www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Martedi 24 Aprile 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Michele 
(Sicilì)
  Ingegnamoci
[16-10-2008]  
Molti di voi non sono solo semplici utenti appassionati, ma anche costruttori (più o meno alle prime armi). Sicuramente quindi oltre a costruire friscaletti, chitarre battenti e tamburelli chissà cosa avete nel cassetto!
L'artigianato per professione o per hobby è la base attraverso la quale l'uomo è riuscito a rendere reali i suoni che immaginava... e non solo i suoni!
Per cui... tiriamo fuori ciò che abbiamo realizzato, nella speranza di, scambiandoci trucchi e metodi, migliorare le nostre tecniche e perchè no, di applicarle anche agli strumenti (nonchè alle custodie).
Comincio io.



E' una pipa in legno di castagno. Il legno proviene da un tronco residuo di potatura e destinato al camino. Nella foto ho messo anche gli accessori per la manutenzione lgati in un laccetto di cuoio.



Risposta Condividi


[271]   
Da: Michele 
(Palermo)
  Re: Ingegnamoci
[06-10-2009]  
Grazie per le informazioni, vado avanti con gli esperimenti...

Risposta Condividi


[272]   
Da: giancarlo 
(Molise)
  Re: Ingegnamoci
[06-10-2009]  
Prego Michele!
...Appena posso ti dirò qualcosina di più preciso!
Ancora complimenti e continua così!

Risposta Condividi


[273]   
Da: Alfonso 
  Re: Ingegnamoci
[11-11-2009]  
ingegno, arte, estro. Come ci si può limitare alla nicchia della musica e cultura di tradizione ? anche perchè Michele sembra volgere chiaramente l'invito a manifestare un ingegno a 360°,

però pur rischiando di essere un pò OT visto che il topic è un invito all'ingegno e non all'arte (ma c'è una differenza !?!) vi voglio mostrare questa acquasantiera, con la quale ho avuto occasioni di scontrarmi in una vecchia chiesa del Cilento..

è ingegno questo ? certamente è originalità, estro.. forse ingegno, no ?








Risposta Condividi


[274]   
Da: giancarlo petti 
(Molise)
  Re: Ingegnamoci
[11-11-2009]  
Bellissima foto!
...In Francia sul fondo di molte acquasantiere si trova un rospo a simboleggiare il demonio esorcizzato dall’acqua benedetta.
Legato al mondo delle streghe, della lussuria, della morte e animale di natura anfibia, capace, simbolicamente, di attraversare “due mondi”, appartiene alla “sfera funeraria” e viene evidenziato come sinononimo di “negatività”, e “punizione”
Ricordate una delle sette piaghe inviate sull'Egitto?
...Non vi parlo della simbologia del serpente, detentore di conoscenze occulte, manifestazione estrema del male, guardiano di tesori ecc. ecc
Come il rospo è legato alla rappresentazione della lussuria e della morte.
Comunque anche in Italia non mancano esempi, come nella chiesa di San Biagio, nel centro storico di Forlì: sui gradini del presbiterio c'è la quattrocentesca acquasantiera in marmo dove si distingue una piccola rana o a Pimonte, nella Chiesa di S. Michele Arcangelo con la stupenda acquasantiera del 1602 dove si vedono una rana ed una biscia.

Risposta Condividi


[275]   
Da: Alfonso 
  Re: Ingegnamoci
[22-11-2009]  
caro Giancarlo non sapevo che quello della rana & biscia fosse un tema diffuso per le acquasantiere, ti mostro anche una mosaico sui generis che è sul pavimento d'ingresso della medesima chiesa, sempre opera dell'ingegno è..






