www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Martedi 17 Settembre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
  tutela riti-eventi-artisti occasionali o "minori"
[08-08-2009]  
pervenutami da Donato Pica pubblico qui la sua lettera riferita a inniziative di legge per la regione Campania, che mi sembra degna di attenzione, evidenziandovene l'ultimo passo

Consiglio Regionale della Campania
Consigliere Regionale Donato Pica

Bande Musicali, Gruppi Folclopristici,
Gruppi e artisti di musica popolare

Gentile amico,
nell’aprile scorso ho presentato una proposta di modifica della legge regionale sullo spettacolo 6/2007, che prevede appositi correttivi finalizzati a dare vantaggi quei soggetti organizzati e non, riconoscibili in “Bande musicali, Gruppi Folkloristici, Gruppi e i singoli artisti di musica e danza popolari campani” che si esibiscono da sempre in occasioni di feste popolari, liturgie religiose, e momenti di incontro delle comunità locali, garantendo la conservazione di musica, danze antiche ed etniche, che oggi rappresentano un grosso strumento immateriale e di fascino anche dal punto di vista turistico.
Penso sia opportuno dare maggiore specificità e valore a realtà e forme artistiche, che in quanto figlie dalla cultura tradizionale e popolare spesso, seppur conservando la pratica e la formazione culturale, danno vita solo occasionalmente e in modo amatoriale ad esibizioni e forme di spettacolo itineranti, in particolari periodi dell’anno. Tali modalità non devono tuttavia rappresentare un fattore di esclusione dalla valorizzazione, che la Regione Campania intende compiere con la legge 6/2007 nei confronti delle forme di cultura popolare campana.
Piuttosto quelle formazioni organizzate che hanno scelto l’elemento culturale alla base della propria attività, favorendo la coesione sociale tra i partecipanti e valorizzando elementi di grossa potenzialità turistica, meritano un percorso ed un riconoscimento istituzionale ben più preciso. Da qui nasce il mio intervento.
Con la presente lettera, voglio comunicare che la proposta di legge ha avviato l’iter istituzionale di modifica, un iter i cui tempi dipendono dal lavoro delle Commissioni regionali.
In ogni caso, credo sia opportuno pensare anche a modalità di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e delle stesse istituzioni, al fine di accelerarne l'iter.

In questo caso, resto disponibile per qualsiasi tipo di proposta..

Con Cordialità
Donato Pica

Centro Direzionale Isola F/13 – 80143 – Napoli - Tel. 081.7783209 – Fax 081.7783323
Email: pica.don@consiglio.regione.campania.it - Sito: www.donatopica.it


Risposta Condividi