www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 19 Ottobre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Marcello 
  uso solistico della battente
[05-03-2007]  
caro AndreaP,
il riferimento è al tuo recentissimo intervento nel post "differenza tra chit battente e barocca",
ma siccome oramai l'argomento ha preso tutta un'altra piega, ho ritenuto opportuno
aprirne uno nuovo.
Parole sacrosante le tue, uno con la battente (e con qualsiasi altro
strumento del resto) fa quello che gli pare, non esiste una tecnica universale ecc. ecc.
però vorrei indicarti una distinzione che per me è fondamentale:
l'uso di uno strumento in modo solistico e come accompagnamento.
entrambi i casi presentano le loro difficoltà e problematiche e in entrambi i
casi è possibile far sfoggio della propria maestria ma soprattutto l'una cosa
non esclude l'altra.
ora ti prego, non tirarmi in ballo la tradizione, guai se questa diventa un limite!
fino agli anni '50 l'uso che si faceva della chitarra nel flamenco era esclusivamente
di accompagnamento, era impensabile un suo utilizzo al di fuori del
canto e del ballo. Poi è arrivato Ramon Montoya, Mario Escudero, Sabicas
che sono stati tra i primi a farne un uso solistico: la chitarra flamenca non era più
necessariamente legata al canto e al ballo, cominciava a diventare autonoma.
All'epoca questo significava qualcosa di sconvolgente.
Ora per quanto riguarda la chit battente, penso che l'aspetto solistico viene solitamente
trascurato dalla maggior parte dei suonatori, professionali e non.
questo vuol dire semplicemente evitare di sfruttare in misura maggiore le potenzialità di
questo strumento.
Mi piacerebbe ascoltare qualche brano solista eseguito da Zammarelli con la sua formidabile
tecnica, mi piacerebbe anche ascoltare qualche sua composizione per chitarra battente.
Dico sul serio, se esiste materiale a riguardo ti pregherei di inviarmelo.
Per il momento ti dico che il mio estremo apprezzamento va a coloro (solo per citarne alcuni, Davide Polizzotto,
Fabio Bagnato, Roberto Menonna) che faticosamente e coraggiosamente stanno tentando di
percorrere la difficile strada del solismo e della composizione per chitarra battente,
piuttosto che a colui che suona un 5 trentaduesimi terzinato con doppio avvolgimento, bendato e su una gamba sola,
se il suo apporto musicale si limita a questo.

cordialmente
M.



Risposta Condividi


[16]   
Da: AndreaP 
(Roma)
  Re: uso solistico della battente
[05-03-2007]  
Caro Davide

io non voglio farti passare per nulla, queste sono tue personali considrazioni, mi sono limitato a rispondere a delle questione che avevi posto.

Il senso per me è civile discussione... evidentemente a te non è arrivato. Mi dispiace

Andrea

Risposta Condividi


[17]   
Da: Calabria Logos 
(Cosenza)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Marcello scrive:

< avviene oramai sempre più sovente che da un argomento interessante e costruttivo si arrivi
ad una serie di sterili polemiche che non portano da nessuna parte. insomma, si tende troppo spesso a degenerare >

Te ne sei accorto anche tu ? E come si può contraddirti !!! Purtroppo è una incresciosa realtà.

Ho provato anch'io a proporre alcuni argomenti meritevoli di approfondimento ma sono degenerati a causa di interventi insensati ....fatti "giusto per esserci" ... ma privi di sostanza ... e partoriti da chi non riuscendo a "colpire il ragionamento colpisce la persona" ... hai ragione tu!!
Allora ecco che ho dovuto assistere ad offese gratuite ... che ho incassato abbastanza bene ma che, ovviamente, non mi hanno fatto piacere!

