www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 25 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[1651]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[10-02-2013]  
Ciao Salvatore.
Anche per me è un hobby.
Per quanto riguardi le tue canne, non credo di poterti essere molto di aiuto, per diversi motivi, però provo a darti comunque dei consigli che spero ti siano utili.
Premesso che con quelle canne, sarebbe meglio realizzare dei traversi, se proprio vuoi farne dei 6+1 ti consiglio di sperimentare prima su canne meno preziose o su tubi di plastica da elettricista e poi cercare di replicarne le misure.
Immaginando poi che non ti piacciano i friscaletti "bassi e di poco volume" sacrificherei un pò di canna, accorciandola di alcuni centimetri, riportandola a quelle misure base, che mi pare averti già dato in privato e cioè circa 21 cm dalla finestrella alla culazza, dopo aver eventualmente allargato la camerutura interna fino a circa 13 mm.
La distanza tra i fori dovrebbe essere di circa 16-17 mm e la distanza del primo foro dalla finestrella di circa 9,5 cm.
Ne otterrai un friscaletto 6+1 in Fa.
...Di più non posso!
Al limite mi mandi la canna, te la distruggo e te la rimando! :-)
Saluti.
PS: ora che ti ho dato le misure il mercato sarà invaso da migliaia di friscaletti 6+1 clonati (ad opera dei visitatori goths molisani-calabro-siculi-lucani-campani! ... Ah!..Ah!..Ah!) :-)



Risposta Condividi


[1652]   
Da: salvatore 
(Lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[10-02-2013]  
Carissimo Giancarlo buongiorno e buona domenica... Ti ringrazio per aver risposto alla mia richiesta di aiuto ma, ieri sera di ritorno da un "Pizza party", non ho resistito al richiamo delle canne... sarà stata la "crisi di astinenza" visto che da quasi un mese non costruivo più friscaletti, sarà stato in buon vino locale, sarà stato quel che sarà stato, comunque ne ho costruito uno direttamente usando una delle due canne. Ne è venuto fuori uno in "SOL" e devo dire con un discreto suono... Come si asciuga la zeppa (che ho incollato"... non sgridarmi....) farò gli ultimi ritocchi e poi ti farò sapere cosa ne è venuto fuori. Osservando le misure che mi avevi mandato (ancora grazie), penso di non essermi discostato troppo da quelle che ho fatto io. In pratica dopo aver costruito l'imboccatura, la finestrella, lo scivolo , la canaletta e inserito la zeppa, ho misurato la metà esatta della lunghezza e lì ho segnato il 6° foro; poi ho lasciato quasi 2 cm dalla culazza e ho iniziato a fare il 1° foro, accordandoli di volta in volta (un pò mi sono aiutato con le foto postate da Carlo (che ringrazio...) . La cameratura l'ho lasciata com'era. Speriamo vada per il meglio altrimenti, pazienza...
P.S.- Ti dovesse far piacere la 2.a canna te la mando volentieri. Riguardo all'invasione dei migliaia di friscaletti 6+1, magari succedesse sul serio, sarebbe motivo di dibattito sul forum e ancora più bello sarebbe la rivalutazione di questo friscalettu un pò ingiustamente bistrattato... Carlo facci sentire la Tua opinione.... ciao ciao.














{{img:-3447 01991}}

Risposta Condividi


[1653]   
Da: salvatore 
(lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[10-02-2013]  
Scusa ma avevo inserito questa quarta foto e non era stata caricata..... speriamo bene... saluti






Risposta Condividi


[1654]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-02-2013]  
Complimenti... davvero bello!
Sono sicuro che sia un ottimo lavoro.
...Fattone uno, sarai facilitato nel fare il secondo, magari apportando qualche piccola correzione.
...Belle pure le foto.
Una domanda: a cosa servono quelli che sembrano due "ferretti" che vengono fuori dalla parte bianca del banco? Ci appoggi il saldatore o servono ad altro?

Risposta Condividi


[1655]   
Da: Salvatore 
(Lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[12-02-2013]  
Caro Giancarlo, per essere il primo friscalettu 6+1, fatto con cognizione di causa grazie a Te, non è venuto per niente male... poi è venuto anche ben accordato; sarà la "fortuna del principiante".... chissà...
Quei due ferretti che vedi tra il tappetino e il tavolo altro non sono che due lame di seghetto alternativo che adopero per iniziare a fare la canaletta... (devo dire che sono molto comodi). Serena serata, Salvatore.
P.S. Grazie per i complimenti, in larga parte è merito Tuo e anche di Carlo che ringrazio.

