www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Mercoledi 19 Dicembre 2018

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Edoardo  
(Fiumara Grande)
  Tamburello Marchigiano
[03-06-2009]  
Ciao a tutti, mi è venuta una curiosità, qualcuno ha l'indirizzo di costruttori di tamburello Marchigiano (vero)?
Escludendo i soliti due che si trovano anche in rete?

grazie



Risposta Condividi



Pagina 1

[1]   
Da: Alfonso 
  Re: Tamburello Marchigiano
[03-06-2009]  
Edo, sei contagioso.., mi hai fatto venire una curiosità: come si distingue un costruttore di tamburelllo marchigiano vero da un costruttore di tamburello marchigiano fasullo ?

io i pochi tamburelli "marchigiani" che ho visto erano tutti un tripudio di folklore..

forse Pierfilippo la cui cultura musicale marchigiana risale ai tempi del cucco può dirci qualcosa ?

Risposta Condividi


[2]   
Da: Edoardo 
(Fiumara Grande)
  Re: Tamburello Marchigiano
[03-06-2009]  
Non volevo entrare troppo nel dettaglio Alfò, ma c'è un particolare, piuttosto agghiacciante, che li distingue... (i tamburelli, non i costruttori)
Oltre, ovviamente, al tipo di sonagli applicati sul retro, i tendipelle di un certo materiale etc etc..

aspettiamo il Pierfì

Risposta Condividi


[3]   
Da:  
  Re: Tamburello Marchigiano
[03-06-2009]  
Caro Edoardo e Alfonso, vorrei premettere:
non esiste il tamburello marchigiano in quanto le Marche, e non la marca,
sono un coacervo di tradizioni che risentono sia delle influenze del nord (la zona di pesaro) e del sud
(la zona di ascoli). poi c'è la marca vera e propria che territorialmente attiene alla provincia di ancona e macerata.
è importante tale precisazione perchè le tre zone risentono di influenze diverse sia a livello di
repertorio che a livello di strumenti utilizzati per eseguirlo.
Io ritengo, attraverso una valutazione di tipo comparativo e su testimonianze dirette, che il tamburello con pelle non sia tipico (dico tipico e non tradizionale perchè in alcune zone si usa da oltre 100 anni
per cui decidete voi se può considerarsi tradizionale) in quanto non essendo le marche zona di caprai (salvo forse le zone interne a confine con l'umbria e il lazio) quasi sicuramente realizzare tamburelli con pelle era un pò improbabile.
é invece testimoniato, direttamente dalla mia bisnonna che lo suonava, che si usasse il cembalo (cembera) realizzato con un vecchio setaccio e dischi ricavati da una vecchia padella in alluminio o rame.
peraltro dobbiamo anche dire che per colpa dei gruppi folk marchigiani (e ce ne sono tanti) che hanno esasperato l'uso di certi strumenti (quali l'organetto che ormai sembrerebbe essere lo strumento tradizionale delle marche solo perchè nel 1856 soprani l'ha costruito a castelfidardo) e il tamburello realizzato da amici e che costa 250 euro e che passa per il tamburello tradizionale marchigiano, tali strumenti sono ritenuti tradizionali ma secondo il mio modesto parere non lo sono affatto: sono solamente folkloristici e Amici ha esasperato nei suoi tamburelli tale aspetto.
Per cui, e arrivo al dunque, non esistono, che io sappia altri costruttori di tamburelli e pertanto, ti invito a realizzare, se vuoi rimanere legato alla tradizione marchigiana e non al suo folklore, un cembera con setaccio e sonagli di rame.
Te lo dimostra il fatto che i contadini recuperavano il vecchio setaccio per la farina quando era rotta la retina e tagliavano i dischetti dalla vecchia padella in alluminio e meglio ancora in rame: usavano ciò che avevano a portata di mano, come da tradizione.
se poi mi dai tempo di trovare un vecchio setaccio te lo realizzo io, così è autenticamente marchigiano.
ciao
Pier Filippo

Risposta Condividi


[4]   
Da: Qurino 
(Roma - Portuense)
  Re: Tamburello Marchigiano
[04-06-2009]  
Mah.
In base a stampe, e reperti museali pare che nelle Marche il tamburello è presente lì da tempi immemorabili, poi certo dicendo Marche hai detto tutto e niente; bisogna distinguere la zona è ovvio, però dalle parti di Pesaro ci sono vecchie stampe che attestano l'uso nei secoli passati; nell'anconetano ci sono dei reperti di tamburello notevoli per le dimensioni risalenti all'800 che lasciano supporre un uso antico e consolidato; nel Piceno il tamburello è caduto molto in disuso oggi però la tipologia dei repertori, la vicinanza al Lazio e all'Abruzzo, nonche le testimonianze dei locali lasciano suppore un uso tradizionale antico. Ogi il tamburello è usato abbastanza nelle zone interne centrali, sarà certo di fatura un pò follkoristico ma da quello che vedo le tecniche sono abbastansa elaborate e tipiche da andare ben oltre il fenomeno folkloristico (sempre nell'acezione negativa dle termine perchè altrimenti ci sarebbe da discutere eccome).
Per quel che conta dalle parti di Comunanza ho raccolto per puro caso, sensa volerlo, testimonianze spontanee e non da me richieste di donne ultraottantenni che mi dicevano che lì il tamburello si era sempre usato fino a metà del XX° sec. e che era ben distinto (come strumento non come nome) dal cosidetto cembalo sensa pelle.
Oggi nel Piceno viene molto usato il tamburo a frizione e il triangolo per l'accompagnamento ritmico.

Risposta Condividi


[5]   
Da: danilo 
(ancona)
  Re: Tamburello Marchigiano
[12-02-2011]  
salve

vi posso assicurare che il tamburello nella marca centrale veniva utlizzato sin dall'800 e ne ho visti con i miei occhi..le tecniche di costruzione sono fedeli per tipologia..chiaro oggi sono più puliti.....
e le tecniche di esecuzione sono quelle utilizzate nel periodo della metà del novecento..


Risposta Condividi


[6]   
Da: danilo 
(ancona)
  Re: Tamburello Marchigiano
[12-02-2011]  
salve

vi posso assicurare che il tamburello nella marca centrale veniva utlizzato sin dall'800 e ne ho visti con i miei occhi..le tecniche di costruzione sono fedeli per tipologia..chiaro oggi sono più puliti.....
e le tecniche di esecuzione sono quelle utilizzate nel periodo della metà del novecento..


Risposta Condividi


[7]   
Da: quirino 
(Roma - Portuense)
  Re: Tamburello Marchigiano
[14-02-2011]  
Da quel che so ben prima dell'800...molti è ora che si rassegnino al fatto che il tamburello in passato era usato in tutta Italia accanto ad altre percussioni. Cambiano le fasi in cui questo strumento musicale è caduto in disuso oppure è sopravvisuto, questo fa si che la sua distribuzione attuale sia a macchia di leopardo. In estrema sintesi il discorso è tutto quì.

Risposta Condividi