www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 19 Ottobre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Pino Pontuali 
  Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Sta per arrivare la primavera e le campagne si arricchiscono di nuova vegetazione.
Ispirato dall'argomento "vecchi usi" suggerisco di pubblicare qui le foto delle erbe commestibili e/o medicamentose, nonché il modo di mangiarle.
Se l'idea ci piace, si potrebbero spostare intanto le foto di quelle già pubblicate su "vecchi usi".

Risposta Condividi


[1]   
Da: Gioia 
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Bellooooooo!!!!!!!! Mi piace......

Risposta Condividi


[2]   
Da: alfonso 
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
caro Pino, la tua è una ottima idea, che si potrebbe integrare organizzando una "scampagnata" didattica con stage dal vivo e conseguente consumo del raccolto minestrato su scodelle con fondo di pane secco e sopra un filo d'olio..,

se qualcuno vive in un posto adatto alla bisogna e si volesse sobbarcare l'organizzescion si faccia pure avanti che penso che qualche stagista si trova..

Risposta Condividi


[3]   
Da: Parulana 
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
... purchè anche il pane sia fatto in casa, naturalmente a cominciare dal lievito madre! Quindi, olrganizzarsi circa... undici giorni prima!

Risposta Condividi


[4]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Io proporrei come inno di questo sito
"la società dei magnaccioni"...........
A parte gli scherzi vorrei contribuire
anch'io.
Da noi si usa la "porcacchia".
Sono foglioline un po' cicciottelle
su uno stelo grassoccio di colore marrone.
Nasce spontanea e si usa nella
"mesticanza" cioè un'insalata mista
realizzata con varie erbe.
Non ne conosco il nome sceientifico ma,
appena cresce, la fotografo e la posto.
saluti
Pier Filippo

Risposta Condividi


[5]   
Da: tiziano 
(ostia)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Comincio ad organizzarmi per le lavande gastriche, il centro antiveleni è già avvisato.

Risposta Condividi


[6]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Caro Pier Filippo, il nome scientifico é Portulaca oleracea, della famiglia delle Portulacaceae
volgarmente chiamata porcacchia, pricacchia, porcellana, procaccia,

Il nome deriva dal latino “portula” = “piccola porta”, per il frutto che si apre attraverso un coperchietto (porticina); sempre dal latino "oleraceus" = "pianta coltivata" a significare .... che se magna!!!

In Italia è comune infestante in tutto il territorio;infestante delle colture, e nei luoghi incolti.
E' notoriamente rinfrescante, depurativa, vermifuga, febbrifuga, diuretica, tonica.

E' una ricca fonte di acidi grassi omega-3, quindi previene "attacchi cardiaci" (grattiino!!!!!) e rafforza le difese immunitarie

Le foglie, si possono cuocere o mangiare crude, in insalata o per preparare minestre, si possono conservare sottaceto.



Risposta Condividi


[7]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Le notizie sopra riportate sono state attinte dal sito di seguito riportato.
Nello stesso sito ci sono numerose e belle fotografie!

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=16186

Risposta Condividi


[8]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
giancarlo, fai paura.
E' proprio lei.

Risposta Condividi


[9]   
Da: Gioia 
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Io mangio. E faccio il pane in casa. com'e' il lievito degli 11 giorni? Mi propongo poi di lavare le tovaglie con la cenere. Sempre se poi vi piacciono le tovaglie grige!

Risposta Condividi


[10]   
Da: mimmo 
(Lanciano)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Ragazzi...mi stupite sempre più!!!
Giancà, tu sei incredibile!
Che piacere stare su questo forum.
Un abbraccio a tutti,
mimmo

Risposta Condividi


[11]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Rispondo ad Alfonso:
L'idea di Alfonso di organizzare un festival delle erbe mangerecce è grandiosa e credo anche facile da organizzare.
Pensiamoci; intanto eccovi la ricetta dell'acquacotta dei poeti a braccio (ottava rima) di Tolfa:

Dar tempo antico a Tolfa c'è 'n'usanza:
far l'acquacotta ar tolfetan gradita;
ed io illustrerò questa pietanza
come vie' fatta e come vie' condita.
Patate co' cicoria in abbonnanza,
fascioli zucche co' cipolla trita',
e poi se batte el lardo co' l'ajetto,
se mette a bollì nel callaretto.

Più bona viè co' er pommodoretto,
quarche carciofo e der peperoncino,
la persa ner battuto, er broccoletto
e pe' bevanda un bon bicchier de vino.
Infine drento ar piatto er pane affetto
e tutto quanto porto a tavolino;
tal pasto è profumato ed eccellente
che piacerebbe al Re e al Presidente.



