www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 22 Luglio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Vincenzo Cipriani 
  Musica popolare ..e liuteria
[07-12-2006]  
Ciao Alfonso,
la mia generazione, quella del dopo-guerra, ha vissuto l'oblio forzato della nostra musica. Personalmente mi sono battuto da sempre: il risultato che oggi mi sento un po' un Don Quijote de la Mancha......ma, nel vedere il video, mi è parso di scoprire un risveglio della nostra musica popolare e, ancor di più, della nostra fantasia.
Vincenzo Cipriani - Assisi

Risposta Condividi


[16]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[09-02-2007]  
ciao vincenzo, mi incuriosice questo strumento che ho trovato su un catalgo della accademia di santa cecilia, credo di capire che la base faccia da cassa di risonanaza ma non si vede apertura e non è indicato come si dovrebbe suonare, se con le dita come un salterio oppure con un archetto, mi sai dire qualcosa ? queste due foto sono le uniche informazioni desumibili dal catalogo















Risposta Condividi


[17]   
Da: vincenzo 
(assisi)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[09-02-2007]  
Che io sappia oltre che chiamarsi "Violino a chiodi" è conosciuto come "Nagelgeige" di origine greco-romana ma molto usato nei paesi nordici.
Viene suonato con un archetto da violino che sfregano i chiodi (che fungono da corde). Durante l'esecuzione non è l'archetto che va a cercare i chiodi ma è lo strumento che va ruotato dal musicista.
Altro non so. Non l'ho mai nè visto nè sentito suonare.

Risposta Condividi


[18]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[09-02-2007]  
incredibile ! mi vengono in mente mille domande: immagino che si dovrebbe afferrare con la sinistra, dovrebbe quindi avere una impugnatura o dei fori sotto la base.. che permettano ruotando il polso di ottenere di versi suoni.. ma i chiodi sono tutti collegati fra di loro.. quel segno al centro della cassa è un buco ? sarà possibile far vibrare i chiodi uno alla volta ? che tensione dovrebbe avere l'archetto ? dovrebbe avere del crine o magari una striscia di materiale abrasivo per esempio pelle ? nella foto c'è un chiodo posto in una posizione anomala, perchè ? non è che invece di sfregare i chiodi va sfregato il filo metallico che li unisce ? mi sa che stanotte non ci dormo..

Risposta Condividi


[19]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[09-02-2007]  
ho trovato solo queste immagini,

in una mi sembra di intravedere delle fessure (tipo quelle che si praticano sul violino) su quella che possiamo chiamare la tavola armonica, e si vede che i chiodi sono fermati al ferro orizzontale alternativamente, uno sì e uno no,

nella stampa si vede chiaramente una specie di foro centrale come in quella dell'accademia di santa cecilia, e sul retro una serie di occhielli che potrebbero essere solo ornamentali

nell'altra foto invece si vede chiaramente che i chiodi non sono solidali con il ferro superiore,

in nessun caso appare una maniglia o impugnatura, comunque le foto non mi chiariscono le idee anzi..



















Risposta Condividi


[20]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-02-2007]  
Vincenzo, ne hai mai costruito uno ? io vorrei provarci, se ti va potremmo tentare un esperimento di tele-costruzione.., tu dici ed io eseguo..

Risposta Condividi


[21]   
Da: vincenzo 
(assisi)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-02-2007]  
No, non ne ho mai costruito. Come sai, la mia attività di liutaio è protesa nella ricerca di strumenti medievali (cordofoni) europei. A fine maggio ho in programma un'altra "battuta di caccia allo strumento" da Roncisvalle a Santiago de Compostela.
Il violino a chiodi mi risulta essere uno strumento popolare tedesco. Non dovrebbe essere difficile realizzarlo: una semplice cassa armonica (tipo tamburello con la T.A. in abete e la struttura in acero) con dei chiodi di acciaio infissi in una mensola di acero. I chiodi si intonano limandoli. Per intonare i chiodi di acciaio puoi usare un frollino....e il gioco è fatto!.......ma non vai "fuori tema" dalla nostra musica popolare o etnica che dir si voglia? Io, con la vecchiaia, sto diventando "musicalmente nazionalista"
Io realizzai un diapason ad Hz 515 usandone uno da Hz 440 e poi limandolo sino a raggiungere la frequenza desiderata: lo uso per accordare gli strumenti dei Micrologus quando eseguono musiche di Landini.

