www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Mercoledi 22 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Giancarlo Petti 
  Costruttori di flauti di canna.
[06-07-2007]  
Vogliamo provare a fare un censimento dei costruttori di flauti di canna, magari per Regione?

Risposta Condividi


[1576]   
Da: salvatore 
(Lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[04-12-2012]  


Grazie al mio " figliol prodigo" penso di poter postare le tre foto. Lo dico sempre la mia generazione ha litigato con la tecnologia!!! Quello sciagurato con due o tre clic ha risolto il problema che speranza mia, sarei ancora lì a cercare quello che non avrei mai trovato....Sigh!!! Saluti a tutti, Salvatore.


















{{im g:2038979225}
}










Risposta Condividi


[1577]   
Da: salvatore 
(Lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[04-12-2012]  
La foto del Friscalettu in DO.... scusate il disquido...






Risposta Condividi


[1578]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[05-12-2012]  
Bravo Salvatore!
Hai una produzione da fare invidia a chiunque!
...Molto belli, complimenti.
Fai bene a regalarli ai bambini della tua associazione (mi sono informato un pò e mi pare che li si "meni" :-) ), così impareranno ad amare la tradizione siciliana.
...Le quene hanno un funzionamento molto diverso dai friscaletti, comunque qualche ibrido si può ottenere.
Ti anticipo però che è più facile ottenere una quena con "la diteggiatura" di un friscaletto, piuttosto che un friscaletto con "la diteggiatura" della quena.


Risposta Condividi


[1579]   
Da: Salvatore 
(Lercara Friddi (PA))
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[05-12-2012]  
Grazie Giancarlo per i complimenti, cerco di fare le cose con amore a volte riuscendoci a volte un pò meno...comunque grazie ancora, detto da Te è un "valore aggiunto"... per quanto riguarda l'associazione è vero si mena ma il più delle volte si prendono (le mazzate intendo!!!). Scherzi a parte pratico quest'arte dal 1977 e la insegno ormai da circa trent'anni. Ma veniamo all'IBRIDO"; da quello che ho potuto constatare i problemi che ho avuto sono dopo aver fatto la prima ottava, aumentando l'insufflazione si riesce ad ottenere parte della seconda ottava fino a tre quarti dell'ottava mentre per fare l'ultimo quarto di note bisogna chiudere i primi due fori a volte ne basta uno. La terza ottava invece qualche nota si riesce a prendere con la stessa diteggiatura della quena. Detto ciò non che io non voglia seguire il Tuo consiglio me ne guardo bene ma, nello stesso tempo, vista l'impossibilità della realizzazione mi è da "stimolo" a tentarci ancora poichè io non la vedo come una cosa irrealizzabile...chissà... e poi mi dà più piacere fare sperimentazione piuttosto che fare l'ennesimo friscalettu in Do, in Re,etc... del resto non li devo vendere quindi passatempo per passatempo ci provo. Se avrò qualche risultato positivo ve lo farò sapere. Nel frattempo vi mando qualhe altra foto (sempre che riesca a postarle) di alcuni flauti traversi copiati da uno il plastica (anche se i diametri e le lunghezze sono differenti) poichè come sappiamoil tubo in plastica (PVC)
ha la sezione costante mentre la canna no, un flauto dolce di canna (sempre copiato) e qualche altra quena e Friscaletti vari... sperando vi faccia piacere... un saluto e un a presto, Salvatore.














{{im g:-238042404}}











Risposta Condividi


[1580]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[08-12-2012]  
Ciao Salvatore.
Le foto sono bellissime: complimenti ancora.
Facci sapere come procede l'esperimento. E' sempre cosa buona provare. Fino ad ora un ottava e tre quarti senza problemi? E' quello che avviene in un "normale" friscaletto. Una delle differene sostanziali tra i due strumenti è il rispettivo comportamento fisico-acustico: la quena si comporta più come strumento aperto-aperto, mentre il friscaletto, causa molteplici fattori, si pone a metà tra uno strumento aperto-aperto ed uno chiuso-aperto, ma qui entriamo in campo molto tecnico, che sinceramente potrebbe essere sviluppato da persone più preparante di me.
A proposito dei traversi: ti sei ispirato a quanto detto nel sito o hai auto modo, negli anni, di vederne/sentirne in sicilia? Sarebbe interessante scoprire se in passato, in sicilia, ve ne fossere. Cosa che non mi risulta, ma qui potrebbe aiutarci anche Carlo.
Buon fine settimana!

