www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 22 Luglio 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
(grande lucania)
  TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
immagino che pure voi avrete notato che esiste una certa abitudine di decorare i tamburelli, ma non mi riferisco alle varie tarantole più o meno stilizzate e impresse qui e là ma alla abitudine di dipingere la pelle con scene auliche e festaiole

non so se è una cosa buona o meno, certo che è un peccato ridurre uno strumento musicale a semplice dipinto, ma non voglio disquisire di questo perchè posso immaginare i meccanismi che hanno portato ad una simile moda ma non ho avuto il tempo e l'opportunità di studiarli, magari lascio a voi la palla..

volevo solo documentare questa abitudine, mi è capitato alcuni anni fa di costruire una tammorra con lo scopo di regalarla a un mio affezionatissimo cugino, la costruii con tutti i crismi della tradizione e gliela portai, lui ne fu felicissimo e gli ridevano gli occhi, ma io non sapevo perchè...

immaginatevi il mio stupore quando mesi dopo mi mostrò, con evidente orgoglio, la stessa tammorra accuratamente e devo dire magistralmente dipinta con scene di danza da un'artista del luogo,

lui viveva in una zona dove storicamente non c'è traccia di tamburelli, e non aveva fatto altro che attenersi alla "sua" tradizione, che li identificava come "souvenir", o meglio oggetti da esposizione, "per bellezza"..

vi risulta ?

appena posso ne farò una foto, ma per ora vi mostro questo tamburello (credo che sia degli anni 60) che sta appeso nella cantina di Montecelio nota ad alcuni di voi..








Risposta Condividi


[1]   
Da: alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
qui si vedono meglio i sonagli, è un tamburello di dimensioni generose, non meno di 40 cm,








Risposta Condividi


[2]   
Da: Tiziano 
(roma)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
ne posseggo una anche io fanno sicuramente parte di quelli che giustamente tu hai definito souvenir e spesso sotto il dipinto non c'è una vera pelle ma materiale simil-pelle, molte provengono dalla Sicilia che in questo ambito ha creato un vero business commerciale, creando tamburelli dipinti di tutte le dimensioni, dai più piccoli ai più grandi. Il mio sta appeso ad un muro e li resterà, esistono anche castagnette o dipinte o con scritta Sorrento, hanno un suono pessimo.

Risposta Condividi


[3]   
Da: Ronna Paulina 
  Re: TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
Roberta Tucci, nella sua pubblicazione: "I suoni della Campagna romana: per una ricostruzione del paesaggio sonoro", Rubettini Ed., 2003, scrive:

"...Il tamburo a cornice monopelle (tamburello o tamburella) , diffusamente presente nell'iconografia della Campagna romana, viene spesso autocostruito dai suonatori, che ne ricavano la cornice..." ecc. ecc. Quindi:
"In passato il legno, e talvolta anche la pelle, venivano decorati con pitture colorate applicate all'interno o all'esterno, un modo di appropriazione e personalizzazione di uno strumento la cui estetica è altrimenti molto seriale.
Oggi la prassi di decorare i tamburelli non è più praticata: tanto più preziose appaiono le testimonianze iconografiche della Campagna romana, che invece abbondano di tamburelli dipinti .
Per una collezione di tamburelli dipinti provenienti da diverse regioni centro-meridionali italiane conservata presso il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma, si veda Tucci, Catalogo,..."

Qualcuno ha mai visitato questa collezione presso il suddetto Museo?
Come gli sembrano quei tamburelli dipinti? Io non li ho visti, ma devo dire che quelli in cui mi sono inavvertitamente imbattuta non mi sono mai piaciuti...















{ {img:-1525428516}}






Risposta Condividi


[4]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
"......Oggi la prassi di decorare i tamburelli non è più praticata...."

se fossi un ricercatore l'esperienza mi avrebbe insegnato ad astenermi da considerazioni personali, che sono sempre a rischio, come questa qui sopra, il tamburello che regalai a mio cugino fu dipinto 3-4 anni fa, se glielo avessi regalato oggi avrebbe fatto lo stesso..

tra l'altro questa prassi è tutt'ora praticatissima a Napoli, se fate due passi per Spaccanapoli vi imbatterete in alcuni negozi che espongono esternamente decine e decine di tamburelli appena dipinti, veri tamburelli, con vera pelle, ma dipinti, in buona parte con la classica veduta del golfo di napoli con l'immancabile vesuvio sullo sfondo, e sono di tutte le misure

ed anche nelle puglie ed in altri luoghi c'è tutt'ora (o forse è solo di ora) l'abitudine di decorarli con tarantole varie, no ?

ps: tizià, e faccelo vedè..

Risposta Condividi


[5]   
Da: Ronna Paulina 
  Re: TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
<"......Oggi la prassi di decorare i tamburelli non è più praticata...."
se fossi un ricercatore l'esperienza mi avrebbe insegnato ad astenermi da considerazioni personali, che sono sempre a rischio, come questa qui sopra,...>

Infatti, anch'io mi sono stupita di quest'affermazione così decisa, benchè la Tucci si riferisca qui alle consuetudini della sola Campagna romana, non prendendo in considerazione finti strumenti fatti "per turisti" e "per arredamento", ma alla decorazione e personalizzazione di tamburelli autocostruiti, fatti "per suonare" (benchè, mi sembra di capire, la sonorità ne soffra, dico bene tamburellisti e costruttori? ): neanche in questi casi circostanziati ci metterei la mano sul fuoco che la prassi non sia più praticata...

