www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 20 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[1711]   
Da: Andrea 
(milano)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-04-2013]  
ciao angelo,

hai scritto
"Prova a suonare un friscaletto in alluminio e uno di canna a parità di tutti gli elementi costruttivi, noterai la differenza! Questo è il dato di fatto! La colonna d'aria vibra all'interno del tubo sonoro, il materiale comunque parteciperà e varierà le condizioni al contorno dell'insieme tubo-onda, si tratta sempre di un mezzo elastico in prossimità di una sorgente sonora!"

non credere che io non sia d'accordo sul fatto che un flauto di canna suoni meglio di uno di alluminio.
anzi ne sono sicuro, ma per me il bello di un flauto in canna o in bambù rispetto ad uno di legno o di metallo è l'imperfezione che la canna si porta dietro. un friscaletto in alluminio e uno di canna non potranno mai avere parità negli elementi costruttivi.. l'alluminio sarà sempre liscio e uniforme, mentre la canna ruvida, porosa, imprecisa, non perfettamente cilindrica e queste caratteristiche renderanno il suono più "umano" :) e decisamente (nel mio umile parere) più bello!

una curiosità..
nessuno ha mai provato a mettere a bagno nell'olio di lino crudo (o altri oli simili non nocivi) per un paio di giorni e sentire come suona dopo un po' di mesi? col bambù funziona..

Risposta Condividi


[1712]   
Da: Salvatore 
(Lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-04-2013]  
Ciao a tutti. Con questa mia non voglio sostituirmi al moderatore, ideatore, etc... (Giancarlo) ma parlo per me stesso... :-)
Per Angelo: i complimenti erano tutti meritati... Che bello, vedo con piacere che il forum sta prendendo una bella piega; nel senso si sta instaurando quello che dovrebbe essere una sorta di dialogo che era quasi scomparso (tranne in sporadici casi) con notizie, curiosità e quant'altro serva a tenere vivo l'interesse per quello che ci accomuna, cioè la passione per i flauti di canna e altre cose attinenti... Di tutte le notizie, "fuchiatura" ed altro,ognuno di noi ne farà magari tesoro altri continueranno con i propri metodi altri ancora prenderannop spunti o disappunti ma, ora si che il forum ha di nuovo un senso. Continuiamo così!!
Per Andrea: L'olio di lino crudo no ma, nell'olio paglierino lo faccio tutt'ora. Comunque grazie per l'idea.
Per Giuseppe: Ti ringrazio pubblicamente per il flauto doppio, è semplicemente meraviglioso...
Per Giancarlo: Un saluto dalla Sicilia, aspettiamo Tue notizie...
Saluti, Salvatore.

Risposta Condividi


[1713]   
Da: Angelo 
(Palma di Montechiaro (AG))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-04-2013]  
Salve a tutti.
Grazie a Giuseppe per averci scritto la prassi delle "canne affumate"!
Un saluto particolare a Salvatore e alla sua puntualità! Ma Giancarlo????
Ciao Andrea
Mi sembra che stiamo un po' a girare nei discorsi, rischiando di perdere il punto di osservazione iniziale, cioè il punto da dove siamo partiti!!!!!! ;-)
Quando introduco il materiale "alluminio", oltre la canna, lo faccio, semplicemente, come esempio per rifarmi ad una tua frase per quanto riguarda la variazione timbrica (tu, dubitavi/dubiti che il materiale non influenza il timbro).
Quando scrivo di "differenza" tra i due materiali (canna e alluminio), intendo "differenza timbrica" nel senso letterale, nel senso che ascolteremo due timbri diversi, a prescindere quale ci piaccia di più (io amo la canna e i materiali naturali, come te! :-))!
Quando scrivo "parità di condizione dei flauti", riferendomi alle condizioni geometriche, inizialmente, l'ho fatto considerando uno stesso flauto (prima la fuchiatura e dopo). E' ovvio che due flauti, ad esempio canna e alluminio non potranno essere identici geometricamente! In questa direzione, ci siamo "andati" di conseguenza a delle osservazioni che hai presentato :-)!!!! La mia domanda iniziale non si riferiva a "Timbrica di flauti con materiali differenti", la mia domanda era "Fuchiatura, carteggiatura, cosa apportano allo stesso flauto (parità di condizioni geometriche!!!!)".
Caro Andrea il mio pensiero l'ho scritto in tutta sincerità!!!! Altrimenti, che forum è? ;-)
Una buona serata a tutti!!!
Angelo



