www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Giovedi 26 Aprile 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Vincenzo Cipriani 
  Musica popolare ..e liuteria
[07-12-2006]  
Ciao Alfonso,
la mia generazione, quella del dopo-guerra, ha vissuto l'oblio forzato della nostra musica. Personalmente mi sono battuto da sempre: il risultato che oggi mi sento un po' un Don Quijote de la Mancha......ma, nel vedere il video, mi è parso di scoprire un risveglio della nostra musica popolare e, ancor di più, della nostra fantasia.
Vincenzo Cipriani - Assisi

Risposta Condividi


[271]   
Da: L Pelizzari 
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[14-03-2010]  
Cari Alfonso e Pierfilippo,
vi ringrazio per i complimenti, a cui non sono insensibile; per me, che non ho mai venduto i miei lavori, sono la maggior forma di gratifica.
Dopo aver letto i post ho anche visto la chitarra nella galleria e questa lusinga mi imbarazza un poco, vorrei aver realizzato una vera battente. Probabilmente non sono ancora preparato completamente, però questa lusinga mi sta invogliando a costruirla.
La mia simil battente è a posto, suona ma non ha una gran voce. Durante i lavori ho notato delle robuste catene sia sul fondo che sulla tavola ma, spesse volte, l’eccessiva robustezza è a scapito della sonorità (anche i materiali poveri naturalmente dicono la loro).
Non ho voluto realizzare la spezzatura della tavola perché non ho aperto la cassa, che è in ottimo stato, ma soprattutto perché, per le mie prove, può andare bene così.
Ho effettuato i seguenti lavori e modifiche:
1. Smontaggio di manico e tastiera.
2. Sverniciatura totale.
3. Riduzione lunghezza del manico e della tastiera (portata a nove tasti) con ricalcolo del nuovo diapason (560 mm).
4. Lastronatura della paletta.
5. Abbassamento e adattamento del tallone per aver la tastiera a filo tavola.
6. Intarsio attorno alla buca, cosa che non farò mai più con una tavola in compensato.
7. Costruzione della rosetta, in finta pergamena, e montaggio, a cassa chiusa.
8. Accorciamento della cordiera metallica.
9. Lucidatura a gomma lacca.

Ho sistemato questa chitarra per fare delle sperimentazioni e prendere dimestichezza con uno strumento che qui non è più suonato da cinquant’anni. Ho calcolato la trazione delle corde e voglio capire quale sia la spinta ideale di queste sulla tavola, in base all’angolo di spezzatura. Terminata questa fase e soddisfatte queste curiosità, potrei cominciare ad affrontare la costruzione di una 10 corde, chissà. Ho già osservato attentamente le battenti che mi sono capitate sott’occhio e cercherò di evitare di inventare l’acqua calda.

Non sono soddisfatto delle corde e avrei voluto ordinarne di più sottili alla Corderia Caccia ma non riesco a mettermi in contatto. Sto cercando diametri da 0,2 e 0,22 mm.
Ciao Lorenzo


Risposta Condividi


[272]   
Da: Alfonso 
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[14-03-2010]  
hai fatto un ottimo lavoro e va bene così,
non è certo il primo caso si chitarra "normale" trasformata a battente azni, direi che è una trasformazione .. tradizionale!

se costruirai la chitarra battente, se ti va, se fai un adocumentazione dettagliata, possiamo pubblicare il tutto sulla pagina della costruzione


Risposta Condividi


[273]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[26-03-2010]  
Finalmente ho terminato la battente delle Marche.
E' una chitarra che veniva commercializzata dalla ditta Paolo Soprani
di Castelfidardo negli anni 20 e l'ho ripresa da un catalogo commerciale dell'epoca.
Dal punto di vista organologico presenta tutti gli elementi caratteristici della chitarra battente
con alcune particolarità: pancia molto pronunciata, bombatura poco profonda e presenza di 3 buche
tipo il modello garganico.
Non ne furono prodotti molti esemplari perchè probabilmente ebbe
scarsa diffusione e quei pochi venduti furono riporati in America e Australia
da emigranti ritornati in visita nella madre patria insieme a degli organetti come
mi è stato riportato da un informatore di Apiro (MC) che si ricorda che un suo prozio,
appunto, ne portò con sè un esemplare in Australia.
L'ho chiamata Caterinella in onore di un personaggio
di una famosa canzone popolare marchigiana.





questa è la chitarra riportata sul catalogo
Di seguito sono riportate alcune fasi della costruzione.





1) fasce a doghe di noce e tiglio





2) fondo a doghe di noce e tiglio





3) manico in mogano e tastiera in noce e acero





4) tavola armonica in abete val di fiemme





5) particolare corona con inserti in madreperla
Ed ecco lo strumento finito
















Pot ete ascoltarne il suono al seguente indirizzo:
http://www.youtube.com/watch?v=g4sCwBFJVHU&feature=channe l
dobbo dire che il suono è molto potente.