Senti Marcello, ho riflettuto a lungo su quello che succede nei forum ... ed è il limite degli stessi forum!!
Noi qui non ci guardiamo in faccia, nè sentiamo il tono della voce, nè cogliamo le espressioni, nè tantomeno le micro-gestualità che sono spesso rivelatrici di tante verità celate. Chiaramente bisogna saperle leggere ... (le micro-gestualità) e comunque qui non è possibile!
Qui si scrive e basta avendo di fronte solamente uno schermo ....si sta comodamente seduti sulla propria sedia o poltrona ... e non si vede il proprio interlocutore. Di alcuni si conosce il volto di altri resta solo un Nickname ...

Tra le discussioni che ho proposto, forse la più "utile" è "Conosciamoci meglio"... l'obiettivo è facilmente immaginabile ... l'ho anche dichiarato esplicitamente ... a me riesce difficile rivolgermi a qualcuno di cui non conosco il volto! Una parte si è presentata in modo serio ma c'è chi ha snobbato questa iniziativa ed ha scritto a (..censura..).. di cane
Nella sezione "Sfida all'ultimo stornello" ho già avuto modo di esternare la tua stessa lamentela.
Una discussione seria non può e non deve degenerare a causa di inquinatori/disturbatori/scassamaroni.

Arrivo al dunque. I miei momenti critici di frequentatore di questo (unico ... ribadiamolo sempre) forum li ho superati in considerazione del fatto che c'è chi apprezza i miei interventi e ci tiene ad essere amico mio. Trattasi per il momento di amicizia virtuale ... però non mettiamo limiti alla provvidenza. Ci sono i raduni, le fiere, le mostre-mercato ... insomma l'obiettivo è quello di incontrarci e (come dice Pino Pontuali) farci una bella suonata con bevuta annessa!
Ho socializzato abbastanza bene con te, con Salvatore, Mascia (e marituzzo), Pino, Alfonso, Gioia, Patrizia, Angelo ... e tanti altri. Ecco perchè vale la pena continuare!

Quello che ti chiedo, caro Marcello, è di continuare ad "affacciarti" in questo forum ed arricchirci delle tue validissime esperienze. Non voglio dire solo "belle parole" ... credimi! Però il forum non può perdere le persone più valide (premettendo che tutti gli interventi sono da rispettare ... magari si possono non condividere ... ma vanno tutti rispettati).
Quello che io personalmente non tollero sono le offese. Quelle no! Ed approfitto per dire ad Alfonso che da Administrator dovrebbe eliminare tutti quei post che contengono offese esplicite e gratuite.
Per lui è facile farlo ... le foto abbiamo visto che le taglia (io ne so qualcosa) ... allora perchè non tagliare gli interventi fatti a (..censura..) di cane ? (Lo so ... è una ripetizione).

Marcè, siamo persone grandi .... rimani !!!!!

Carlo







Risposta Condividi


[18]   
Da: Avvocatista 
(Lucania)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Io non capisco una cippa di musica, non distinguo una croma da una pausa, non so suonare e non so cantare, ma una cosa la so: la risposta di Gianluca Zammarelli è la risposta di un gran Signore ed è pienamente in linea con lo spirito di chi coltiva e coltivava la passione per la musica e la cultura popolare: passione, semplicità, apertura, goliardia, umiltà, gioiosità, devozione.....

Io suono co' questo. Io ho pubblicato 10 dischi. Io sono Laureato. Io ho suonato alla RAIIIIIII. Io ho letto più libbbri di te.

Ma che è sta mercificazione? Che è sta fera? Che è stu "féstivall"? A che serve? A chi serve?

A me, strunz ca v' vene pur' a vre' suna e s'accatta i disch', nun m' serv' a nu cazz. Perciò, a me num m' vrit' chiù.

M' n' torn' a sent' a "Zi' ntonio o cianc" e Carmine Salamone.

Sit' bbon sol a parlà!


Risposta Condividi


[19]   
Da: AndreaP 
(Roma)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Caro Marcello

personalmente aggiungo la mia richiesta di rivedere la tua posizione.

Io sono lieto degli scambi che sto avendo con te, Davide e gli altri del forum...
Anche io avrei preferito che non si scadesse nell'offesa personale (da entrambe le parti, permettetemi...) però in una piazza, con la gente, questo è quel che accade.

