNI BOSIO
Via di Santambrogio 4 - II Piano, Roma, presenta

STAGE COSTRUZIONE FLAUTI DI CANNA…e simili
DUE STAGE IN UNO !

A cura di Gianluca Zammarelli

Nella tradizione popolare c’è un aspetto che accomuna un po’ tutte le regioni d’Italia: l’uso di strumenti rurali costruiti con la comune canna.
Chiaramente in ogni luogo ci sono delle differenze, ma fondamentalmente questo tipo di strumento è nato per esigenze venatorie, come richiamo per la caccia (durante lo stage saranno visionabili alcuni di questi oggetti provenienti dal Cilento).
Con l’evoluzione di questi oggetti si arriva a veri e propri strumenti sia a tacca sia ad ancia, che i pastori e i contadini si auto-costruivano e suonavano accoppiati con altri strumenti, famosi sono i flauti siciliani e calabresi; i flauti di osso (abruzzo e cilento) hanno lo stesso procedimento costruttivo di quelli in canna.
L’incontro tratterà inoltre della costruzione di semplici clarinetti popolari antenati delle zampogne, con l’utilizzo dell’ ancia semplice battente, quindi lo stage è anche un occasione per imparare la costruzione e l’accordatura di un ancia, avendo la possibilità di seguire 2 stage in uno.

ARGOMENTI
Flauto cilentano e ciociaro a 4-5 fori
Flauto doppio a paro e a chiave
Flauto a 7 fori
Flauto traverso
Clarinetto popolare singolo e doppio
Ance semplici battenti e accordatura
Accenni sui repertori e diteggiature

PROGRAMMA

10-13
- panoramica degli utensili e uso del coltello (manualità )
- taglio della canna e preparazione
- creazione della tacca e della zeppa
- trucchi e segreti/risoluzione imperfezioni

14-18

- fori digitali e intonazione (alla pecorara, alla zampognara, minore e maggiore, ecc)
- estetica tradizionale del sud-Italia
- costruzione di un ancia semplice e accordatura di un clarinetto popolare
- usi del flauto e del clarinetto
- diteggiature e cenni sul repertorio

Il materiale sarà fornito dal maestro e gli strumenti costruiti saranno propietà di ogni partecipante

COSTO: 65 € - Info: 3281750244 / 0668135642 (su prenotazione posti limitati)

Gianluca Zammarelli: musicista polistrumentista, nel campo dei flauti di canna ha acquisito le tecniche costruttive e musicali tradizionali del Cilento, comuni tuttavia a gran parte d’Italia, sperimentando l’unione di tecniche empiriche tradizionali con tecniche più scientifiche mirate a costruire strumenti accordati, affidabili, duraturi divenendo esperto di accordatura e di risoluzione imperfezioni.
Ha inoltre studiato i singoli repertori e stili di varie zone d’Italia unitamente alla ciaramella e alla zampogna, imparando la costruzione e l’accordatura di ance doppie, in canna e plastica, e di ance singole.

Risposta Condividi


[422]   
Da: gianluca zammarelli 
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[08-04-2008]  
riguardo la posizione: chiaramente questa tecnica era utilizzata per flauti tradizionali a 4 fori, percui col coltello a occhio si segnava la posizione (non troppo vicina alla tacca, diciamo 2-3 cm), inoltre il penultimo foro veniva fatto perpendicolare al portavoce. In questo tipo di flauto tutti i fori erano dello stesso diametro (stesso ferro infuocato) e poi lievemente aggiustati; il motivo di ciò era nella diteggiatura incrociata a quarta eccedente.
Per flauti più evoluti (anche se con la diteggiatura incrociata puoi arrivare a più di un ottava), consiglio di regolarsi a occhio in base alle proprie dita e sicuramente non oltrepassare i 3 cm dalla tacca

Risposta Condividi


[423]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[10-04-2008]  
Bello sto seminario! Spero di esserci, da Palermo darà un po' difficile ma... non è detta l'ultima parola...
Ho fatto uno strumento da poco, ma a livello sperimentale (la canna ancora verde), solo perchè non ne ho mai fatto uno in do... però per sicurezza, almeno per consolidare le conoscenze acquisite, ho preferito fare i fori sempre dal basso verso l'alto, tra l'altro ho dovuto realizzare due forellini extra di intonazione dello strumento... altrimenti mi veniva in si... in effetti non ho ancora chiaro come realizzare esattamente il portavoce prima degli altri fori e realizzarlo nella giusta posizione... vorrei provare ma...
Cos'è la diteggiatura incrociata a quarta eccedente?
Grazie per la risposta!!!


Risposta Condividi


[424]   
Da: gianluca zammarelli 
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[10-04-2008]  
ciao
prima di tutto devo dire che anche io ora parto dal basso perchè ormai so a occhio come fare la tacca, e semmai la correggo un poco dopo (comunque capita sempre il flauto da gettare nel fuoco), la diteggiatura incrociata è simile a quella a forchetta e permette con solo 4 fori di fare 8 note aprendo prima il foro avanti e poi quello dietro (si fa prima a farlo vedere). Spero che riuscirai a venire sennò mi tocca fare delle dispense video scaricabili dal sito.
saluti

Risposta Condividi


[425]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[10-04-2008]  
X Michele,
facendo 2 forellini in basso, si riesce ad alzare la tonalità di un semitono? Ho qualche friscaletto in SI dove non posso accorciare la culazza perchè siamo al limite dell'ultimo foro.

