www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 25 Giugno 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  iconografia della battente
[23-01-2009]  
Vorrei invitarvi a inserire le vostre battenti.
Inizio io con la mia:
liutaio: Rosalba De Bonis (Bisignano)
anno: 2008
proprietà: Pier Filippo Melchiorre







Risposta Condividi


[16]   
Da: Pasquale Scala 
(Praiano)
  Re: iconografia della battente
[02-03-2009]  
TUTTI I PONTICELLI DI STRUMENTI CHE ANNO LA TAVOLA ARMONICA CON LA
PIEGATURA TIPO MANDOLINO -MANDOLA , CHITARRA BATTENTE-MANDOLONE
DAL 1700 AL PRIMO 900 SI FACEVA QUESTO TIPO DI PONTICELLO IN LEGNO CON LE
TACCHE E UNA STRISCIA DI OSSO DOVE APPOGGIANO LE CORDE
POI ERA IL LIUTAIO A FARLO BELLO O BRUTTO A SECONDO LE PROPRIE QUALITA'
DATE UNO QUARDATA AI PONTICELLI DEI MANDOLONI POSTATI SUL FORUM,
QUELLI CHE SI FANNO OGGI SONO UN SURROGATO.
IL PONTE DELLA CHITARRA IN QUESTIONE E UN PO' TOZZO BRUTTINO MA NON E
SBAGLIATO, PURTROPPO PONTICELLI E PIROLI SI ROMPEVANO O SI PERDEVANO
FACILMENTE.
PASQUALE SCALA















.


,

Risposta Condividi


[17]   
Da: Pasquale Scala 
(Praiano)
  Re: iconografia della battente
[02-03-2009]  
chiedo scusa ma l'acca se nè scappata

Risposta Condividi


[18]   
Da: valerio 
(roma)
  Re: iconografia della battente
[05-03-2009]  





rosalba de bonis
fecit 2008
n°14
proprieta:Valerio Filippi

Risposta Condividi


[19]   
Da: Marcello 
  Re: iconografia della battente
[13-04-2009]  







chitarra battente di Ciro Sirleto (inizio anni 80)
il chitarrista ha una faccia conosciuta, mi sembra di averlo gia visto
ma non ricordo dove.

Risposta Condividi


[20]   
Da: Alfonso 
  Re: iconografia della battente
[13-04-2009]  
è lui o non è lui ?

Risposta Condividi


[21]   
Da:  
  Re: iconografia della battente
[14-04-2009]  
perdonate l'ignoranza ma chi è Rosalba De Bonis?
tommaso

Risposta Condividi


[22]   
Da: Gianfranco p. 
  Re: iconografia della battente
[14-04-2009]  
E' la figlia di Costantino
Gianfranco P.

Risposta Condividi


[23]   
Da:  
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
magari qualche altra notizia non mi dispiacerebbe!
età, che formazione ha avuto(magari è andata a bottega dallo "ZIO VINCENZO"), etc.
tommaso

Risposta Condividi


[24]   
Da: Gianfranco p. 
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
La casa di Costantino e quella di Vincenzo sono a due passi l'una dall'altra.
per la fattura della chitarra penso sia evidente il riferimento più a Costantino che a Vincenzo.
sarebbe interessante se lei stessa si presentasse, speriamo in qualcuno di Bisignano.
GP

Risposta Condividi


[25]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
Rosalba è una giovane signora che realizza le sue chitarre battenti
sotto la supervisione dello zio Vincenzo.
Mi dispiace contraddire l'amico Gianfranco ma ho avuto modo, qaulche settimana fa,
di confrontare la mia DeBonis Rosalba con una Costantino: è un'altro pianeta, nel senso
che la figlia ha superato il padre.
Poi l'ho confrontata con una di Vincenzo e, a parte la diversità di finiture
e materiali, debbo dire che la chiatarra di Rosalba mi ricorda più quella dello zio che non quella del padre.
Dal punto di vista della sonorità è molto squillante rispetto alla Costantino che mi
è semprata più cupa e più pesante.
Pier Filippo Melchiorre

Risposta Condividi


[26]   
Da: Marcello 
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
ciao PFM, non ti dispiacerà essere a tua volta contraddetto.
Rosalba è una giovane costruttrice di chitarre che io sto cercando
in tutti i modi di incoraggiare indirizzando a lei l'80% di coloro che
mi chiedono dove poter comprare una battente (e sono tanti).
ho provato alcune sue chitarre e mi sono parse molto buone.
però non sono d'accordo sul confronto che fai.
io posseggo strumenti sia di vincenzo che di costantino e come è
noto sono un grande estimatore di quest'ultimo. ti dico che non è
corretto generalizzare. la produzione di costantino è cambiata
in continuazione negli ultimi 30 anni con alti e bassi,
si alternano chitarre davvero scadenti e strumenti di altissimo valore.
a volte questi 2 estremi possono presentarsi a distanza di pochi
mesi l'uno dall'altro.
le chitarre di vincenzo sono un discorso a parte,
anche se ritengo che la qualità si sia leggermente abbassata negli ultimi
anni almeno dalle poche prove che ho avuto la possibilità di fare.
in definitiva, credo che il lavoro di una giovane, promettente esordiente non possa
essere paragonato e peggio ancora ritenuto superiore a quello di costruttori
storici come i fratelli costantino e vincenzo, farlo significa conoscere molto superficialmente
l'attività di questi ultimi e in particolare quella di costantino.
baci