Sarei davvero lieto continuare a confrontarmi con te ed altri artisti della tua levatura.

In riferimento all'ultimo post di Carlo ma in generale a tutti noi...
Quagliò.... non prendiamoci tropo sul serio, le cose importanti della vita sono altre!

Con affetto

Andrea

P.S. la mia presentazione è sul topic di cui sopra

Risposta Condividi


[20]   
Da: Alfonso 
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
NO ! Avvocatìììì, nun te ne ì:

"nun da' retta siente a mme,

dimmme tutto chello ca nun te piace cchiù,

dimme ca ce viene ancora e nun te ne vaie cchiù.....

E' 'o viento,

ca saglie 'e scale ogne matina,

è 'o viento,

c'asciutta ll'uocchie 'nfuse 'e suonno,

è 'o viento,

ca è sole dopp''o maletiempo,

e si t'affacci p''o acchiappa',

scioscia, ride e se ne va'........

Vienetenne 'mbraccio a mme,

nun da' retta siente a mme,

dimme tutto chello ca nun te piace cchiù,

dimme ca ce viene ancora e nun te ne vaie cchiù......"


da "O' Viento" - La Voce del Grano - NuovaCompagniaDiCanto Popolare (2001)



Risposta Condividi


[21]   
Da: Luca 
(Caserta)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
...e volevo aggiungere un'ultima cosa,
io con la battente faccio "quello che mi pare" ma sono in grado
di farlo sia su una de bonis (che secondo te non è una vera battente) sia
sulla tua di 100 euro (che è una vera battente).
quando anche tu, o zammarelli o chi ti pare sarete in grado di
suonare anche uno solo dei miei brani allora ne riparliamo,
ma prevedo che ne passerà di tempo.

scusate.... ma quando ci vuole ci vuole!!

M.

Caro Marcello ho letto solo ora questa risposta..e ti dirò...trovandomi a parlare di chitarra e musica popolare,non solo di battente ma più generalmente di chitarra,con altri musicisti dediti appunto a questo strumento, anche a livello "professionale"..mi sono ritovato a dire,manco a farlo apposta,"Và sù stò www.marcell....e quando riesci a fare quello che fà lui sarai un vero musicista.."Non ti dico le occhiatacce...però adesso ritovandomi questa tua dichiarazione,così tanto simile alla mia....mi viene da pensare di aver fatto un errore...e non perchè non sia vero che quando riusciranno ad arrivare ad un livello come il tuo saranno certamente encomiabili come strumentisti...non credo che darò più questo consiglio..anche se,qualora tu venissi citato in una conversazione, continueri a sostenere la tua bravura.
Sinceramente
Luca De Simone

Risposta Condividi


[22]   
Da: Salvatore Venerato 
(kalukapu)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Caro Marcello, io la mia posizione l'ho presa, forse, anzi sicuramente mi sono espresso troppo sinteticamente e male.
Non è per buonismo, ma io sono fatto così, non mi sento all'altezza di dire che quello che fa Carlo, Gianluca, Davide, etc fa schifo o non è degno di nota, perchè come diceva il mio maestro anche il più piccolo fraseggio sulla chitarra, ha fatto storia...
Perciò se leggi bene il mio post, diceva praticamente questo:

Stimo Marcello Vitale, ma stavolta ha toppato...

Cosi è più chiaro???
Forse sono troppo umile??? E' un mio difetto... Un mio limite...
E mi dispiace che tu vada via da questo forum, ma è una tua decisione, posso non condividerla per vari motivi, ma devo accettarla per altrettanti vari motivi...
La mia stima per te è sempre tale, mi piacerebbe parlarne di persona... Ci si esprima meglio...

Saluti
Salvatore

Risposta Condividi


[23]   
Da: Marcello 
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
???????
non ho capito niente!

comunque visto che hai rispolverato questa mia risposta intendo
darti chiarimenti almeno su quella.

