www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Giovedi 23 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[271]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2008]  
Ciao Michele.

Premetto che ho l'impressione che tu faccia un po di confusione di nomi, tra Giancarlo e Calogero, esempio: (Calogero! Ma è tutto ok) non dovrebbe essere: Giancarlo è tutto ok!??

Poi dici: "In compenso, grazie ad un suggerimento del mitico Calogero, sono riuscito a ridurre i 4 cm a 3 cm e mezzo!!! avvicinando i fori alla finestrella di 1/2 cm e ottenendo lo stesso un buon risultato e una maggiore potenza sonora!"

Qual'è il suggerimento dato da Calogero? (ci piacerebbe conoscerlo)
Non sono stato forse io (giancarlo) a parlarti della relazione tra i famosi "circa 4 cm" e le altre misure dello strumento??

Voglio precisare che non è una regola fissa e che dipende dal diametro e dalla lunghezza della canna evoglio ribadire, visto che l'ho già detto tra le righe, che non é assolutamente necessario partire conoscendo tale misura, perchè viene di conseguenza, partendo con i fori dal basso!!!

Se non vuoi forare in maniera tradizionale, "ferro fatto fuoco" col trapano puoi anche farli i fori, ma più piccoli di quelli che saranno alla fine. Li allargherai man mano con una limetta.

La tonalità dipende, e lo dico per l'ultima volta, SIA dalla lunghezza CHE dal diametro della canna!

Quindi se lo vuoi in La, a diametro A, corrisponde per forza lunghezza L1.
Per diametro B, corrisponde lunghezza L2.

Se lo vuoi bello brillante, che faccia bene tutte le note, il diametro deve stare in un certo "margine", nè troppo piccolo, nè troppo grande, rispetto alla lunghezza!

Quindi quando dici "in La, lungo x centimetri, dove la "x" rimane invariata a prescindere dalla grossezza della canna" ......ti sbagli!!!!!!
Però te ne eri gia accorto!

Il foro nel nodo, influisce si, ma non in maniera così determinante!

Hai ragione quando dici "Se in tanti leggono questo forum e si cimentano sulla costruzione di uno strumento tradizionale, è una vittoria per coloro che vogliono salvaguardare il patrimonio culturale".

E' la voglia di tramandare e far sopravvire il nostro patrimonio culturale che ci spinge a spendere tanto tempo nella divulgazione di certi argomenti.
Il tutto in maniera disinteressata, anzi a volte spendendo un sacco di soldi per poter comprare da altri, quello che noi regaliamo!!
Vabbè... non si può fare nulla!
E' una malattia!

Saluti, Giancarlo.





Risposta Condividi


[272]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2008]  
Scusa Michè: ho risposto prima di leggere la tua correzione!


Risposta Condividi


[273]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2008]  
Scusa tu Giancarlo mi sa che sta settimana sarà duraaaaaaaa!!! con conseguenze psichiche notevoli!!! :-)


Risposta Condividi


[274]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2008]  
La cosa che ho fatto che mi ha detto calogero la scrivo appena possibile ora devo scappare, ciao!


Risposta Condividi


[275]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2008]  
Con lo schema che ho usato fin'ora, usando canne della medesima grossezza anche facendo tutti i fori prima e poi mettendo la zeppa alla fine, vengono perfettamente intonati, quello che non mi quadrava era, usando canne di diverso spessore venivano in altre tonalità, non mi bacchettate, ripeto, non ho mai visto fare un friscaletto dal vivo e non conoscevo la tecnica, ho solo avuto un friscaletto perfetto tra le mani, ho preso le varie misure tra finestrella e primo foro, distanza tra tutti i fori, spessore esterno e interno della canna, ho fatto lo schema in un pezzo di plastica trasparente et voilà.
Purtroppo non trovando canne del medesimo spessore, ne ho buttati tanti di friscaletti.









questo è lo schema che ho usato

Pippo

Risposta Condividi


[276]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2008]  








Ecco un esempio:
quello indicato dalla freccia essendo leggermente più grosso dell'altro, è mezzo tono più sotto, (in SI naturale),volevo sapere se accorciandolo di sotto potrebbe diventare in DO.

Ciao Pippo

Risposta Condividi


[277]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-02-2008]  
Pippo fai la prova, secondo me arrivi all'internodo preciso preciso, forse ne seghi un po'....basta che nn lo levi tutto....