Risposta Condividi


[1581]   
Da: Giorgio Maltese 
(Catania)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[08-12-2012]  
Salve a tutti. E' tanto che non scrivo sul forum. Il flauto traverso esisteva eccome in Sicilia, o almeno che io sappia in zona peloritana. Ho avuto la fortuna di conoscere l'ultimo vero costruttore tradizionale di frauti a paru, zammaruni singoli o doppi, friscaletti e frauti 'i ciancu. Sto parlando di Giuseppe de Salvo un pastore di Santo Stefano di Briga in provincia di messina. De Salvo è anche un bravissimo esecutore e grazie a lui e a Nino Sergio (un pastore di Giampilieri anche lui valido esecutore) io e un mio amico di messina abbiamo potuto imparare la vera tecnica del doppio flauto che altrimenti sarebbe scomparsa. Purtroppo cercando su internet fino ad ora si trovano video di persone che non hanno la minima idea di cosa sia un doppio flauto tradizionale e suonano i due flauti come fossero due friscaletti facendo perdere la magia di questo strumento. Ma tornando al flauto traverso... mi era capitato di vedere un flauto traverso di canna antico trovato in sicilia, ma pensavo che fosse un caso isolato, magari un esperimento a imitazione del flauto traverso che si suonava nelle bande di paese. Poi ho conosciuto de Salvo e ho scoperto che li costruisce e mi ha confermato che prima era abbastanza diffuso ed erano in molti a suonarlo. Purtroppo lui è molto anziano e nonostante si porti benissimo gli anni che ha (mi pare 87-88) non riesce più a suonarli bene, mentre ancora con friscaletti, zammaruni e frauti a paru se la cava egregiamente. Con il mio amico, Giuseppe Roberto, che nel frattempo è diventato suo allievo, siamo riusciti a ricavare un po' del repertorio del traverso facendogli suonare uno zammaruni singolo che presenta la stessa accordatura. Da qualche mese mi sono messo anche io a costruire flauti traversi e mi stanno dando grandi soddisfazioni, magari più in là posterò delle foto degli strumenti di De Salvo.

Risposta Condividi


[1582]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[08-12-2012]  
Ciao Giorgio e bentornato!
:-)
Prima di tutto ti voglio fare i complimenti per come suoni (e non solo il marranzano!).
Molto interessanti le notizie che ci dai sulla presenza del flauto traverso, che a differenza di quelli dritti (friscaletti) ha pochissimo riscontro nella letteratura specifica (e storica) siciliana.
Mi ri ferisco anche all'assenza di citazioni nel "corpus" di Favara (almeno credo, visto che non lo conosco per intero), ma sarei felicissimo se qualcuno potesse arricchire la nostra conoscenza con qualche riferimento bibliografico, iconografico o organologico.
Sono daccordo anche su quanto dici a proposito del doppio flauto: sono molti coloro che lo suonano in maniera "moderna" (per non dire errata) che nulla ha a che vedere con la tradizione e con il contesto sociale in cui sono nati e sono stati utilizzati.
Aspetto ulteriori tuoi preziosissimi contributi!
Un saluto!