Risposta Condividi


[276]   
Da: Tiziano 
(Ostia)
  Re: Ingegnamoci
[22-11-2009]  
credo che sia frutto del risparmio utilizzare maioliche diverse l'una dall'altra, anche nel bagno di casa mia se ne trovano di diverse, fra 10.000 anni ci sarà un Alfonso che fotograferà il mio cesso, postandolo su internet

Risposta Condividi


[277]   
Da: L Pelizzari 
  Re: Ingegnamoci
[26-11-2009]  
Ho letto quanto detto da Betsabea e da Tiziano sull'intaglio del legno.
Mi unisco anch'io, intagliare è bello e aggiungerei, non facile. Ho quasi finito il mio primo lavoro di intaglio floreale, i pannelli del portone di casa. Ho iniziato controvoglia per accontentare mia moglie e ho dovuto ricredermi. Posto la foto dell'ultimo pannello in lavorazione. Forse può interessare di più vedere come ho fatto a bloccare le assi durante il lavoro (cosa importantissima per evitare infortuni).
Betsabea, bella l'idea di impreziosire la piastra intagliando anche lo spessore.







lorenzo

Risposta Condividi


[278]   
Da: Betsabea 
  Re: Ingegnamoci
[26-11-2009]  
Eeeeilàààààààà ma qui siamo ad altissimi livelli!!
E senti ma i fiori non ho capito sono applicati? intagliati? in questo caso come si fa a fare la superficie sotto perfettamente liscia?

Risposta Condividi


[279]   
Da: L Pelizzari 
  Re: Ingegnamoci
[26-11-2009]  
Ho montato il trapano portatile sulla sua colonna (Bosch) e ho praticato una serie di fori allineati uno contro l'altro per le cornici. Per il fondo ho tagliato una punta da trapano in modo che sporgesse dal mandrino solo 8 mm e ho fatto una serie di fori col trapano tenuto in mano; per la profondità esatta, il mandrino ha fatto da battuta.
Prima con gli scalpelli piani ho ricavato il perimetro poi con le sgorbie ho spianato il fondo, tenendo la misura dei fori fatti.
Il fondo l'ho finito con una sgorbia quasi piana che ha creato una superficie bella e non omogenea.
Per questo tipo di intaglio consigliano di disegnare sul legno per vedere in ogni momento la fibra (Mi hanno detto di non incollare la copia del disegno sull'asse).
Tralci, e foglie li ho fatti con le sgorbie.
Mando la foto del primo pannello durante la lavorazione, potrai notare che la mano non è precisa come nell'ultimo pannello. Si possono vedere:
il disegno di un tralcio,
le prime parti sgrossate,
le cornicette raddrizzate a scalpello e non ancora arrotondate,
i segni della punta del trapano nell'angolo a destra sul fondo.







Risposta Condividi


[280]   
Da: Alfonso 
  Re: Ingegnamoci
[26-11-2009]  
Tizià.. questo non è risparmio.. è arte, ingegno, improvvisazione..
quindi attento a quello che fai nel tuo priveèè... potresti essere un grande artista senza saperlo..

Risposta Condividi


[281]   
Da: Alfonso 
  Re: Ingegnamoci
[27-11-2009]  
Caro Lorenzo il tuo lavoro è bellissimo, complimenti, anch'io sono sempre stato attirato dalla scultura ma non ho mai avuto il coraggio di cimentarmi,

ho pure un'altro amico che scolpisce con amore tutto quello che gli capita, giù nel Cilento, in un paesino disteso su una sella fra due valli fra boschi di castagni, Domenico Campitiello nasce come ebanista falegname, e come accade nella più pura tradizione, cilentana e non, è anche un eccellente liutaio

ecco i frutti del suo ingegno.. un pannello di un portone e le sue chitarre











http://web.tiscali.it/campitiello/

Risposta Condividi


[282]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Ingegnamoci
[01-12-2009]  
Che ne dite del percussionista del Gruppo "VITIVINICOLA ITALO ABRUZZESE", che si è inventato questa batteria (ed è bravissimo nell'utilizzarla.








Risposta Condividi


[283]   
Da: L Pelizzari 
  Re: Ingegnamoci
[08-02-2010]  
Il portone è finalmente installato.
La finitura a olio tung, che ho scelto, ha richiesto lunghi tempi di asciugatura.
lorenzo







Risposta Condividi


[284]   
Da: tiziano 
(Ostia)
  Re: Ingegnamoci
[09-02-2010]  
complimenti

Risposta Condividi


[285]   
Da: giuseppe lerose 
(modena)
  Re: Ingegnamoci
[09-02-2010]  
bravissimo complimenti buona musica a tutti giuseppe lerose

Risposta Condividi