www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Martedi 23 Ottobre 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
( )
  Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2007]  
è lanciata una nuova tenzone, queste le regole:

1) il componimento deve essere in rima e metrica
2) è consentito l'uso di ogni metrica
3) la risposta deve essere pertinente
4) è consentito ogni dialetto, lingua, idioma
5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce
7) i componimenti che contengano trasgressioni alle regole verranno cancellati

ps: questo nuovo topic inizia con l'ultimo componimento postato nel vecchio topic.



Risposta Condividi


[16]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[27-09-2007]  
Sò stato a dire il ver, non è una scusa,
con salvo che suonava la zampogna
a costruir frischetti a Siracusa,
che porto sempre in gir senza vergogna!

Avessi tempo ne avrei da raccontare,
di avventure estive, notturne, canore
ma dire il vero sto qui per lavorare
e non a cazzeggiar per otto ore!


Risposta Condividi


[17]   
Da: Alfonso 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[27-09-2007]  
Dallì, se vuoi cantar le tue avventure
fatti coraggio e scava la memoria
scarta, cancella, “questa è bella pure..“,
che prima oppoi ce conterai ‘na storia !

e noi staremo qua, fora ‘sta chiazza
a penne attenti dalle labbre tue,
e se la storia nun fosse de razza
te pozza rosolà sur barbecue !



Risposta Condividi


[18]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[28-09-2007]  
Allora cominciamo dalla puledra,
per dirla con parole del gran "Cecco"
correva sì giovane e leggiadra
lontano dal marito, quel gran becco!

Voleva con grandissima insistenza
provare, guardare e prender in mano
scusassero davvero l'indecenza
lo zufolo di canna molisano.

Risposta Condividi


[19]   
Da:  
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[28-09-2007]  
Tra ciufolo o di Griminel flautino,
tra molisano o di Giugliano il sisco,
suonare da trent'anni preferisco
con immutato ardor, 'O SISCO IRPINO!!!

RonnaPaulina

Risposta Condividi


[20]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[28-09-2007]  
"O Sisco" di sicuro è gran strumento!
suonato per passione o per diletto,
le donne sono sempre in gra fermento,
bisogna aver per loro gran rispetto.

Ma non per pudicizia o per vergogna,
fermare mi dovetti sulle soglie,
allor si accontentò della zampogna,
forse perchè con me c'era mia moglie!

E lei con timidezza che mi dice,
capelli sopra il volto a far da velo
"ma questa è ancor più lunga e con il pelo!
insegnami a diventarne suonatrice!"


Risposta Condividi


[21]   
Da:  
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[29-09-2007]  
Seguir non hai potuto le tue voglie
e perchè lì vicin c'era tua moglie,
ma quanno isti a vvasà 'a signora e mmane
zitto nun è ntiso e dì: "Viene dimane..."?

RonnaPaulina

Risposta Condividi


[22]   
Da:  
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[29-09-2007]  
Comunque anche la moglie s'ammansisce
se tu insegni serio, Ella capisce.
Se di zampogne e chanter dai lezione
lo dico a una mia amica di rione.
E' giovane, graziosa e intelligente
ma lei di sischi nun capisce niente!
Un ciufolo in un ballo adoperava
per finta, che in playback poi lo sonava;
ma puro in quello fuori tempo è andata
significa, maestro, ch'è negata?
Se a farle un poco scuola sei disposto
il linke di iutube io ti posto;
ma te lo posto in "rime cancellate"
che qui non voglio far altre frittate.
Non creder che ci siano doppi sensi:
il ciufolo non è quello che pensi.
Non dei vederti tutta l'abballata:
all'inizio è la scena incriminata.

RonnaPaulina

Risposta Condividi


[23]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[02-10-2007]  
Cor ciufolo che mojema m'intenne,
nun vole più sona', ci'ha le Madonne.
- L'hai da sona' da solo. - Va dicenne.

Per tanto, Ronna cara, mia adorata,
tu che sta cosa, ormai, l'hai già capita,
dimme com'ho da fa' pe' 'sta frittata.