Risposta Condividi


[1583]   
Da: Salvatore 
(Lercara Friddi)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[08-12-2012]  
Buonasera Giancarlo, basta ti prego con i complimenti, va a finire che mi ci abituo e non mi fanno più lo stesso effetto che mi hanno fatto la "prima volta".... Scherzi a parte, ti ringrazio e vi assicuro che sono gli ultimi che avevo quindi non ne posso inviare più per il momento... per quanto riguarda l'esperimento, fino al giorno 16 dicembre mi stò concentrando nell'organizzazione di un evento sportivo e quindi tempo per il mio hobby è prossimo a zero anche perchè l'insegnamento sportivo non lo faccio come lavoro primario e di conseguenza siamo quasi sotto lo zero in quanto devo pure andare a lavorare... sigh!-((( Ho però qualche idea: 1- provare su una quena già costruita e accordata a mettere solo la parte del "becco" fino alla finestrella e sfruttare come scivolo quello della quena stessa.... funzionerà? 2- fare il becco ad una quena già costrute accavallando sul "Bisel" (l'incavo a "U" della quena)... 3- tagliare la quena e farci il "becco" con finestrella scivolo e canaletta trasformandola in friscalettu, magari si accorderà su una tonalità maggiore ma basta che funzioni sarei disposto a metterci anche la buccia di un "cannolo siciliano"...
Per quanto riguarda il flauto traverso confermo di averlo visto suonare in un gruppo folkloristico in zona Collesano (non so se è in provincia di Palermo o è già in provincia di Messina) da un gruppo folk di un paese del messinese... stò parlando di circa 35/40 anni fa. Da allora ne più visto ne sentito. Quelli che ho costruito io invece sono copiati inizialmente come misura da uno di plastica di mio figlio che circa 10 anni fà avevo comprato in un negozio di musica a Palermo (50.000 lire) quando uno dolce ne costava 5.000! ma l'ho dovuto accorciare per intonarlo nella tonalità voluta (Do)... se a qualcuno interessa ho delle misure che ho sperimentato fino ad ottenere le tonalità volute (per non farvi perdere tempo... non vi annoio oltre, Buon fine settimana anche a Te, Salvatore. vi mando un augurio particolare spero gradito tramite un'immagine.
)






Risposta Condividi


[1584]   
Da: Rino 
(Roma)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[11-12-2012]  
Ciao Giancarlo,
non ho pensato a chiedere da dove venisse. Se ripasso per la piazza glielo chiederò.


Risposta Condividi


[1585]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[16-12-2012]  
Scusate: non riesco a tenere il ritmo giusto nelle risposte, ma rimedierò!
Ringrazio pubblicamente nicola per lo splendido friscaletto che mi ha regalato: ottima fattura (come sempre!) ed un suono pulito e brillante!
Sarà merito anche della canna ultra-stagionata, ma molto ben conservata.
Complimenti davvero!
...Bella anche la custodia!
...Appena posso mi dovrò sdebitare in qualche maniera!

-Per Rino: sarebbe stato interessate saperlo.
-Per Carlo: tutto ok? ...Aspettavo una risposta sulla lunghezza del "contrabasso".
-Per Salvatore: dopo il 16 ne riparliamo.

Risposta Condividi


[1586]   
Da: Nicola 
(Lecce)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[18-12-2012]  
Ciao Giancarlo,mi ha fatto piacere che hai gradito il mio piccolo pensiero,sempre molto gentile ,ma sono io a doverti dire grazie per avermi fatto conoscere questa realtà che ignoravo.Non sentirti assolutamente obbligato nei miei confronti,l'ho fatto con tanto piacere .

Ti saluto e approfitto per fare a te e alla tua famiglia i nostri auguri di Buone e Serene Feste.

Nicola

Risposta Condividi


[1587]   
Da: Giancarlo  
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[18-12-2012]  
Ciao Nicola!
Grazie degli auguri che ricambio di cuore, a te e famiglia.
...La tua passione ti ha permesso di raggiungere (come costruttore) dei livelli molto alti.
Bravissimo!
...La tua umiltà e la tua bontà ti rendono una persona speciale.
...Il friscaletto è ottimo e se proprio dovessi trovare un difettuccio, direi cha la zeppa è un pò troppo sottile in punta (con il tempo potrebbe rovinarsi). Per il resto nulla da dire.
...Solo una domandina sulla diteggiatura: come mai l'hai scelta?
Saluti!

Risposta Condividi


[1588]   
Da: Nicola 
(Lecce)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[21-12-2012]  
Ciao Giancarlo,cercherò la prossima volta di seguire il tuo consiglio e a riguardo la diteggiatura,è l'unica che sono riuscito a trovare in internet ,non credo che ci sia molto da scegliere,forse è l'unca fruibile (penso).

Saluti!

Risposta Condividi


[1589]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-12-2012]  
Benissimo!
A proposito della diteggiatura, avrai notato che è leggermente differente dalla mia (nostra), che (secondo me) offre maggior possibilità virtuosistiche, pur essendo molto simili ed entrambe perfettamente tradizionali.

Risposta Condividi


[1590]   
Da: Andrea 
(Milano)
  Re: Costruttori di flauti di canna.
[22-12-2012]  
ciao Giancarlo, come stai? è un po' che non ti scrivo!
intervengo perché anche io mi son basato sulla diteggiatura raimar.
dov'è possibile trovare l'altra?

Risposta Condividi