Risposta Condividi


[278]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-02-2008]  
Io lo lascerei in si...

Risposta Condividi


[279]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-02-2008]  
Ne ho troppi in SI, su qualcuno provo

Risposta Condividi


[280]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-02-2008]  
Pippo sembra davvero un bel lavoro... i fori come li hai fatti?

Dico:
1) Io di solito la zeppa di fico la prendo un po' più grossa e poi la scartavetro fino a farla entrare giusta giusta, Calogero mi ha suggerito una cosa semplicissima: "prendi un pezzo di legno di fico (lui usa l'oleandro) e lo infili nella canna, quando si ferma il punto giusto è quello, segni e poi tagli gli estremi; pare una fesseria invece così facendo la zeppa risulta più aderente e me ne sono accorto facendo una prova...il suono era più potente!

2)Ho letto su internet, in un sito che spiega la costruzione del wistle irlandese, che per abbassare l'intonazione si può mettere della cera nella finestrella, ho fatto la prova ed è risultato vero... chiudendo parzialmente la finestrella la tonalità dello strumneto si traspone un po'... ora... d'accordo con Giancarlo, la tonalità deriva principalmente da sezione e lunghezza... ma se la nota cambia (e anche di un ssemitono o più) modificando la finestrella, possiamo annoverare questa come una variabile nell'accordatura dello strumento, anche qui ha ragione Giancarlo, si può fare ad occhio ma ci sono delle misure che sono quelle della perfezione! Variando le dimensioni della finestrella è possibile, quindi, a parità di altre misure, modificare l'intonazione! Se mi date conferma o avete da aggiungere potrebbe essere occasione per pippo di trasportare il suo friscaletto (però in sib), anche se ieri notte consigliai di lasciarlo com'è.

3)le tonalità più usate in Sicilia mi risultano essere: La, Do, Sol, Sib

Il sib credo derivi dal fatto che qualcuno si è cimentato nella musica da banda col friscaletto e, come si sa, la tonalità preferenziale degli ottoni (tromba, trombone, etc) è proprio il Sib...

Salutamu!

Risposta Condividi


[281]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[24-02-2008]  
Ciao Michele,
i fori, prima li faccio con un avvitatore a batteria per dare poca velocità ed evitare di sfibrare la canna usando una punta fina intorno al 4, poi ho costruito un aggeggio utilizzando una vecchia punta di trapano n° 8 l'ho smerigliata in punta facendola diventare conica con manico in legno, la riscaldo con cannello a gas e i buchi vengono perfetti, ora voglio provare a costruire una punta sempre da 8 da montare sul saldatore elettrico per avere una temperatura costante, vediamo cosa esce.
Come zeppa anch'io uso l'oleandro, il legno di fico ha un odore troppo intenso, l'ho provato solo una volta e devo dire che va benissimo, non uso la carta vetrata per smerigliarlo ma un coltello affilatissimo

Pippo

Risposta Condividi


[282]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[24-02-2008]  
Bel sistema! all'antica? praticamente la forma a cono della punta da 8 adattata ti consente di allargare il foro no? che punta hai usato? da legno o da parete?

Risposta Condividi


[283]   
Da: Pippo 
((Sicilia))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[24-02-2008]  
Come punta, per forare la canna uso quella specifica per legno, per allargare il buco a caldo utilizzo una vecchia punta per ferro, va bene qualunque pezzo di ferro che sia 8 di spessore, sperigliato a cono in modo da allargare e per evitare di spostare il buco sia in alto che in basso.








ecco il particolare della punta conica

Risposta Condividi


[284]   
Da: calogero 
(licata)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[25-02-2008]  
caro michele
vedo con piacere che i miei consigli ti sono stati molto utili....
ora per sono io che chiedo: Aiuto!!!!!!!! a tutti voi !!!!!!!!!!!!!!!!

mi piacerebbe realizzare un friscaletto con un solo foro dietro, (l'ho intravisto per un solo attimo a sciacca in provincia di agrigento) ma non so neanche in che tonalità lo devo fare....
help! help! help!


Risposta Condividi


[285]   
Da: Michele 
('mPalemmo)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[25-02-2008]  
Calo' spiegati meglio...
P.S. L'esame l'ho fatto....quando dici tu.....

Risposta Condividi