Risposta Condividi


[24]   
Da: Ronna Paulina 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[02-10-2007]  
Nun è frittata e manco frittatella
tu con pacienza appicci ‘a furnacella
de prescia nun dei annà a ffà ‘a cianfotta
se la tua donna più nun è guagliotta
e tu nun sì poi cchiù giuvanuttiello
ducezza justa e ... aràpe lu canciello!!!

RonnaPaulina

Risposta Condividi


[25]   
Da: Alfonso 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[02-10-2007]  
Cara Ronna Paulina, er caro Pino
hai voglia prima ch'apre 'sto cancello !

la moglje avrà buttato già er chiavino,
è inutile che stamo a fà er cesello.

Ner caso suo nun c'è sistema bono,
er pupo è arivato.. stà alle corde..

na spème sola c'avrà se mò stà prono:
de farlo rintostà al Polo Norde !

Risposta Condividi


[26]   
Da: Ronna Paulina 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[02-10-2007]  
Oi Pì, si tu stai “prono” stance accuorto
de te se n’apprufuttano ‘nta l’uorto:
abbasta ca ce scappa ‘o cucuzziello
e sienti come aràpe lu canciello!
Abbasta ca ce scappa ‘nu cetrulo
e all’urtulano “prono” brucia ‘o..........mulo!

Perciò via vecchia nun cagnà p’a nova
sai chello ca tu pierde e pò... va trova!


Risposta Condividi


[27]   
Da: Alfonso 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[02-10-2007]  
Oi Pì, sinnò rassegnati a ffà er passo
passa 'stò Rubbicone e molla l'osso

'mprofumate la parte e vai a spasso
chissà che nun rimedi e fai l'incasso.

Purtroppo su sta strada nun te seguo,
"la tradizione" osservo e ancor perseguo

er rischio nun ce stà che a ttè m'adeguo
num me sconfìnfera de penne o fà l'ambiguo,

E quanno te rifanno: "con o senza ?"
pensace bene a fà beneficenza

e poi no' stà a sentì la maldicenza:
Oi Pì, dove c'è gusto nun ce stà perdenza..

Risposta Condividi


[28]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[03-10-2007]  
Ringrazzio a tutti pe' le parolucce,
ma, data l'età mia, vò pe' le spicce
e me vojo spara' 'ste du' cartucce.

Er fatto stà, si vedo 'n par de gonne,
ancora mejo co' du' belle zzinne,
che me 'nnamoro sempre de le donne.

E pure si sto 'n mezzo a tanta gente,
me metto a fà la corte a tutte quante,
'che so' un mignotto proprio impenitente.

E quanno me se svejano le voje,
cerco de trattenemme, co' 'ste fije
pe' nun pija' le botte da mi' moje.

Risposta Condividi


[29]   
Da:  
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[03-10-2007]  
Sappiamo che sei ancora vergognoso
e vuoi farti vedere bravo sposo,
che ancor stravedi per tutte le gonne
e ancora te nnammori de le donne.

Ma confessa, amico mio, la verità:
che quella nuova idea te piace già.
Ancor sul fuoco soffia Mastr'Alfonzo:
"Salta 'sto Rubbicone- dice- o gonzo!
Unisciti alla ronda del piacere
delle tue polpe ognun vorrà godere!"
E il fuoco, più soffiato, più s'accende
più vola in alto ed alle stelle ascende.
"Addio, o viril barba, onor del mento!"
Le donne, oi Pì, te fanno un gran lamento.
"O tempora, o mores!" van cantando
"L'urdimu mascul'ahi! stammo perdenno!"
De màsculi, lo sai, mio caro Pino
eri rimasto tu e 'o Maschio Angioino!

RonnaP.

Risposta Condividi


[30]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[03-10-2007]  
Ronna, nu' sfruguja' er can che dorme,
je basta poco pe' riarzare l'arme,
che de le donne, a lui, piace le forme.

Sur foco tu ce butti la benzina
e mo me tocca spegne 'sta buriana,
me tocca de sonà la chitarrina.

Siccome ci'ho 'na vita bella ancora,
siccome l'organetto ancor me tira,
me sfogo dentro casa oppur de fora.

Risposta Condividi