www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 23 Settembre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Luca 
  tecnica chitarra battente
[11-12-2006]  
ciao a tutti, qualcuno saprebbe dirmi se conosce qualche libro didattico che tratta le principali tecniche della chitarra battente? Vi prego!!!!!!!!!!!
Luca

Risposta Condividi


[61]   
Da: pier filippo melchiorre 
(ascoli piceno)
  Re: tecnica chitarra battente
[29-11-2011]  
Per quanto mi riguarda penso che ognuno
possa suonare la battente come meglio crede
nel senso che se analizziamo il modo di
suonare di alcuni suonatori tradizionali
(almeno quei pochi che ho avuto la fortuna di ascoltare)
vediamo che non esiste una tecnica codificata valevole per tutto.
Il famoso terzinato è uno dei tanti modi di
suonare la battente ma è legato a particolari suonate e non
generalizzabile e comunque ogni suonatore esegue il suo.
Insomma, nel tempo ho imparato che le varie scuole di pensiero
legate alla tecnica della battente sono, appunto...scuole di pensiero.
Penso che chi ha la fortuna di vivere in un territorio dove ci sono
suonatori tradizionali debba apprendere da loro per un fatto di continuità
della tradizione, trattandosi di cultura musicale immateriale e quindi
trasmessa attraverso il rapporto maestro/allievo.
Chi non ha la fortuna di appartenere a questi territori o si arrangia
oppure "adotta" uno "stile".
L'importante e dire sempre chiaramente quello che si sta facendo
e dove si vuole andare a parare.
Cosa che oggi pochissimi fanno.


Risposta Condividi


[62]   
Da: Francesco Benevento 
  Re: tecnica chitarra battente
[29-11-2011]  
Certamente, ma a volte noto che ci sono due circostanze fastidiose:
le persone che credono di essere i veri portatori tradizionali e quelli che ti rispondono sempre con un "è come ti dico io e basta!!!".


Risposta Condividi


[63]   
Da: alfonso 
  Re: tecnica chitarra battente
[01-12-2011]  
caro Francesco, colgo al balzo il tuo intervento per ribadire un concetto sul quale battiamo molto:

spesso si ventila che questa chiazza sia un covo di fondamentalisti. L'espediente di tentare di screditarci viene adottato da chi ha tutto l'interesse a confondere le acque sulla musica di tradizione. Come ha ribadito il Pierfi il nostro pensiero è chiaro e inequivocabile: ognuno suoni la musica che più gli aggrada, ma si dica pane al pane e vino la vino ossia non si cerchi di far passare per "patrimonio culturale" quello che non è nell'intento di sfruttare la moda del taranta power, perchè in tal caso la scure fondamentalista non perdona..

e questo, ribadiamo, solo perchè ci teniamo a che si tutelino e si trasmettano intatte la "Sonata di Montescuro" o la "tarantella Cilentana" allo stesso modo in cui ci teniamo che si tuteli e si trasmettano intatti il "David di Donatello" o "L'Odissea"

Risposta Condividi


[64]   
Da: Francesco Benevento 
  Re: tecnica chitarra battente
[02-12-2011]  
Mia affermazione :

“io sono quasi sempre d'accordo con ciò che viene espresso sulla tradizione, sulla sua riscoperta e conservazione sempre e comunque evitandone la spettacolarizzazione “

Risposta

“non è nell'intento di sfruttare la moda del taranta power, “



Mia affermazione:

“Nel mio paesino a metà tra la Sila arbereshe albanese e la costa greca ionica, mio nonno, Francesco Benevento, ricordava un suonatore quando era piccolo che unsava nà "pinna" in canna, ed un altro che la suonava solo con il pollice!!! “


Risposta

“e questo, ribadiamo, solo perchè ci teniamo a che si tutelino e si trasmettano intatte la "Sonata di Montescuro" o la "tarantella Cilentana"

Stiam parlando mi pare degli stessi concetti.

Non mi pare, nemmeno leggendo nell'angusto spazio tra le righe della mia riflessione il subdolo tentativo di screditare la chiazza o chi ci scrive su, ne tantomeno un riferimento alla tarantella di taranta power che comunque rispetto ed apprezzo solo se non fatta passare per tradizionale, ma ho accennato a “nonno, Francesco Benevento, ricordava un suonatore quando era piccolo che usava nà "pinna" in canna, ed un altro che la suonava solo con il pollice “, riportando parole di un signore classe 1928 . Il succo a mio parere era quello poi amen.
Non mi permetterei mai di criticare, per la rispettabilità delle persone che vi intervengono e per l'utilità incredibile che ha questo forum a scopo musicale, culturale e tradizionale.
Ciao
Fra

Risposta Condividi