www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 23 Aprile 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
( )
  Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-09-2007]  
è lanciata una nuova tenzone, queste le regole:

1) il componimento deve essere in rima e metrica
2) è consentito l'uso di ogni metrica
3) la risposta deve essere pertinente
4) è consentito ogni dialetto, lingua, idioma
5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce
7) i componimenti che contengano trasgressioni alle regole verranno cancellati

ps: questo nuovo topic inizia con l'ultimo componimento postato nel vecchio topic.



Risposta Condividi


[196]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[27-11-2007]  
Mo tanto pe' chiarilla questa cosa,
me so' dovuto legge l'argomanto,
pure pe' capì si la mi' Rosa
che po' penza' de me in quer momento.
E mentre che sul letto se riposa,
je dico si ho da esse', o no, contento
si come sonatore so' di "B",
e lei, come moje, dice si.

Risposta Condividi


[197]   
Da: L'Irpino+Augusto Sindici 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[27-11-2007]  
Saluto con rispetto sora Rosa
che su letto Anguillaro se riposa,
e ‘l marito sonatore gruppo "B",
a cui la brava moje dice si.
La donna, si l'amore la tormenta,
e nessun sonatore l’alimenta,
somija a 'n prato, che pe 'r gran calore
senza un po’ d'acqua, s’ingiallisce e more.
Da sola essa se secca, abbrucia e stenta
la vedi che s’ammoscia trista e lenta...
co quel'arzura, co quer grann'ardore;
vo acqua er prato e vo la donna amore!...
Tutto va ben: il vin, la cioccolata,
i baci e le carezze dell’amata,
ma cibo vole pure lo cervello
sennò se ritrovamo...er manganello!
Si la storia scordamo, boni boni,
ce stà chi ci aripiglia pè minchioni...
E infatti mò trovato avemo già
chi ci ariprova un pò a ce cojonà:
Mannaggia la pupazza e porca boja
ma voi l’avete ntesi li Savoja
che a noi ce stanno a chiede li quatrini?
Li vonno come fosser bruscolini!
Nun tengo pripotenza e nun ci'ò boria,
ma sò più amari lor della cicoria,
io sti Savoja ‘un pozzo diggerilli!
nun basta cioccolata pe indorcilli!...


Risposta Condividi


[198]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[29-11-2007]  
Er momento nun è de li mijori,
e devo di' che io nun so' contento;
de certo sto a parla de lor signori
che fanno er concistoro ar parlamento;
'ché tra schiamazzi e fischi so' dolori
e mischieno le carte 'gni momento.
'ché so' sempre li stessi deputati,
li stessi che i Savoia ha perdonati.

In effetti , 'sti du' 'mmorammazzati,
so' loro che dovrebbero pagacce,
'ché già parecchi danni ha procurati.
E si ce penzo sai de parolacce
quante ne dico a chi l'ha richiamati.
E questi mo ce fanno le minacce?
ma annassero a fanculo 'sti du' stronzi,
che ci'hanno preso a tutti pe' bigonzi?

Risposta Condividi


[199]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[29-11-2007]  
Secondo me ci trattano da gonzi,
non solo sull'affare dei Savoia,
hai tempo a far suonare i "sacri bronzi",
s'inventano qualunque scappatoia.
I delinquenti quando sono sbronzi,
non scelgono d'andar davanti al boia!
Nella nostra Repubblica Italiana,
boiate con cadenza quatidiana.

Cancellano la lotta partigiana,
la storia la vorrebbero riscritta,
la Costituzione Repubblicana,
è diventata solo aria fritta.
Persino il vento della tramontana
si deve rassegnare alla sconfitta!
Non basta stare sulla difensiva,
purtroppo stiamo andando alla deriva!

Futuro senza alcuna prospettiva,
l'Economia la fa da prepotente.
Da tempo ha scatenato un'offensiva,
contro l'Umanità, contro l'Ambiente,
senza lo straccio d'una alternativa,
finiremo davvero malamente!
Non sembra sufficiente dire basta,
a tutti i componenti della Casta!

Solo una cosa penso sia rimasta,
verso chi guida questo "Belpaese",
sembra sian fatti della stessa pasta,
della casa reale piemontese,
e chi decise volontà nefasta,
tornassero i Savoia a nostre spese.
Unanimi e concordi tutti quanti ,
cacciamo stì politici e regnanti.

Peppino di Rosa (PdR)




Risposta Condividi


[200]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[03-12-2007]  
Alla protesta ne saremmo in tanti
se avessimo la dose de coraggio
ch'avevano 'n trincea i nostri fanti.
Tu dichi bene mò: che 'sto foraggio
dovremmo de levaje a 'sti briganti,
oppure je darebbe 'n ber pestaggio.
Però, nun è pe' datte lo sconforto,
er peggio, ce lo sai, nun è mai morto.

