www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 23 Settembre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Francesco 
(Torre Annunziata (attualmente infelicemente a Perugia)
  Conte infantili
[06-06-2008]  
Vogliamo fare un'inadagine sulle varie conte infantili diffuse nelle regioni italiane?
...certo, sarebbe bello se insieme al testo fosse pubblicata anche la melodia, ma ci accontenteremo.
Comincio io: questa conta me la cantava mia nonna Carmela, di 81 anni, napoletana verace, e a quanto so è diffusa nel napoletano e nel territorio del Vesuvio:

Pizzi pizzi Drangole
la morte di Sandrangole
Sandrangole e pipì
Sarracena faceva 'o ppane
tutte 'e mosche s' 'o mangiav'n'
pallerì pallerò
chi è 'o primm' jesce for'
chi è 'o primm' jesce for'

Risposta Condividi



Pagina 1

[1]   
Da:  
  Re: Conte infantili
[06-06-2008]  
...ma non è finita, Francè, c'è la seconda parte, che fa più o meno così:

jesce fore a lu ciardine
pizze roce e tagliuline
tagliuline a me, tagliuline a te,
chella vecchia mariola
s'arrubbaie a zi Nicola
zi Nicola pigliaie
e pigliaie 'o ribbotto
'o ribbotto sparaie
uno doie tre e quatto
'on Nicola int'a buatta!

R.P.

Risposta Condividi


[2]   
Da: Francesco 
(Torre Annunziata)
  Re: Conte infantili
[06-06-2008]  
grandissimo....ma da chi l'hai sentita?
di dove sei?

Risposta Condividi


[3]   
Da: RonnaPaulina 
(Emilia/Campania)
  Re: Conte infantili
[06-06-2008]  
Io sono nata a Ferrara, ma la mia famiglia è napoletana e io l'ho imparata... da bambina, di prima mano: è così che si giocava, un tempo!!!
E te l'hai mai sentita "Tuppi tù" "Chi è?" "Ce sta don Nicola?" "Cchiù 'ncoppa"...
"Tuppi tù" "Chi è?" "Ce sta don Nicola?" "Sì" "E ha fatto 'o pane?" "Miezo sì e miezo no!"
"E fernimmelo e scassà, e fernimmolo e scassà!"
Qui bisognerebbe vedere come si mettevano le mani dei bambini, tutte impilate l'una sopra l'altra, la mano superiore teneva stretto nel palmo chiuso il pollice della mano di sotto, come a formare una torre o un palazzo; al "tuppitù" si bussava a una manina, per poi andare a bussare al piano superiore; nel finale, al "E fernimmelo e scassà" la torre di mani crollava e si schiaffeggiavano tutte le mani, ognuno colpiva gli altri...

Risposta Condividi


[4]   
Da: Francesco 
(Torre Annunziata)
  Re: Conte infantili
[07-06-2008]  
si ce l'ho presente....ma senza la filastrocca, purtroppo!

Risposta Condividi


[5]   
Da: tiziano 
(Ostia)
  Re: Conte infantili
[07-06-2008]  
la classica:
Sotto il ponte di baracca
c'è Pierin che fa la cacca
la fa' dura dura dura
e il dottore la misura
la misura è trentatrè
uno due e tre

l'ancora più classica:
Ambarabà cì cì cò cò
tre civette sul comò
che facevano l'amore
co' la fija der dottore
er dottore s'ammalò
ambaraba cì cì cò cò

Ponte ponente ponteppì tappe tappe Perugia gia descritta ampiamente nel topic "vecchie nenie"

La balena Filomena
quanno caga fa la crema
quanno piscia fa er ragù
la ba-le-na- Fi- lo-me-na

Nicola e Nicolò
nelle braghe si cagò
se nun era pe su' fratello
se cagava ner cappello

Da me' urtimo tè uè

e che dire dei vari modi per fare pace, bastassero questi per far smettere le tante guerre nel mondo, che bello vedere Bin Laden e Bush che dicono, tenendosi i mignoli a vicenda: Mannaggia a quer diavoletto che c'ha fatto litigà, pace! pace! e pace!



Risposta Condividi


[6]   
Da: RonnaPaulina e Irpino 
(Emilia/Campania)
  Re: Conte infantili
[07-06-2008]  
Questa che ci manda il nostro amico Kappaggibbì, che ringraziamo tanto del contributo, è bellissima, noi non l'avevamo mai sentita.
E' una conta che faceva tanti anni fa una vecchina nei giardini pubblici di Montepulciano .
La cantava, battendo a tempo il bastone sulla panchina, ai bambini che giocavano a nascondino. I bambini si mettevano a girotondo davanti a lei e lei, quando finiva la conta, indicava col bastone il bambino che s'era fermato davanti a lei e che era quello che doveva "accecarsi". Per impedire che qualcuno "facesse il furbo" cambiava il ritmo ogni volta perchè il gioco, diceva, era una cosa seria:


Zaccherannetta zaccherannè

la regina sul canapè

dammi la mano dammela a me

a tre passi la violetta

zaccherannetta zaccherannetta

a tre passi il violino

zaccherannino zaccherannino

a tre passi il violone

zaccherannone zaccherannone

cecati tu che sei BIRBONE!













Risposta Condividi