Risposta Condividi


[274]   
Da: Gianfranco P 
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[26-03-2010]  
sempre bravo, l'ho sentita e sembra anche avere un suono interessante. si sente che è giovane
Gianfranco

Risposta Condividi


[275]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[26-03-2010]  
ca Gianfranco...speriamo che sia come il vino....che migliori invecchiando....
molto giovane.....l'ho cordata ieri......

Risposta Condividi


[276]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[12-04-2010]  
Altra creazione...questa volta non a corde.
Si tratta del tamburello marchigiano, cioè
usato nelle Marche centrali dai suonatori popolari e
entrato ormai a far parte della tradizione.
E' un tamburello provvisto di controcerchio e tiranti
per regolare la tensione al fine di realizzare sempre "l'urlo"
che si ottiene sfregando il pollice sulla pelle impeciata e per
accompagnare i ballerini di saltarello mentre eseguono la scarpetta.
E' abbastanza pieno di fronzoli: campanelli, pon pon, nastrini.
Io ho utilizzato per i sonagli dischetti di alluminio ricavati da una vecchia
padella, come si usava in passato.
Il fusto è ricavato, come da tradizione, da un vecchio setaccio per la farina.
Lo strumento è stato molto apprezzato dai suonatori popolari delle marche centrali.





vista di fronte





vista retro





vista laterale


Risposta Condividi


[277]   
Da: giancà 
(molise)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[13-04-2010]  
Pier... davvero complimenti, sia per la chitarra che per il tamburello!
Sei un mostro di bravura!
...Un appunto però: le foto mettile più grandi, come facevi una volta!
Sia tu che altri, tendete a miniaturizzarle troppo, al contrario di ciò che avveniva prima.
Siamo passati da foto "gigantesche" per errore a foto "minuscole" per volontà?
:-)
Saluti!

Risposta Condividi


[278]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[13-04-2010]  
ma che ne sò....ho un programma che me le riduce
in modo dicontinuo....
se le faccio più grandi poi non si caricano.
Comunque grazie per i complimenti

Risposta Condividi


[279]   
Da: mimmo 
(Lanciano)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[13-04-2010]  
Pierfilippo...non posso fare a meno di complimentarmi con te!
Sei un "geniaccio"!!!

Risposta Condividi


[280]   
Da: Pelizzari 
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[14-04-2010]  
Complimenti Pier Filippo,
niente ti spaventa, né le difficoltà né il tempo necessario a realizzare i tuoi progetti.
Bella la chitarra, bravo.
Lorenzo


Risposta Condividi


[281]   
Da: giuseppe lerose 
(modena)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[14-04-2010]  
ciao pierfilippo non potevano mancare i miei complimenti sei un genio, un grande, non ci sono parole i fatti parlano chiari un caro saluto a te e famiglia giuseppe lerose

Risposta Condividi


[282]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[14-04-2010]  
sono commosso da tanti complimenti.....
cari amici vi ringrazio e spero di continuare così
anche grazie al vostro aiuto.......

Risposta Condividi


[283]   
Da: alfonso 
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[11-05-2010]  
una piacevolissima giornata quella di Preci, dove la presenza del maestro Cipriani ha suggellato l'incontro fra la musica popolare e la musica colta






Risposta Condividi


[284]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[12-05-2010]  
il maestro Cipriani è veramente un grande...sono stato onorato e felice di averlo
conosciuto e di averci suonato insieme.

Risposta Condividi


[285]   
Da: Giancarlo  
(molise)
  Re: Musica popolare ..e liuteria
[25-06-2010]  
Salve amici!
Sono in possesso di un bellissimo mandolino del 1854 ed il mio dilemma è se tentare un restauro radicale (so cosa rischio!), fare piccoli interventi "conservativi" e ridargli voce o... venderlo (con gran dispiacere) solo per permettere a chi ne sa di più di procedere ad un restauro professionale.
Qualcuno mi può aiutare consigliandomi come procedere?
Mia intenzione sarebbe: smontare e pulire le meccaniche, scollare la tastiera e pulirla con una paglietta molto sottile, pulire i tasti e limare (?) leggermente la parte sporgente (benchè minima), scollare la tavola armonica, rincollare le due doghe non perfettamente riattaccate in un antico restauro, riparare la piccola fessura della tavola armonica, sostituire la carta applicata sulle doghe, lasciando la targhetta originale dove si legge: CEA C. A. WUNDERLICH geugrundet 1854 Siebenbrunn Vogtl. Germany.
Rimontare il tutto, e dopo aver pulito con acqua e sapone, dare una piccola mano di gommalacca!
Immagino che la cosa più difficile sia "scollare" la tastiera e la tavola.
C'è qualcuno che mi può consigliare?
Altra domanda: Quando può valere il mandolino, cos'ì com'è?
Grazie...







Risposta Condividi