www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 20 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: alfonso 
  distribuzione geografica della battente
[11-01-2009]  
chiedo la collaborazione di tutti voi che leggerete queste righe per riuscire a creare una mappa attendibile della distribuzione geografica della chitarra battente sul territorio nazionale dall'800 ad oggi,

quindi vi invito tutti a comunicarmi i luoghi (indicandomi anche le provincie) di vostra conoscenza dove tale strumento è stato in uso oppure lo è tuttora, o qualunque altra informazione mi possa tornare utile allo scopo

anche un solo "avvistamento" può essere prezioso..

grazie



Risposta Condividi


[91]   
Da: Pelizzari 
  Re: distribuzione geografica della battente
[15-06-2012]  
Matera, sasso Caveoso, chiesa di San Pietro: soffitto ligneo con dipinto del 1700.
Vi compaiono alcuni strumenti molto interessanti, che avvicinano Matera alle valli bresciane. Possibile? E’ così piccolo il mondo?
Il pittore non raffigura gli strumenti perfettamente ma dimostra di conoscerli bene.
Violino arcaico suonato alla vecchia, appoggiato alla spalla, con archetto barocco.
Bassetto a quattro corde sempre con archetto barocco.
Piffero.
E, dulcis in fundo, una battente con cavigliere a otto corde. O il manico è da chitarra barocca?
Qui, caro Alfonso, siamo nel tuo regno. Il tuo sito è visitato da tanti esperti che spero siano disponibili a dare un loro parere.
Lorenzo







Risposta Condividi


[92]   
Da: alfonso 
  Re: distribuzione geografica della battente
[16-06-2012]  
carissimo Lorenzo, se c'è qualcuno che può dirci qualcosa è il Maestro Cipriani, ...Vincenzo, se ci sei batti un colpo !

Risposta Condividi


[93]   
Da: vincenzo Cipriani 
(Assisi)
  Re: distribuzione geografica della battente
[17-06-2012]  
Molto bello e interessante il dipinto di Matera e, come giustamente scrive Pelizzari, il pittore ne doveva sapere molto di strumenti: le posture sono perfette!
Riguardo la chitarra però (secondo me) non è una battente ma una barocca.
Purtroppo non ho raffigurazioni di chitarre battenti che risalgano all' '800.......guarderò meglio tra i miei libri e appunti.

Risposta Condividi


[94]   
Da: Damiano  
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[18-07-2012]  
Mi sono ricordato che nella collezione del musicologo dott. Francesco Spada di Montemesola (Ta), ve n'è un esemplare (mi pare dell'800) proveniente da Ruvo di Puglia (Bari).

Risposta Condividi


[95]   
Da: alfonso 
  Re: distribuzione geografica della battente
[26-07-2012]  
ecco la foto






Risposta Condividi


[96]   
Da: Pier Filippo Melchiorre 
(Ascoli Piceno)
  Re: distribuzione geografica della battente
[26-07-2012]  
Il quadro è di Bodinier GUILLAUME (Angers, 1795 - Angers, 1872) che è stato un pittore francese (vedutista che come molti suoi colleghi è venuto in Italiaa "ritrarre" aspetti della vita contadina soprattutto nella campagna laziale).
Ingrandendo la foto ho notato che la chitarra ha una spezzatura della ta e le corde sono
attaccate in fondo per cui presumo che si tratti di una chitarra battente anche perchè in quel
periodo (1834 anno di realizzazione del quadro) ormai la barocca era già in disuso e si
era diffusa ampiamente la chitarra battente.
E' da tenere presente che essendo il pittore un vedutista diffcilmente la rappresentazione dello strumento è frutto di fantasia.
Che ne pensate?

Risposta Condividi


[97]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[16-11-2012]  
Segnalo la battente di Toritto (Bari), che veniva suonata fino agli anni Cinquanta durante la questua dei fornai l'antivigilia di Natale con la fisarmonica, questua praticata ancora oggi ma con la chitarra "francese".

Damy

Risposta Condividi


[98]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[08-03-2013]  
Segnalo il modo di dire nel dialetto di Martina Franca, pressochè uscito dall'uso:

"sunà a catarra battiente"

che è l'equivalente dell'italiano "a tamburo battente, fare le cose senza indugi".

Risposta Condividi


[99]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[04-04-2013]  
Cari amici,

ecco a voi due battenti belle fresche dell'amico tarantino Ivan Dell'Edera, tarantino dimorante a Putignano (Bari). La prima è nientedimeno che di Rocco Cozzola "Fascianedde" del Gargano, mentre la seconda è una De Bonis restaurata.




Battente di "Fascianedde"







Ivan Dell'Edera con la sua De Bonis



Risposta Condividi


[100]   
Da: Mario 
  Re: distribuzione geografica della battente
[23-01-2015]  
Questa chitarra é sicuramente una Giorgio Sellas, e le due iniziali sulla tavola armonica non sono altro che le iniziali del proprietario della chitarra, non del liutaio. La rosetta con le decorazioni a punta sono tipiche del Sellas.


Risposta Condividi


[101]   
Da: Mario 
  Re: distribuzione geografica della battente
[23-01-2015]  
MI RIFERISCO AL POST A PAGINA 2 la battente antica.

** Questa chitarra é sicuramente una Giorgio Sellas, e le due iniziali sulla tavola armonica non sono altro che le iniziali del proprietario della chitarra, non del liutaio. La rosetta con le decorazioni a punta sono tipiche del Sellas. **

Risposta Condividi


[102]   
Da: alfonso 
  Re: distribuzione geografica della battente
[23-01-2015]  
ciao Mario,
è sufficiente basarsi su una caratteristica della rosetta per attribuire con certezza la paternità di questo strumento ?
sono perplesso anche perchè chi ha trattato l'argomento (gianfranco p.) era uno studioso particolarmente esperto di chitarre battenti

Risposta Condividi


[103]   
Da: Damiano Nicolella 
(Martina Franca TA)
  Re: distribuzione geografica della battente
[02-05-2016]  
Cari amici,

segnalo la battente di Ostuni (Brindisi), suonata da un certo "Beneditte de li Moneche" ad un matrimonio in casa negli anni Trenta, di cui si parla nel libro "Ostuni ieri" di Alfredo Tanzarella, Schena Editore, 1987 circa. Grazie all'amico Gianni Amati la battente, nel suo modello a 5 corde semplici, è stata ripresa di recente dai giovani del paese brindisino.

Damy

Risposta Condividi


[104]   
Da: drett 
(powell)
  PRESTITO OFFERTA
[08-06-2016]  
Ciao Ms & Mr,

Si prega di contattarmi via e-mail: drettpowell@gmx.fr

Sono la signora DRETT Powell. Mi permetto il lusso di unire il vostro gruppo e postato questo messaggio nella tua pagina, perché è con vero piacere che desidero aiutarvi. Rivolgo questo messaggio agli individui, poveri, o tutti coloro che hanno bisogno di un prestito per i loro vari carichi o ricostruire la loro vita. Siete alla ricerca di prestito sia per rilanciare le attività sia per la realizzazione di un progetto, o si compra un appartamento o altro motivo, ma vi è proibito banca o la cartella è stato respinto in banca. Io sono un particolare che concede prestiti a tutte le persone in grado di soddisfare le condizioni. Il mio tasso di interesse è del 3% all'anno. Se hai bisogno di soldi per altri motivi, non esitate individui serio e onesto.

Si prega di contattarmi via e-mail: drettpowell@gmx.fr

Risposta Condividi