Risposta Condividi


[22]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-02-2007]  
se le origini sono greco-romane non mi sento fuori-tema.. e poi la curiosità è troppa e non resisto.. ho un elenco di strumentini che mi sono riproposto di realizzare e quindi lo metto nella lista, assieme alla strucuratora molisana e alla scupina fossaltese..

e quindi mi faccio un sacco di domande, e me le faccio "ad alta voce" nella eventualità che tu (o chiunque altro) possa darmi delle risposte:

1) i chiodi appaiono infissi nella tavola armonica ma immagino che nel punto in cui sono infissi vi sia un qualcosa di rinforzo che faccia uno spessore adeguato a mantenere ben fisso il chiodo, tu accenni ad una mensola di acero, secondo te questa mensola andrebbe incollata alla tavola armonica oppure andrebbe incollata al bordo interno della cassa e messa parallela alla tavola ma distante da questa diciamo almeno un cm ?

2) i chiodi: acciaio o ferro ? quelli che si trovano in giro sono di ferro, se ci volessero di acciaio non sarebbe faciel trovarli..

3) i chiodi devono essere solidali alla sbarra che li sovrasta o ppure no ? nelle foto sono messi in 3 modi diversi..

4) ma st'aggeggio ce l'ha una impugnatura ?


Risposta Condividi


[23]   
Da: vincenzo 
(assisi)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-02-2007]  
Sulle origini del violino a ferro ho trovato che è di origini greco-romane ma....nato in Baviera!!!???
Non l'ho mai visto nè suonato. Ma dovendolo realizzare gli darei la forma della prima foto che hai inserito. Poi realizzerei la zona perimentrale con un legno duro (tipo acero) dove andranno infissi i chiodi che dovranno essere di acciaio, di uguale spessore ma variare nella lunghezza per produrre le note. Sempre in acero, con uno spessore di circa 2 mm. il fondo.
La T.A. in abete con uno spessore di circa 2 mm. e con le fibre perpendicolare all'arco dei chiodi. Il ferro che corre lungo l'arco dei chiodi è una specie di protezione che non deve toccare i chiodi................se riesco ad inserire il disegno che ho fatto, puoi vedere che la T.A. è inserita all'nterno della forma e non tocca i chiodi (secondo me, se ciò avvenisse, la morbidezza dell'abete smorzerebbe le frequenze alte dei chiodi.
Ho visto, in una foto, che lo strumento è poggiato su un tavolo (come un salterio) con i chiodi verso l'esterno ed il musicista lo suona con un archetto da violino.

IMPORTANTE: Quanto ho scritto e disegnato è solo una deduzione personale. Per essere precisi occorrerebbe visionare l'originale.






Risposta Condividi


[24]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-02-2007]  
Caro Vincenzo ti ringrazio delle preziosissime opinioni e del disegno, le tue deduzioni mi sembrano giuste,

dalla forma dell'oggetto anch'io sono portato a pensare che si suoni tenedolo poggiato sulla base, tranne che per il modello della foto centrale che mi verrebbe istintivo di afferrare con la sinistra tenendo il pollice sulla tavola e le altre dita sotto, poi nella terza foto mi sembra che le fibre della tavola siano messe ortogonalmente a quelle che hai disegnato tu, che ne pensi ? e l'acciaio per i chiodi dove si potrebbe trovare ?