Risposta Condividi


[201]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano)
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[13-12-2007]  
Son giorni che tra noi non c'è rapporto,
dieci ne son passati da che Pino,
ci ricordò che il peggio non è morto,
profetica sentenza d'indovino.
Difficile sarebbe dargli torto,
pure se si trattasse di Merlino.
Che succede chiede l'Avvocatista,
nel mondo prepotente ed egoista?

Non so quale argomento della lista,
meriterebbe stare al primo posto.
Nel dubbio dico che il capitalista
vuole il profitto avere ad ogni costo.
L'esempio d'ideale comunista,
al pubblico ludibrio viene esposto.
Se poi parliamo di democrazia,
talvolta si raggiunge l'idiozia.

Prevale dappertutto la bugia,
soprusi ed ingustizie sulla gente,
stragi con guerre, fame e carestia,
all'ordine del giorno maggiormente.
Con manifestazioni di follia,
a luna sia calante che cresente.
Aumenta sempre più la confusione,
chi urla vuole sempre aver ragione.

Si mischia convenienza e convinzione,
s'insegue il guadagno e la ricchezza,
ovunque c'è degrado e corruzione,
sparita è con la pena la certezza,
Nessuno sa cos'è l'indignazione,
non si rispetta più la correttezza.
La situazione qui rappresentata,
potrà sembrare, forse, esagerata.

Nemmeno basterebbe una giornata,
per rendere l'esame più completo,
analisi più attenta e articolata,
richiederebbe tutto l'alfabeto.
V'invito a farmi una telefonata,
se v'ho annoiato oltre il consueto.
Se poi lo ritenete necessario,
potremmo organizzare un seminario.

Per meglio esaminare lo scenario
politico, economico e sociale.
In quale condizione il proletario,
affronta il suo problema esistenziale,
ovvero come possa col salario
pagar persino il mutuo semestrale.
O andremo ad affrontare l'argomento
di come si compone il Parlamento.

Forse nello specifico momento,
essendo molto prossimo il Natale,
sarebbe meglio mettere l'accento,
su quella scorpacciata abituale,
che rappresenta il solito tormento
di tutto "l'arco costituzionale".
E quando poi le feste son passate,
costringe a fare diete esagerate.

Fate attenzione quindi alle abbuffate,
le spese necessarie ed essenziali!
La musica dovunque propagate
donate a tutti note musicali,
Pizziche, Tarantelle e Tammurriate
son forme di regalo originali.
Auguri vi rivolgo a più riprese,
per Pino del buon vino Cesanese.

Peppino di Rosa (PdR)


Risposta Condividi


[202]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[14-12-2007]  
C'è chi 'n'arriva a la fin del mese,
e ne 'ste feste arriva lo sconforto.
E noi che lo dicemo a più riprese,
semo rimasti co' lo fiato corto.
ma tu Peppino, tu che sei cortese,
è che 'n rimedio c'è, te ne sei accorto:
co' musica, co' canto e co' poesia
noi debbellamo la malinconia.

Risposta Condividi


[203]   
Da: Felippo Sgruttendio +L'Irpino 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
Si 'nta li feste arriva lo scunfuorto
i' sò rummasto cu lu sciato curto;
cu museca, cu canto e cu poisia
alluntanate vuie malincunia
Ma io nun trovo chiù l'ispirazione
e torno justo mò cu sta canzone...

M' aggio chisto cerviello revotato
Tanto, che nfino ad oj i l' aggio strutto,
Ma oj io sò nfra voi aritornato
a fà n’auto storniello bello o brutto.
E cossì mille vote aggio tentato
De fa' quacche sonetto o quacche mutto:
Ma a l' urdemo me songo sfastriato
Ca n' è pe chiste diente sso presutto.
Oi Pontuà, non agg' io la cocozza
Che tieni tu, ch' è grolia e pò confuorto,
E quanno suoni l’organetto sbozza
Ogne strummiento dalla Chiazza a l' Uorto.
E chi sente Di Rosa, quanno canta,
No 'ntontaro deventa, o mammalucco:
ca tutt’a chiazza lo Peppino 'ncanta
E me scola da sto naso sempe mucco,
Tu chelle cose de lo tiempo antico,
quanno le stornelleggi, le faie vere,
Pappuso è lo tuo canto comm’a fico:
Cchiù che non fece Arfeo correre fere!
E tu se suone, Alfonso, overo cante,
Faie deventare ognuno comme stucco
'Nzegname ca me sento no 'gnorante,
E resto che non sai s' è biento o cucco.
Tu li poiete faie torna' cetrule:
Ca tanto è lo gran canto e lo sonare
Ch' a fronte a te nce pareno cucule
L’irpino, Ronna, e tutte li compare!