Risposta Condividi


[1656]   
Da: Rino 
(Roma)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[13-02-2013]  
...circa 21 cm dalla finestrella alla culazza eh? Bene,bene!!!


..avete mai visto una befana che suona il friscalettu?



Risposta Condividi


[1657]   
Da: Angelo 
(Palma di Montechiaro (AG))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-02-2013]  
Salve, mi chiamo Angelo e sono di Palma di Montechiaro in provincia di Agrigento, costruisco, per hobby, e suono friscaletti 7+2. Ho letto diverse pagine di questo forum e, con molta modestia, vorrei aggiungere qualcosa che possa essere utile a chi costruisce friscaletti.
Voglio complimentarmi con quanti hanno preso parte al suddetto forum e con chi ha anche realizzato questo sito!
Innanzi tutto vorrei fare delle precisazioni (spero che non siano banali!).
I friscaletti, tradizionalmente, devono avere un'intensità molto più elevata rispetto ad altri flauti a bocca zeppata, anche se nessuno vieta di costruirli "col volume" che si vuole! Provate però a suonare senza amplificazione, come si faceva un tempo e come faccio spesso io, un friscaletto col volume pari ad un flauto dolce soprano, ad esempio, assieme a due o tre tamburelli e qualche tamburo! Se non si è amplificati e, quindi, regolare tutto da un banco di missaggio, si rischia di essere sopraffatti dai suoni degli altri strumenti! Per cui, se si vuole costruire un friscaletto da potere suonare assieme a strumenti che hanno un'elevata intensità sonora senza l'utilizzo di amplificazione, bisogna ricorrere a particolari caratteristiche costruttive (ovviamente, deve ottenersi il compromesso tra elevata intensità, minimo consumo d'aria e suono puro)! Questa precisazione l'ho vissuta anni fa sulle mie spalle, in quanto osservata e suggeritami da almeno una ventina di suonatori della mia zona!
L'altra precisazione è sul modo di realizzare la finestrella, lato lungo, oppure lato corto, parallelo (qualora non fossero, ovviamente, uguali) alla lunghezza longitudinale del friscaletto. In dipendenza di cosa si realizza, cambia qulcosa nella diteggiatura tra i due! Nella mia zona si utilizza quello con la finestrella con lato lungo parallelo alla lunghezza del friscaletto. Spero che siano state due precisazioni da potere discutere!
Buoni friscaletti a tutti! :-)

Risposta Condividi


[1658]   
Da: Peppino di Rosa 
(Vivaro Romano (Rm))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-02-2013]  
Ciao Angelo
Le tue considerazioni non mi sembrano affatto banali,
però ti chiederei, almeno per quel che mi riguarda,
di essere più preciso nella spiegazione relativa all'ultimo capoverso che per semplicità copio e incollo:
"L'altra precisazione è sul modo di realizzare la finestrella, lato lungo, oppure lato corto, parallelo (qualora non fossero, ovviamente, uguali) alla lunghezza longitudinale del friscaletto. In dipendenza di cosa si realizza, cambia qulcosa nella diteggiatura tra i due! Nella mia zona si utilizza quello con la finestrella con lato lungo parallelo alla lunghezza del friscaletto".
In particolare ti chiedo se potessi spiegare più ampiamente ricorrendo, se possibile, anche all'aiuto di un disegno.
Grazie
e buon friscaletto anche a te!
Peppino di Rosa

Risposta Condividi


[1659]   
Da: Angelo 
(Palma di Montechiaro (AG))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[24-02-2013]  
-------- --------


----- ---
-----
---

Lato corto finistrella Lato lungo parallelo
parallelo alla lunghezza alla lunghezza
del friscaletto

Ciao Peppino,
scusa per i disegni, ma dovrebbero lasciare intendere cosa ho scritto nel precedente post!
In dipendenza di quale tipologia di finestrella si adotta, cambiano le posizioni digitali di alcune note. Se, ad esempio, prendiamo friscaletti in DO, la diteggiatura per "prendere" un SIb alto, in entrambi, è diversa! Le tipologie di finestrella influenzano, ad esempio a parità di dimensioni, l'intensità delle note, la quantità d'aria necessaria per eseguirle e il timbro! Per ottenere un timbro più ovattato bisogna adottare una finestrella con lato lungo parallelo alla lunghezza del friscaletto!
A presto ;-)