Risposta Condividi


[27]   
Da: Gianfranco p. 
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
Caro PFM
mi sono basato più sul fatto visivo, non ho mai provato una chitarra di Rosalba.
per la vicinanza padre, figlia e zio credo che il travaso sia inevitabile.
ricordo, comunque, quando anni fa in casa di Costantino, davanti ad un bicchiere di vino, dissi a Rosalba perchè non si metteva anche lei a fare le chitarre. mentre lei non parlava, Costantino mi disse che ormai era grande e che queste cose bisogna iniziare a farle da piccoli.
Penso che in questo senso Costantino si riferisse soprattutto alla messa in pratica, alla manualità.
nei contesti formativi artigianali ( formazione imitativa) molto accade però nel vivere giorno per giorno a contatto, sia visivamente, sia olfattivamente, con un mondo molto particolare e unico.
cioè Rosalba è sempre vissuta in mezzo alle chitarre da mattina a sera da quando è nata. questo basta a farne una eccellente liutaia? non lo so, certo è che sta un bel pezzo avanti e le cose che per ora vedo solamente non mi sembrano proprio niente male.
sono molto contento che abbia intrapreso l'arte (inconsapevolmente iniziata tanti anni fa).
Gianfranco

Risposta Condividi


[28]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
x Marcello
intanto chi si risente.
Lo so che tu incoraggi Rosalba, non a caso ho acquistato
la mia da lei dietro tuo consiglio.
Io ho dato una valutazione rispetto ai pochi esemplari che ho provato
(2 di Vincenzo, 2 di Costantino, la mia di Rosalba e una di Scaglione di Acri)
e mi è sembrata quella di Rosalba migliore, nel senso di più squillante e, comunque
reiferita alla mia idea di battente, migliore dei due esemplari del padre.
E' chiaro che la mia valutazione tiene anche conto del fatto lei non ha l'esperienza
del padre, pertanto è una valutazione di incoraggiamento.
Mettiamoci anche il prezzo dello strumento decisamente inferiore a quelli di Costantino e altri liutai
griffati (uso questo termine percè sennò Alfonso chi lo sente).
Lei mi ha detto che tutte le sue chitarre vengono collaudate da Vincenzo, e questa mi è sembrata
una ulteriore garanzia.
E poi ognuno ha la sua idea della battente e sappiamo come molti
battentisti la pensano.
Personalmente ho rimesso a posto una chitarraccia pseudobattente trasformandola in una con lo scordino e, dal punto di vista musicale, mi sta dando più soddisfazioni della battente De Bonis, ma probabilmente perchè è più adatta, secondo i miei criteri di valutazione, al repertorio che in questo
momento sto studiando.

X Gianfranco
E' chiaro che non basta essere vissuti in mezzo alle battenti per fare un ottimo liutaio ma
di certo aiuta.
Io la mia manualità l'ho avuta grazie al fatto di essere vissuto sempre in mezzo a falegnami e hobbisti del legno.
Lasciamo che passi del tempo che tanto Rosalba è giovane.
Sulle parole del padre nei confronti della figlia spesso si fanno raccomandazioni
nella speranza che i figli non le seguano.

Risposta Condividi


[29]   
Da: Gianfranco p. 
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
aiuta sicuramente proprio in virtù di questo passaggio invisibile di nozioni e sentimenti.
c'è poi la questione femminile.
il fatto che Rosalba si dedichi alla costruzione è chiaramente di 'rottura' con la tradizione.
però, già che ci siamo, abbiamo molto parlato dei liutai e poco delle donne che li sostengono.
questo accade per tanti contesti
gianfranco

Risposta Condividi


[30]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: iconografia della battente
[16-04-2009]  
E poi c'è da dire che Rosalba è carinissima, disponibile.
Veramente una brava persona.
E' vero quello che dici e, soprattutto nel mondo popolare, abbiamo
innumerevoli esempi di ruoli fondamentali svolti dalle donne.
Non come ora che invece di sostenerti spesso ti osteggiano......
ciao
Pier Filippo
p.s.
vieni il 24 maggio ad Ascoli
(vedi il programma sul calendario del sito)


Risposta Condividi