Ciao Pippo

Risposta Condividi


[426]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
x pippo: si, puoi farne di fori 1,2 o 3, a seconda di quanto vuoi alzare e anche dimensionarli come vuoi visto che servono per intonare e non si usano, ovviamente devi posizionarli prima ancora del primo foro, ti consiglo di cominciare con un microbuchino, visto che c'è il serio rischio di alzare troppo l'intonazione dello strumento... fai attenzione! io l'ho fatto di recente, come detto, per ottenere un friscaletto in do, anche se è stato un'esperimento visto che l'ho fatto su una canna praticamente verde.... poi ne farò uno "piccomèddiggiustu" ;-)

x gianlucazimmarelli: grazie dei consigli, potrei usare come base d'appoggio mio fratello che vive a Roma, fattore limitante: studio e lavoro!!! spero bene!!!

x giancarlo: dove sei finito? :-)

Risposta Condividi


[427]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
Grazie Michele, visto che vanno fatti sotto l'ultimo foro, si possono fare anche dietro vero?
Intanto provo in un friscaletto che non è venuto tanto bene

Ciao Pippo

Risposta Condividi


[428]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
Dovrebbe essere "dopo" l'ultimo foro, per la posizione puoi metterlo/i dove vuoi, basta che non si sovrappone linearmente al primo foro, Pippo se vuoi io stasera verso le 9 suono alla fiera del mediterraneo, per cose elettorali, ma farò un'oretta di concerto circa... porto con me lo strumento in do e te lo faccio vedere... al limite pure prima visto che ci andrò alle 7,30 per sistemare, coi fonici, gli strumenti che userò...ciao!

Risposta Condividi


[429]   
Da: Peppe 
(Napoli (prov 'e munnezz'))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
Salve, io sono riuscito a fare un friscaletto finalmente perchè ho trovato legno(per zeppe) e canne grosse e invecchiate. Ho fatto 7 fori e un portavoce usando le tecniche base. Mi è venuto fuori un flauto in Re con tutte le altre note in # tranne la prima che è un Do e l'ultima che è Re appunto. Dovrei accordarlo allargando i fori? Oppure ho sbagliato qualcosa? Vorrei postare la foto ma non so come si fa.
Scusate ma sono ancora forse troppo un principiante e spero che qualcuno mi aiuti nonostante ormai il seminario sia andato oltre questi problemucci...

Risposta Condividi


[430]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
Peppe i fori si accordano mentre si fanno...mi spiego meglio: fai il primo foro e lo accordi prima di fare il secondo, altrimenti se fai il secondo e poi correggi il primo automaticamente ti sballerà l'intonazione pure del secondo foro... ti conviene fare 2 cose: primo munirti di una scorta di materiale da costruzione abbondante, anche scarsa, per fare esperimenti e secondo leggere (lo so sarà difficile, è stato scritto tanto) tutti i post, gente in gamba ha dato ottimi consigli sulla costruzione con un buon livello di definizione.
Ricorda di allargare i fori sempre mooooooolto a poco a poco e controllare regolarmente l'intonazione.

Circa l'accordatura, se lo strumento è in do, dal foro più basso le note sono: la, sib, do, re, mi, fa, sol, la, si, do
il fatto che ci sia il sib anzichè il si deriva dal fatto che lo strumento in do maggiore si presta bene per essere suonato anche in re minore, correggendo il si un'ottava alta, infatti la scala di re minore ha le stesse note di quella di fa maggiore (che è la sua relativa maggiore).
Se poi vuoi puoi correggere il sib e portarlo a si prendendo col dito il foro a metà...
Caspita a spiegare le cose sono una frana, mi date una mano? io ci ho provato, casomai dimmelo che ripeto con altre parole.... sperando di essere chiaro...

Risposta Condividi


[431]   
Da: Peppe 
(Napoli (prov 'e munnezz'))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
si sei stato chiaro, solo il fatto dell'ottava non lo riesco a capire, sarà perchè non sono un suonatore di flauti come voi. Però dovrei cominciare a capire l'accordatura, dovrei farla su un flauto già accordato vero? E la distanza tra i fori non influisce sull'accordatura? Quindi per forza di cose un foro dev'essere accordato prima o poi limandolo...

Risposta Condividi


[432]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
Appena possibile cercherò di postare le diteggiature.... ora nn ce la faccio col tempo, ok? a presto!

Risposta Condividi


[433]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2008]  
Ciao Michele, non posso venire stasera a Palermo, ho altri impegni, anch'io sono a suonare, il clarinetto però, ti ringrazio lo stesso, sarà per la prossima volta.

Ciao pippo

Risposta Condividi


[434]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[13-04-2008]  
Chiedo informazioni sui flauti di canna doppi, tipologie, accordatura, usi.... forza!!! che la sapete più lunga di me!!! aiutatemi perchè ho bell'e passato i trent'anni e mi fate sentire il peso dell'età e la coscienza sporca soltanto per questo... per il resto tutto ok, ma voglio morire tardi, suonandoli... il tempo, comunque....stringe!!!

Risposta Condividi


[435]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[13-04-2008]  
Aargh!!!

Risposta Condividi