www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 25 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Fortunato 
(isola di capo rizzuto)
  suoni alterati sulla tastiera della batt
[14-02-2014]  
L'argomento che pongo all'attenzione degli esperti di chitarra battente è relativo alla ''stabilita' ''sonora dello strumento ...mi spiego meglio con l'esempio : accordo perfettamente il SOL ma quando premo sul 2° tasto ,invece di darmi il LA preciso, me lo da alterato di qualche decimo con le conseguenze che ne scaturiscono .......ah .....appena acquistata(De bonis) ,il problema era impercettibile,ora si è accentuato.....secondo voi da cosa può dipendere? RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE E ATTENDO RISPOSTA SALUTI

Risposta Condividi



Pagina 1

[1]   
Da: Bimbo 
(Udine)
  Re: suoni alterati sulla tastiera della batt
[14-02-2014]  
Quello che asserisci è un annoso problema riscontrabile frequentemente sulle chitarre battenti. In genere questo scombenso si riscontra sul 5 - 6 tasto. Dipende in genere da un errato posizionamento del ponticello mobile, che può essere attenuato oppure eliminato spostando poco più avanti o indietro il ponticello o in alcuni casi posizionandolo leggermente obbliquo. Purtroppo altre volte può dipendere da un'errata costruzione della chitarra, nel senso che non è stata adeguatamente curata la scalatura (misura) dei tasti e quindi il diapson risulta falsato. Altre volte, ancora, dipende dallo spessore inadeguato del SOL. Insomma caro amico le problematiche possono essere molteplici. Ti consiglio tuttavia di non scoraggiarti e di provare dapprima a spostare il ponticello aiutandoti a trovare la giusta posizione dello stesso con un accordatore elettronico, tuttavia poni molta attenzione poichè potresti riuscire si ad intonare perfettamente l'ottava del SOL ma a discapito di qualche altra corda. Insomma buona fortuna.

Risposta Condividi


[2]   
Da: fortunato 
(isola di capo rizzzuto)
  Re: suoni alterati sulla tastiera della batt
[14-02-2014]  
carissimo Bimbo ,grazie innanzitutto per aver risposto al mio ''appello'', ....il ponte ho provato a spostarlo in mille modi , senza risultato ......il difetto scompare solo se al (sol )utilizzo una 008 di spessore ma, accordata un'ottava alta... la tua ipotesi che possa essere un difetto della tastiera mi sembra la più accreditata ......Tempo fa,avendo in mano una VINCENZO DE BONIS ho voluto provare a spostare il ponte in vari modi e posizioni ....beh ,il risultato è stato che i suoni non si alteravano di un millesimo.Quindi ,credo che la posizione del ponte non c'entri ....A volte mi viene la tentazione di limare la barretta metallica del 2° tasto ,quindi di abbassarla un pò ,perchè riflettendoci sopra ,la vedrei come una soluzione logica ma,ho paura di fare danni ....a presto !


Risposta Condividi


[3]   
Da:  
  Re: suoni alterati sulla tastiera della batt
[14-02-2014]  
Ti consiglio di non limare nulla: procureresti altri danni! Il SOL della battente non può in alcun modo essere accordato un'ottava alta: sacrilegio! Prova a fare un'altra cosa, un espediente che ho escogitato personalmente con buoni risultati su una delle mie 3 battenti più scadente: accorda a vuoto il SOL un tantino più sotto e vedrai che risolverai il problema, così come è successo a me! Ho notato frequentemente che battenti costruite da accreditati liutai risultano spesso poco intonate anche se esteticamente sono dei veri capolavori, invece battenti più scadenti, come quelle che costruiscono alcuni artigiani, pur essendo bruttine esteticamente sono intonate. Fammi sapere. In bocca al lupo. Ciao

Risposta Condividi


[4]   
Da: alfonso 
  Re: suoni alterati sulla tastiera della batt
[15-02-2014]  
caro Fortunato, quello che hai presentato come un problema non è altro che una delle caratteristiche dello strumento, caratteristica che solo se ben gestita sia dal liutaio che dal suonatore si risolve quasi completamente e non rappresenta più un "problema",

nella quasi totalità dei casi il musicista/suonatore passa dalla chitarra francese alla battente senza prendere in considerazione che si tratta di strumenti diversi e che quindi, per un uso corretto ed ottimale, questo strumento possa contemplare l'apprendimento di una tecnica diversa sia per quanto riguarda la mano destra e sia per quanto riguarda la mano sinistra, e che sia quindi necessario rivolgersi ad un insegnante con esperienza specifica, come invece verrebbe naturale fare se si passasse dalla chitarra francese ad uno strumento apparentemente "più diverso", tipo un clarinetto

insomma il "problema SOL" viene esaltato sia dagli errori del suonatore ignaro in quanto inesperto che dagli errori del liutaio che non abbia specifiche esperienze nella costruzione (e come suonatore) della chitarra battente,

è la somma di queste due sia pur lievi imperfezioni che crea il "problema"

poichè nel tuo caso specifico dici che il problema si è evidenziato col tempo allora questo problema potrebbe essersi accentuato a seguito di un pur lieve "movimento" del manico che abbia modificato il setup, rendendo il tutto più complicato..

Risposta Condividi


[5]   
Da: Fortunato 
(isola di capo rizzuto)
  Re: suoni alterati sulla tastiera della batt
[17-02-2014]  
Alfonso carissimo,hai ragione;,quando si passa dalla chitarra francese alla battente,spesso.non vengono prese in considerazione le diverse caratteristiche dell'uno e dell'altro strumento. All'inizio,5 anni fa,è successo a me ,ma poi ,col tempo ,con incontri e suggerimenti avuti da vari virtuosi ,sono riuscito ,in parte,a rapportarmi in modo più corretto con la battente.Quindi,pressione sui tasti più morbida per non creare effetto ''bending'' e mano destra usata in maniera più fluida e leggera . Quella del manico che abbia subito qualche ''alterazione'' è la diagnosi più logica,infatti prenderò appuntamento con il liutaio al più presto. Un altro amico mi suggerisce di accordare il sol un po' più sotto (cosa che già facevo,pure questa) però in sala di registrazione(stiamo registrando un cd ) i suoni devono essere perfetti e,come già detto, ciò avviene solo con una V.De Bonis del 79 .....grazie e a presto!!!!!!!!!!!!!

Risposta Condividi