Risposta Condividi


[6]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[18-03-2008]  
sì, certo, la Tucci si riferiva alle consuetudini della campagna romana, ma anche in quetso caso l'affermazione è a rischio, io non mi interesso di tamburelli ma perfino a me è capitato di vedere un tamburello fatto per suonare, in possesso di una persona anziana, decorato (nella parte interna della pelle) con disegni e strofe,

ma forse in questo caso non si tratta più di decorazione ma di personalizzazione

per i tamburelli napoltani di cui ho accennato è vero che nascono e sono venduti come souvenir, ma è anche vero che la membrana è di pelle, e volendo suonerebbero..

Risposta Condividi


[7]   
Da: Alfonso 
(grabde lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[19-03-2008]  
"donna ciociara con tamburello" del 1800 circa , ci si può fare un'idea del tamburello in uso in Ciociarìa in quell'epoca, anche se dobbiamo sempre tener presente che una rondine non fa primavera..








questi ci suggerisce che l'abitudine di dipingere tamburelli è invalsa anche altrove, come si capisce da quest'altro caso






e ce n'è uno esposto perfino al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma (a Santacroce)






Risposta Condividi


[8]   
Da: Alfonso 
(grabde lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[19-03-2008]  

ecco qui un tamburello dipinto con motivo classico, anche se lontanuccio dallo stereotipo, e ce lo conferma la firma che indicherebbe una produzione non di serie.., mi incuriosiscono i sonagli, a prima vista sembrano ricavati dalla solita lattina ma guardando meglio le costole circolari mi sembrano troppo pronunciate, bha.. (che pippe!! direbbe qualcuno)






Risposta Condividi


[9]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[20-03-2008]  
è proprio vero che non si finisce mai d'imparare..
e chi lo avebbe immaginato che i faraglioni cnon sono monopolio di Capri e invece ci sono pure ad Acitrezza ?!?!

è quello che ho scoperto dalla viva voce dell'autrice del dipinto, con la quale ho avuto il piacere di parlare, doverosamente autorizzato vi copincollo parte della chiacchierata:

."..in genere dipingo su tele già pronte che compro all'artistica, ma qualche volta anche su oggetti smessi ( tavole, lampade, piatti, cornici,specchi,vasi,ecc.ecc.) ristruttarondoli a piacer mio. Il tamburo apparteneva ad un componente di un gruppo folkloristico Siciliano e che dei giovani parenti non capendone il valore, avevano gettato in un angolo sotto casa, al che passando diciamo...per caso ...me lo son beccato alla chetichella. Essendo ormai la pelle che lo ricopriva in cattivo stato, l'ho tolta , rivestendolo con la tela di lino e dipingendolo ad olio con un soggetto caratteristico: , Acitrezza(CT). Realizzo anche lavori artistici con materiale povero: pietruzze di mare, pietre ..che calpestiamo ogni giorno, pietruzze laviche, incorniciando stampe o piastelle realizzandone dei sottopentola o vassoi, comunque secondo l'ispirazione artistica del momento artistico realizzo i miei lavori.

A presto il tamburo lo metterò in vendita , ad offerta libera, sul sito in preparazione dell'associazione di volontariato artistica -teatrale della quale sono presidente, per raccogliere fondi per l'opera che abbiamo intrapeso. Maria Grazia Puglisi. "



Risposta Condividi


[10]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[24-03-2008]  
ancora souvenirs.. peccato che se ne trovano solo immagini di scarsa qualità
























Risposta Condividi


[11]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[25-03-2008]  
un suonatore alla festa della tammorra di Carinaro (ce) che usa una tammorra dipinta, incurante delle conseguenze ..






Risposta Condividi


[12]   
Da: Luca/ 
(Caserta)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[26-03-2008]  
Forse ci sarebbe da fare un distinguo tra tammorra/tamburello dipinto e tamburo marchiato.
Ho diversi tamburi marchiati,in pratica i fregi o le decorazioni sono "tatuati" sulla pelle del tamburo,dunque è possibile suonarli senza particolari precauzioni.


Risposta Condividi


[13]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[26-03-2008]  
quindi dici che questi disegni vengono impressi sulla pelle in maniera indelebile ? mi piacerebbe sapere con quale tecnica vengono realizzati questi disegni, ne sai qualcosa ? puoi farne una foto ?

Risposta Condividi


[14]   
Da: Luca/ 
(Caserta)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[26-03-2008]  
Sulla tecnica non sò dirti.
Ti posto una foto al più presto(il tempo di farla).

Risposta Condividi


[15]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: TAMBURELLI dipinti
[29-03-2008]  
pure questi sono veramente belli, se non ho capito male sono di tradizione giudaica

















spero lunedì, al ritorno dalla festa delle madonna delle galline, di avere qualcosa di nostrano nel carniere..

Risposta Condividi