Risposta Condividi


[1660]   
Da: Angelo 
(Palma di Montechiaro (AG))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[24-02-2013]  
Salve,
di seguito vi riporto un link dove suono tre brani, quasi uno di seguito all'altro, con un friscaletto in DO. Da notare che soltanto il friscaletto non è amplificato!!!!!!! Scusate per le "imprecisioni musicali"!!!

http://www.youtube.com/watch?v=2DD2tkaAoh4

Risposta Condividi


[1661]   
Da: Giuseppe 
(Messina)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[09-03-2013]  
ciao Edoardo, io sono di Messina e ho imparato a suonare e a costruire i "frauta a paru" da un signore di 87 anni originario di Santo Stefano Briga, un villaggio sul versante jonico dei Peloritani. nella versione siciliana sono due flauti di lunghezza diseguale (1 o 2 dita di differenza) accordati all'intervallo di terza, grazie ad una grande apertura scavata sul retro della parte bassa della canna più corta. la canna più lunga detta maschio ha fori 3+1 e produce 5 suoni, che non sono altro che i primi 5 suoni di una scala maggiore partendo dalla nota più bassa. la canna corta detta femmina ha fori 4+1 e non è altro che il proseguimento di questa scala partendo dal 3° grado, e quindi 3°, 4° e 5° grado in comune con l'altra canna e poi gli altri gradi fino a giungere al 1° grado all'ottava superiore. quindi la somma dei suoni delle due canne corrisponde ad una scala diatonica nell'ambito di un'ottava. i flauti a paro vengono suonati con varie tecniche complesse in cui gioca un ruolo fondamentale la punta della lingua, che agisce direttamente sulle imboccature dei due flauti...anticamente i suonatori più abili lo suonavano sfruttando questa scala diatonica appena descritta e quindi mutuando lo stesso repertorio del friscaletto. piu generalmente si suonava alla "ciaramiddara", ovvero come una zampogna a paro, solo che la canna melodica riceveva un flusso di fiato continuo e indistinto mentre la lingua agiva ritmicamente sull'imboccatura della canna dell'accompagnamento creando l'effetto di staccato.

Risposta Condividi


[1662]   
Da: Wladimir 
(Pizzoni (VV))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[09-03-2013]  
Ciao Giuseppe potresti mettere qualche foto di questi "frauta a paru" versione siciliana avrei piacere di vederli. Io Ho Costruito Una Versione Di questi "Frauti A Paru" Che Pero' sono due Flauti Di Misure Identiche e Sono Accordati a Intevallo Di Terza..

Risposta Condividi


[1663]   
Da: Giuseppe 
(Messina)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[15-03-2013]  
non so perchè, ma non riesco a caricare le foto su questo sito. mandami la tua e mail, vediamo se riesco a mandartele

Risposta Condividi


[1664]   
Da: Giancarlo  
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[15-03-2013]  
Ciao Giuseppe.
Se vuoi puoi mandarle sulla mia mail ed io provvederò a metterle su forum.
In alternativa, per caricarle sul forum devi:
1) rimpicciolire le foto con "Paint" (che trovi sul tuo PC in "Programmi" e poi "Accessori" ) fino ad avere una grandezza mass di 150-200 Kb.
2)Per ridurre la foto, da Paint devi andare su "Immagine" poi ""ridimensione/inclina" e sustituire la %100 con 30% (circa o anche meno) dove c'è scritto "Ridimensionamento" "Orizzontalmente" e "Verticalmente"
3)Per postarle devi semplicemente cliccare su "Inserisci immagine": ti si aprirà una finestrella, dove potrai scrivere una didascalia (se vuoi), poi devi cliccare su "sfoglia" e prendere la foto lì dove l'hai archiviata e schiacciare "Inserisci"

Saluti, Giancarlo.

Risposta Condividi


[1665]   
Da: Giuseppe 
(Messina)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[15-03-2013]  
Ciao Giancarlo, grazie per avermi salvato la vita ahahah :) questi nelle foto sono i doppi flauti anticamente diffusi nell'area dei Peloritani, la cui tradizione costruttiva era particolarmente attestata tra Santo Stefano di Briga e Pezzolo. Come potete vedere sono quasi uguali ai doppi flauti diffusi nella provincia di reggio calabria e indicati come "fischiotti alla siciliana". le prime due foto sono un doppio flauto fatto dal mio maestro (anni 87, ed è l'ultimo suonatore-costruttore di Santo Stefano Briga ancora in vita), le altre due foto sono doppi flauti realizzati da me (anni 21)





















Risposta Condividi