(devo constatare anche che c'è una diffusa cattiva fede tra alcuni
partecipanti a questo forum).
luca io non ho assolutamente bisogno di conferme
e chi mi conosce sa che non mi do affatto delle arie
ma piuttosto cerco ogni volta un contatto con tutti indipendentemente
dalla loro bravura e dal loro curriculum.

vorrei farti notare che su questo forum io sono uno
di quelli che parlano meno di se stessi e di quello che fanno!

con la mia risposta non intendevo mettere il luce
le mie capacità tecniche (che, forse non lo hai letto,
in questo post ne ho dichiarato io stesso la sterilità
quando sono fini a se stesse) quanto piuttosto quelle espressive
dello strumento e la ricerca di un tipo di musica ad esso legata.
forse sarebbe stato più giusto dire
"quando sarete in grado di PENSARE ecc ecc..."

un espressione quest'ultima che serviva a sottolineare l'enorme distanza
che c'è tra me e alessandro a livello di mentalità musicale. nient'altro.

Quello che ho detto dunque non solo lo ribadisco ma lo
trovo assolutamente coerente con l'apertura di questo post.

statt' bbuon'
M.



Risposta Condividi


[24]   
Da: Francesco 
(Roma)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Mi dispiace che Marcello abbia preso la decisione di andare via da questo forum-chiazza. Penso che sia comunque difficile comunicare per web, prima di scrivere infatti io penso a come scrivere bene per non essere frainteso. La comunicazione verbale diretta con l'aiuto della mimica, della gestualità e dell'intonazione ci aiuta molto!
Però lasciare così la chiazza lo vivo come uno "strappo" che comunque fa male a chi come me, poco esperto, piace il confronto anche di opinioni diverse. Ognuno si farà sempre la propria opinione e poi quando avrà l'occasione e fortuna di incontrare chi ha conosciuto nel forum avrà la conferma di quello che aveva pensato o meno.
Arroccarsi nelle proprie posizioni penso sia comunque sbagliato, a me questo confronto aperto e libero comunque mi da dato qualcosa per questo mi dispiace se alla fine qualcuno di noi lascia il forum sentendosi ferito da posizioni diverse.
Saluti a tutti voi
Francesco Riggio

Risposta Condividi


[25]   
Da: Alessandro 
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Cari tutti,
vi invito a riprendere il confronto con tranquillità su questi argomenti di fondamentale importanza e di lasciare fuori la porta insulti e violenze verbali, anche perchè qui nessuno vuole demolire nessuno e con tutte le guerre che ci sono in giro nel mondo ci manca solo che scoppi una guerra sul sito di Alfonso Toscano.
Quindi personalmente vi voglio bene a tutti e vi invito a non costruire barricate, confini e fronti di combattimento, ci stiamo semplicemente confrontando, e il confronto ci aiuta a crescere....e la crescita è continua perchè vi è sempre da imparare.
Saluto l'amico Gianluca approdato sul forum e saluto l'amico Tommaso cilentano verace anche se non ho ben capito cosa voleva significare con il suo intervento.
Questo sitaccio si stà riempiendo di cilentani Alfò, ma come fai ad attirarci in questo modo ?
Vorrei ampliare l'argomento a questo punto anche sulle differenze tra solismo ritmico e solismo melodico sulla battente......anche se secondo me esiste anche un solismo armonico, ovvero un uso solistico di cambi di accordo effettuati contemporaneamente sia su una linea melodica sia su una linea ritmica. Gianluca sicuramente qui avrai molto da dire e da spiegare perchè personalmente non ho ancora capito come fai e per me sarebbe interessante anche sapere come sei arrivato ad elaborare una tecnica simile.
Un abbraccio a tutti....anche a chi alza steccati !

Alessandro Mazziotti





Risposta Condividi


[26]   
Da: AndreaP 
(Roma)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Caro Salvatore

sono perfettamente d'accordo con te...

Tutta la mia stima a chi può essersi sentito ferito da una o più affermazioni, apprezzo ancor di più chi non si nega al confronto, il quale seppur a volte aspro è sempre fonte di conoscenza, scambio...