Risposta Condividi


[25]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-02-2007]  
ho trovato altre foto, peccato che una sola è abbastanza grande, in quella grande si vede chiaramente che il ferro orrizzontale oltre essere infisso all'inizio e al termine della fila di chiodi è fermato anche verso la metà ad un sostegno che sta più all'interno rispetto ai chiodi, poi abbiamo anche una foto dell'archetto.. peccato che la foto sia così piccola perchè sembra che siano altri particolari interessanti ch eperò non si distinguono, la terza foto piccola è di un sito cinese..






















Risposta Condividi


[26]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[12-02-2007]  
guarda la seconda foto, quel foro così vicino al bordo, viene proprio la voglia di afferrare lo strumento con la sinistra infilandoci il pollice dentro.., no ?

Risposta Condividi


[27]   
Da: vincenzo 
(assisi)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[13-02-2007]  
Ciao Alfonso,
come vedi, dalle molte foto che hai trovato si può affermare che il "violino a chiodi" non ha una forma aurea. Pertanto penso che si possa realizzare con tutte le variazioni e tutta la fantasia possibile.
Io, nel disegno estremamente schematico, ho posto le fibre della T.A. perpendicolari ai chiodi per sfruttare al massimo la vibrazione dell'abete (il suono viaggia molto più velocemente nel senso delle fibre che quando deve attraversare i vari anelli creati dagli anni di accrescimento).

Porre il pollice nel foro della seconda foto è allettante......ma temo che frenerebbe il volume.
Secondo me, il violino a corde è un salterio e come tale deve essere messo in grado di vibrare in tutte le sue parti fondo compreso. (Nel salterio metto 2 piccoli piedini fissati alle estremità della base maggiore del fondo ed 1 al centro della base minore - In tal modo il fondo, che è collegato con una catena e tre anime, può partecipare al suono).

I chiodi di acciaio li puoi trovare in tutte le ferramenta. Se poi vai in un ferramenta specializzato puoi trovare del filo armonico di acciaio........ma sui diametri e lunghezze dovrai fare prima tante prove: senza realizzare lo strumento ma semplicemente fissando i chiodi o i tondini di acciaio armonico su di un pezzo di legno duro.

Risposta Condividi


[28]   
Da: vincenzo 
(assisi)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[13-02-2007]  
Eureka !
Come già ti dissi, di recente, sono stato al Museo Civico degli Strumenti Antichi di Bologna per una consulenza su una Tromba marina.

In detto museo c'è anche un "VIOLINO A CHIODI" di Carlo Negri - Parma 1803.

Le venatura della T.A. non è come avevo supposto ma in senso longitudinale. In realtà, così messa, abbraccia nel senso perpendicolare della fibra un maggior numero di chiodi.
Inoltre lo strumento è sovrapposto ad una seconda cassa armonica sollevata dal piano da dei piedini.......e questo lo avevo previsto!
Sono evidenti le due rosette (una per cassa) e non mi meraviglierei se tra le T.A. e i fondi vi siano delle anime.
Nella foto è chiaro che si tratta di un salterio da tavolo.






Risposta Condividi


[29]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[13-02-2007]  
fantastico !
questo è diverso da tutti gli altri, per le due casse e per i piedini, io credo che i piedini rappresentino una innovazione, in diverse foto non c'è traccia, in queste foto qui sotto poi si vede chiaramente che viene usato un pezzetto di legno per tenerlo sollevato dal piano, questo conferma l'assenza di piedini, certo che questo è più complesso, credi che le casse siano comunicanti ? e che tipo di anima pensi che sia adottata ? fissa o mobile ?












Risposta Condividi


[30]   
Da: Alfonso 
( )
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[14-02-2007]  
un'altra purtroppo bruttissima foto, l'unica cosa che si vede chiaramente sono i piedini, e quei chiodi così inclinati non posso essere semplicemente ammccati..







Risposta Condividi