www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Domenica 20 Ottobre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Tiziano 
  battente di Carpino
[23-09-2009]  
Salute a tutti, ho avuto modo di ascoltare dal vivo un concerto dei cantori di Carpino ed ho verificato la diversa tecnica di eseguire le terzine non con le tre dita comunemente utilizzate, ma con un triplice movimento del polso, vorrei chiarimenti su questa tecnica, inoltre vorrei sapere da lor signori, la differenza tra una battente di Carpino e la comune battente, mi sembra di capire che questo tipo di chitarra costituisce un sottogruppo a se. Grazie

Risposta Condividi



Pagina 1

[1]   
Da: alfonso 
  Re: battente di Carpino
[25-09-2009]  
caro Tiziano, la tecnica citata
nun so s'è bona oppur figlia del caso
è come quanno arivorti la frittata
ognun la gira come n'è persuaso
nun vojo aribuscà 'na bacchettata
ma de Carpino sò poco pervaso
magara pe' sapè se è' azzeccata
me sa che tocca chiede a Pizzicata

Risposta Condividi


[2]   
Da: Pier Filippo 
  Re: battente di Carpino
[25-09-2009]  
caro Tiziano, quello che ti dico prendilo con il beneficio d'inventario:
1) rispetto al movimento della mano, per esperienza personale e vedendo
in questi ultimi tempi molti suonatori di battente "de visu" mi sono reso conto che ognuno se la suona come si pare: poll. ind. medio oppure poll. medio ind. oppure poll. ind. oppure pennetta, movimento delle dita, del polso, dell'avambraccio, ecc. e non sto parlando di "musicisti" (nell'accezione toscaniana del termine) ma di suonatori, portatori della tradizione, per cui, rispetto alla chitarra di Carpino (e non del gargano) credo che quello che tu hai visto sia un modo tradizionale di suonare la battente per quella zona (bisognerebbe appurare a tale proposito chi utilizzava quella tecnica)
2) rispetto alla chitarra di carpino, se leggi bene gli interventi sul forum, ti renderai conto di quali sono gli elementi costitutivi di una chitarra battente e cioè: TA a pari della tastiera, spezzatura della TA, ponticello mobile...e mi fermerei qui mettendo le possibili varianti e cioè la tastiera sopraelevata (qualcuno sostiene che è tradizionale di un'area del gargano), corde dello stesso spessore (anche qui ho accertato che in alcune zone della calabria e del gargano montano alcune corde rivestite), numero di cori, scordini, fondi piatti o bombati, bischeri e meccaniche, appartengono sicuramente a delle sottospeci e con questo voglio dire che alcune varianti saranno sicuramente tradizionali e presenti ancora nei territori di apparteneza altre invece.....ci andrei cauto.....ho visto una battente "calabrese" con tastiera sovrapposta....indubbiamente operazione lecita....ma il "ribbummu" come si riuscirà a fare?

Risposta Condividi


[3]   
Da: Pier Filippo 
  Re: battente di Carpino
[25-09-2009]  
http://www.facebook.com/home.php?ref=home#/pages/Carpino-Folk-Festiva l/45214770967?ref=mf
se vai qui vedrai un pò di battenti del gargano fotografate da lomax

Risposta Condividi


[4]   
Da: alfonso 
  Re: battente di Carpino
[25-09-2009]  
che fai, il gioco del nemico ??

Risposta Condividi


[5]   
Da: ANTONIO 
(VITERBO)
  Re: battente di Carpino
[27-09-2009]  
non sono di Carpino, solo pugliese, i suonatori giovani di lì li ho visti quest'anno perchè mi avevano invitato a suonare. Ti dico quello che so ma prendilo con le molle perchè me lo hanno detto altri suonatori:
1 A Carpino la terzina non la usano, mentre a San Giovanni Rotondo fanno le stesse sonate (RODIANELLA MONTANARA E VIESTESANA) ma usano la terzina con le dita.
2 quella che pare una terzina si ottiene dando due colpi verso il basso con indice e medio e una nticchia pure di anulare se ti ci scappa uniti e il terzo colpo lo dai col pollice risalendo, cercando di anticipare un pò.
3 le chitarre di Carpino tradizionali avevano spesso dei cori tripli e qualcuno ci metteva (come ha già detto PF) alcune corde rivestite, più spesse, di solito il sol ed il la. molte poi presentavano tre fori di risonanza e le fasce laterali erano generalmente più basse di quelle calabre.
4 ho provato delle battenti di lì di costruttori odierni e mi hanno lasciato interdetto
alcune erano sorde, probabilmente per via della tavola armonica molto spessa, altre erano stonate (i tasti non erano precisi), quelle che mi sembravano migliori erano di dimensioni ridotte e costruite non con legni di pregio (mi ricordo il fico) ma dal costo comunque di tutto rispetto (700 euro)...
poi si e messo a piovere e quindi non le ho provate tutte e quindi mi scuso con i costruttori valenti che sicuramente ci sono nel Gargano

Risposta Condividi


[6]   
Da: Damiano 
(Martina Franca TA)
  Re: battente di Carpino
[30-09-2009]  
Andatevi a vedere questo sito:

www.myspace.com/progettocalalasera

dei cantori di San Giovanni Rotondo, in particolare di Pio Gravina che suona una Borraccino (dei chitarrari di Cerignola per intenderci) autentica della fine del secolo scorso, appartenuta al nonno (approfitto per salutarli, ci siamo visti a Francavilla Fontana - BR e mi hanno fatto sentire delle superbe "sangiuannare").

"Sona catarra mia,
sona a battenti!"

Risposta Condividi