Risposta Condividi


[1714]   
Da: Giuseppe 
(Messina)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-04-2013]  
salve a tutti,
oltre a ringraziare Salvatore per i complimenti sul doppio flauto (ma ancora sono agli inizi!),
ringrazio Angelo per i suoi preziosi aneddoti, in effetti anche io ero convinto che la fuchiatura fosse un fattore estetico, magari di natura folkloristica e souvenir, invece sembrerebbe proprio servire a risolvere uno dei principali problemi della canna, cioè l'assorbimento di vapore acqueo...spero di provare il prima possibile questo trattamento su un flauto per verificarne i risultati. quindi il metodo naturale consiste nel bruciare la paglia? quindi non con le fiamme del fornello o di un cannello?
è anche importante dire che il tipo di canna raccolta è il primissimo fattore sull'esito della costruzione...una canna robusta e compatta assorbe molto meno umidità rispetto ad una canna fragile e fibrosa, oltre naturalmente a "risuonare" meglio e a durare più a lungo nel tempo. ma è inutile ripetere cose che già sappiamo tutti!
un saluto, Giuseppe.

Risposta Condividi


[1715]   
Da: Giuseppe 
(Messina)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-04-2013]  
...dimenticavo di aggiungere un'altra cosa in risposta ai dilemmi di Andrea...tu hai giustamente detto che la parte della canna soggetta al vapore acqueo è proprio la più vulnerabile, ovvero la parte interna, dove viene scavata la canaletta. ed è vero. ma è possibile poter ridurre questo problema passando leggermente una lamina incandescente dopo la realizzazione della canaletta appunto (e anche dello scivolo del tappo per farla completa), in modo da rendere la superficie dura e liscia. naturalmente questo metodo non fa parte della prassi costruttiva tradizionale, ma lo fanno alcuni costruttori moderni e diciamo che funziona, anche se ripeto, il problema non viene debellato al 100%...

Risposta Condividi


[1716]   
Da: Bruno 
(Francia)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-04-2013]  
Salutissimi a tutti miei amici costruttore e suonatori. Sopratutto a mio Prof. Sono contento di leggere vostri messaggi. Un abbraccio francese a tutti voi. Un saluto a Giancarlo.

Risposta Condividi


[1717]   
Da: Patrick Maurin 
(Alès, vicino Nîmes, Francia)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[17-06-2013]  
Buongiorno Giancarlo,

puoi perfavore ritornarmi il tuo indirrizzo mail ?

spero tutto bene per tu.

Grazie,

Patrick da Francia.

Risposta Condividi


[1718]   
Da:  
  Re: Costruttori dei flauti di canna.
[20-06-2013]  
Ciao Patrick, ti ho spedita una mail, dove puoi leggere l'indirizzo
Oppure clicca sulla bustina gialla vicino al mio nome, in questo messaggio. Saluti.

Risposta Condividi


[1719]   
Da: Bruno 
(Francia)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-06-2013]  
Ciao a tutti,

Ecco un friscaletto in La che ho fatto. Il suono è bello, questa foto per te amico mio.






Risposta Condividi


[1720]   
Da: Bruno 
(Francia)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[23-06-2013]  
Ahiiii...foto troppo grande! Scusatemi!

Risposta Condividi


[1721]   
Da: Michele 
(Bari)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-08-2013]  
Dopo la "fuchiatura" esterna per impermeabilizzare la parte interna dei friscaletti
va bene l'olio di mandorle dolci?
Saluti.
Michele

Risposta Condividi


[1722]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[09-09-2013]  
Un saluto a tutti gli amici del 6+1.







Risposta Condividi


[1723]   
Da: Michele  
(Bari)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[18-09-2013]  
Salve a tutti,
visto che nessuno ha risposto al mio quesito del post 1721, riformulo una domanda: " per impermeabilizzare l'interno del friscalettu si può usare l'olio di mandorle dolci ?
Con molta umiltà mi aspetto una risposta qualificata.
Michele

Risposta Condividi


[1724]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[19-09-2013]  
Ciao Michele!
Evidentemente le centinaia di persone che giornalmente visitano "flauti di canna", hanno deciso di essere solo spettatori, rinunciando ad esprimere pareri di sorta!
Non mi piacciono i monologhi, ma visto che nessuno lo ha fatto, ti dico la mia.
Si: si può usare l'olio di mandorle dolci, così come si usa per altri strumenti, non è comunque una pratica necessaria. Personalmente uso olio di oliva e solo all'inizio. Contrariamente a quanto si possa pensare, la canna è già molto resistente all'umidità che condensa all'interno.
Paradossalmente da più problemi la "zeppa" che il resto.
Saluti.

Risposta Condividi


[1725]   
Da: Michele  
(Bari)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[19-09-2013]  
Grazie Giancarlo, tu sij u megghije.
Saluto tutta la "chiazza"

Risposta Condividi