Risposta Condividi


[204]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
Ma io nun tengo gnente da insegnare,
ch'ognuno ha una curtura da difende',
ch'ognuno, a modo suo, è particolare
e deve conservar le sue prebende.
So' io ch'ho quarcosa da imparare;
questo messaggio vojo che s'intende:
infatti leggo sempre assiduamente
e cerco de tenemme tutto a mente.

Però mò me succede, urtimamente,
e questo devo di' che m'ha corpito,
me scopro sempre più meno credente
all'omo organizzato 'n po' a partito.
Pe' questo, je pijasse 'n accidente,
quello che sento me fà sta' allibbito.
E solo ne 'sto sito me ritrovo
a festeggia' co' amici l'anno novo.


Risposta Condividi


[205]   
Da: Alfonso 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
" Tiziano - Re: Cose belle da Ostia!!!! 11-12-2007, 12:35
Caro Pino tu hai il mio numero,credo,comunque ti contatterò al più presto.Mi farebbe immenso piacere e ne sarei onorato se riuscissimo a fare qualcosa insieme a cotanto maestro. "
------------------------------------------------------------- -------------------


Mio Pino caro tu resti allibito
e questo è segno della tua natura
che ancora tu t’indigni e arzi er dito
quanno che s’aripassa la misura

ma noi dovemo d’esse tolleranti
ch’è segno de fermezza e de virtute
e tu più saggio sei de tutti quanti
e devi da esse largo de vedute

e poi sei er nostro faro, nostra luce (uce, uce..)
‘na cima sei dell’arte musicale
l’estro nun te difetta e nun te scuce (uce, uce..)
e canti e soni apparo a le cicale

e pò tu sì Poeta, il nostro Ovidio,
Maestro, Vate, Musa e nostro Vanto
e poi, fattelo dì, come te ‘nvidio..
nisuno m’ha mai dato der “Cotanto” !!


Risposta Condividi


[206]   
Da: L'Irpino 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
Da lo Regolamento:

5) non è ammessa la traduzione
6) non è ammesso nessun commento o nota, nemmeno in calce, nè tampoco in apertura
- - - - - - -

ahi ahi ahi ahi ahi signora Lòngari,
lei mi è cascata troppo sul "cotanto"!!!
non hanno trasgredito così gli ùngari
tu ch'eri vigilante e nostro vanto!





Risposta Condividi


[207]   
Da: Alfonso 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
e commo staj appizzato caro Irpino
non è che un peccatuccio piccolino

è stato che alla vista del "cotanto"
non ho più resistito, questo è quanto.

Risposta Condividi


[208]   
Da: L'Irpino 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
Da: Alfonso - Re: Nuova scuola di liuteria nel Lazio
"mi sembra che stiate un pò esagerando.., a questo punto fatemi santo subito e non se ne parla più"
-------------------------
Se a te non han mai dato del “cotanto”
te staveno da vivo a fatte santo
tra un pò sei Sant’Alfonso dè LiQUori
(ànneso, cafettié, e altri rosòli)
ch’è meglio de quell’acqua d'Alecona;
ma si me fai, Alfò, ‘na cèra bona,
io te prommetto fare pe' saluto
no pideto, no sàuto e no sternuto.


Risposta Condividi


[209]   
Da: Alfonso 
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[17-12-2007]  
no pideto ? no sàuto ? no sternuto ?
de tanta ràzzia non ce sta bisogna
s'azzèllano le pelli a 'sto tribbùto
e rosso ne divento pé vergogna..





Risposta Condividi


[210]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
[18-12-2007]  
E d'esse' chiaro adesso m'abbisogna,
'ché la poesia mo me lo permette,
che qui se stamo tutti a da' l'ossogna,
er core se lo stamo a fare a fette,
e se gonfiamo come 'na zampogna
co' 'sti salamelecchi da subrette.
Perciò, amichi cari, un po' speciale
sarà l'augurio de 'sto Bon Natale.

E mò io ve lo canto tale e quale:
'ché pure si ci aumenteno le tasse,
noi semo sempre allegri ar naturale,
e si ce vie' la voja de grattasse,
noi se grattamo senza facce male
perché noi semo tutti foriclasse.
E quindi mò l'auguri ve rinnovo
de Bon Natale e pure l'anno novo.

Risposta Condividi