Mai dovremmo dimenticare, in particolare noi musicisti, che la nostra piccola arte può servire a dare un poco di gioia a qualcuno, magari a far riflettere... ma questo è tutto!!! ed è già molto...
Dovremo cercare noi tutti di tenerlo bene a mente, se domani tutte le battenti del mondo e tutti i tamburelli sparissero senza tornare mai più, la maggior parte dell'umanità neanche se ne accorgerebbe... Quindi ribadisco, amici miei, non prendiamoci troppo sul serio...

Un caro saluto a tutti

Andrea

Risposta Condividi


[27]   
Da: Davide 
(ra muntagna)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Andrea se non vuoi farmi passare per nulla, allora evita di usare metafore fuori luogo. Inoltre la civile discussione non si basa sull'irrisione a priori di una tecnica (favolosa per come la definisci tu nell'altro argomento anzi parli di modalità espressiva) o di una musica che non ti sei degnato di ascoltare.E il bello che chiedevi a me e Marcello se giudicavamo Giauluca a priori....Questo è vermante scorretto, non tirare il sasso e poi nascondere la mano per poi dire che a me non è arrivato il senso della civile discussione. Ci siamo capiti?

Risposta Condividi


[28]   
Da: AndreaP 
(Roma)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Veramente io i tuoi brani li ho ascoltati il giorno che mi hai chiesto di linkare il tuo spazio su myspace con il mio... Perchè prendi questa posizione aggressiva?

Se mi fai richiesta di condividere uno spazio non credi, che da professionista, vada ad ascoltare il gruppo che mi metto sul mio spazio?

Io non ho irriso nulla. Ho detto che non conosco te e la tua arte se non per quello che ho sentito su myspace!

Favoloso a casa mia non significa "cacca"...

Guarda che io ho capito benissimo... Risparmia cortesemente i toni aggressivi per parenti e amici.


Risposta Condividi


[29]   
Da: Davide 
(ra muntagna)
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Caro Marcello mi auguro tu riveda la decisione di abbandonare il forum, è chiaro che quando si è attaccati o meglio contraddetti da più fronti non ci si senta più a proprio agio e non lo senti più come familiare, può succedere. Possono girare le palle e dire:"ma chi me lo fa fare d'impelagarmi in eterne e sfibranti discussioni?". Presumo che se queste discussioni fossero sorte in una tavolata i toni sarebbero stati di certo diversi, concordo con chi ha detto che il metodo della scrittura "tipo batti e ribatti" non è il mezzo migliore per argomenti spinosi e per i quali le opinioni possono essere diametricalmente opposte. Però la tua è una voce, insieme a quella di pochi altri, che fanno la differenza in meglio. Nell'argomento stroncato sul nascere sulla differenza tra chit battente e barocca, ci sarebbe stato molto da dire ma ci siamo persi in discorsi simmetrici (per come avevo scritto in un altro argomento) ed è un peccato che il tutto sia scaduto in un'infinità di polemiche che non hanno minimamente riguardato l'oggetto dell'argomento. Ti ho sentito e ti ho visto suonare la barocca, tutti sappiamo quello che sai fare con la battente quindi potevamo acquisire nozioni, informazioni, spiegazioni tecniche e quant'altro ancora su quest'argomento, come ad esempio sull'interessante Jarana da te proposta. Mi auguro di rileggerti qui e presto Davide.

Risposta Condividi


[30]   
Da: Alessandro 
  Re: uso solistico della battente
[06-03-2007]  
Bravo Davide,
basta mettere zizzagna (ma tu continui pure sull'altro argomento), allora lo vogliamo continuare questo confronto sull'uso solistico della battente ?
Avanti a chi tocca 'n se 'ngrugna !
Dite la vostra che dico la mia
stretta la foja larga la via
tu sona la tua che io sono la mia !

Salutoni a tutti

Alessandro Mazziotti



Risposta Condividi