Risposta Condividi


[12]   
Da: Giancarlo 
(dall'orto)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Ciao Mimmo!
Il piacere è tutto mio, specie con interlocutori come voi!
"Il fior fiore" della musica abruzzo-marchigiano-calabro-lucano-laziale-siculo ...ed altro!
...Mo'...incredibile... solo perchè mi piace "la 'nzalat" !!! (Veramènt la ventricìn è mèglie ... ma non è un'erba!!)!

'Na domanda Mimmo: ma secondo te, Pier Filippo ed Alfonso, uno che sa fare solo il Do, il Re, il MI, il SOL, il LA e un pò a fatica il Fa ed il Si, con la chitarra classica, ...può imparare la Battente??
Se c'è speranza m'iscrivo al seminario!!

Saluti!! (nde scurdà a sunà lu cefìll!!)

Risposta Condividi


[13]   
Da: MonacaCuciniera 
(CucinaConventoCamaldoli)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Per Gioia:
La mamma dell'Irpino il lievito lo chiamava "crescente" e al suo paese si usava così. La commare "A" faceva il pane mettiamo il lunedì, tenendo indietro una pagnottella cruda della sua pasta lievitata, che costituiva il nuovo lievito e che passava alla commare "B" dietro corte; questa donna faceva il pane magari il giorno dopo, inglobando nella sua farina e acqua e sale anche il "crescente" di commà "A" e regalando una palla della sua pasta cruda alla vicina "C" 'nnanzi corte, la quale con questo lievito panificava magari dopo due giorni,... ecc., Alla fine di questa "ruota" solidale, quando commà "A" doveva ancora panificare, sta sicura che le arrivava una bella pallottola di "crescente" da qualche vicina! Ma, se una non è inserita in questo circolo virtuoso, bisogna pure che inizi da zero! Dunque, in luna crescente, si munisce di 2 etti di farina, 90 g circa d'acqua, un cucchiaio d'olio e... un cucchiaio di miele il più possibile naturale. Fa una bella pallottola soda e la mette a riposare in una tazza più grande (perchè, ovvio, crescerà), al coperto, in un posticino tiepido, in cucina. Dopo un paio di giorni, per una settimana, peggio che il Tamagotchki!!! Cioè tuttii giorni devi "rinfrescare" il tuo lievito: reimpasti ogni 100 g del tuo giuovine "crescente", con 100 di farina e 45 d' acqua e lasci sempre riposare, coperto, al tepore della cucina. Passati i sette giorni, la tua creatura dovrebbe essere grande e forte, ma tu farai una prova: senza fartene accorgere, lo spierai; la prima volta che in 3 ore sarà stato capace di raddoppiarsi, il crescente dovrebbe avere acquisito abbastanza forza e volume e lo potrai usare; se vuoi tenerlo tutto per te, lasciandolo fuori frigo, diciamo sui 20 gradi, lo dovrai rinfrescare a giorni alterni; se lo riponi in frigo, potrai rinfrescarlo ogni 4 o 5 giorni; se lo "passi" a una vicina di casa, inauguri una nuova "ruota" o circolo virtuoso, che noi monache mattacchione chiamiamo: l'incantesimo per cui tutto quello che lanci, ti torna indietro!!! Ahahahah!!!
Per tutti: anche a me piacerebbe partecipare! se riesco, aiuto Gioia a fare il pane; magari io mi occupo del pane "aromatizzato" che so? alle olive, al rosmarino, alle noci...

Risposta Condividi


[14]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Per Giancarlo
anche se OT ma ti rispondo lo stesso.
Certo che puoi suonarla perchè la battente
va intesa come strumento a se stante, con una
sua peculiarità, repertorio e tecnica.
Ti faccio il mio esempio:
suona la chitarra da 40 anni (sempre da orecchio o al
massimo con l'intavolatura) e quando sono andato al
seminario di Marcello pensavo di essere avvantaggiato.
Nooooooooooooo!
Ho dovuto reimpostare tutto da capo ed ora, dopo 4 mesi di studio, sto
raccogliendo i primi frutti frutti.
Non ti preoccupare e iscriviti tranquillamente.
Poi, se vuoi, noi battentisti un po' avanzati, ti daremo una mano volentieri.
ciao
Pier Filippo

Risposta Condividi


[15]   
Da: mimmo 
(Lanciano)
  Re: Naturalmente edule
[22-01-2009]  
Caro Giancarlo,
secondo me non la racconti giusta...probabilmente già suoni piuttosto bene!
Sei un appassionato troppo attento, curioso, capace e poliedrico!
Ce ne darai conferma al seminario. Non puoi mancare!!!
Un abbraccio.
mimmo

Risposta Condividi