www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Sabato 25 Novembre 2017

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  la ciaramella
[08-04-2008]  
quacuno sa spiegarmi perchè la ciaramella (come la zampogna) viene costruita in due pezzi ossia fusto e campana separati ? è solo per un problema di praticità costruttiva o c'è qualche altro motivo ?

Risposta Condividi


[76]   
Da: barbara 
  Re: la ciaramella
[28-01-2013]  
...tutta invidia Pierfili'!!!

Risposta Condividi


[77]   
Da: giancarlo 
  Re: la ciaramella
[09-10-2013]  
A tutti i motivi precedentemente esposti, aggiungo "la fatica", che qualcuno aveva citato (credo Marco).
Tornire un unico grande pezzo di legno è molto più faticoso che tornire uno piccolo, per il fuso ed uno più grande per la campana.
Altra personale considerazione sulla fatica: bucare (foro pilota) un unico pezzo è davvero molto più faticoso che non due separati, da accoppiare successivamente.


Risposta Condividi


[78]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: la ciaramella
[10-10-2013]  
Per Alfonso/Zammarelli e/o altri esperti cilentani:
esistono costruttori della ciaramella cilentana, il cui disegno è stato gentilmente messo a disposizione di tutti da Alfonso, che per forare lo strumento, dopo il foro pilota, usano uno "spinaruolo" fatto da un pezzo unico?

Risposta Condividi


[79]   
Da: zammarelli 
  Re: la ciaramella
[11-10-2013]  
non ho capito la domanda....

Risposta Condividi


[80]   
Da: giancarlo 
  Re: la ciaramella
[11-10-2013]  
Ciao Gianluca.
La domanda è la seguente:
Qual'è la maniera tradizionale (cilentana) per forare longitudinalmente una ciaramella?
C'è qualcuno che usa un unico alesatore conico?

Risposta Condividi


[81]   
Da: zammarelli 
  Re: la ciaramella
[18-10-2013]  
ho capito. In genere non si usa un alesatore conico (anche se qualcuno lo ha anche provato), ma bensì si usano delle punte dette a cucchiaio che attenuano i scalini che si creano all'interno. Il fatto è che non è così importante che dentro sia conico o una seguenza di cilindri, ma l'importante è che sotto determinati fori ci sia una determinata cavatura. Chiaramente sarebbe meglio che l'interno sia il più possibile pulito. Tuttavia qualche liutaio ha sperimentato l'alesatore conico ma in questo caso bisogna fare i fori di diversa misura

Risposta Condividi


[82]   
Da: giancarlo 
  Re: la ciaramella
[19-10-2013]  
Perfetto.
E' la risposta che mi aspettavo e che conferma alcune sperimentazioni fatte.
Grazie mille Gianluca.
Sei un grande!


Risposta Condividi


[83]   
Da: Wladimir 
(Pizzoni (vv))
  Re: la ciaramella
[28-10-2013]  
Salve a tutti.. dalle mie parti (Serre Vibonesi) un an'anziano costruttore mi disse che il motivo per cui si costruisce la ciaramella in 2 pezzi separati è per via del fatto che se accidentalmente la ciaramella cade di solito la prima cosa a rompersi è la campana (fadda) e visto che un tempo non esistevano i moderni torni che abbiamo oggi e quindi la costruzione era molto piu lenta e faticosa una cosa era rifare tutta la ciaramella e una cosa era rifare solo la campana che avendo la filettatura era facilmente intercambiabile...

Risposta Condividi


[84]   
Da: Giancarlo 
(molise)
  Re: la ciaramella
[28-10-2013]  
Grazie Wladimir.
Il concetto che hai espresso in maniera semplice e diretta conferma quanto era stato in precedenza detto.
Saluti.

Risposta Condividi


[85]   
Da: Francesco  
(Caserta)
  Re: la ciaramella
[25-08-2015]  
Salve a tutti, mi presento: sono Francesco da Caserta e trovo questo forum davvero straordinario, ben fatto e di grande utilità.

Spero di scrivere nel post giusto.

Ho dei cilindri di noce acero faggio e ciliegio. Avrei pensato di fare le campane delle mie ciaramelle con il ciliegio e non avendo altro a disposizione fare i fusi di noce acero e faggio. Finora ho solo provato a tornire questo strumento ma con legno scarsi giusto per provare. Non so dove ho letto che i fusi vanno bene di noce ma non ne sono sicuro. Poiché non vorrei sprecarli per altro mi farebbe piacere un consiglio da parte vostra.

Ho notato l'immagine riguardante le misure della ciaramella. Da profano assoluto vorrei chiedere se c'è una misura anche del diametro dei fori.

Grazie a tutti per le risposte e non sparate sulla croce rossa che sarei in questo contesto, scherzo e grazie per qualsiasi aiuto.

Francesco

Risposta Condividi


[86]   
Da: Pino Pontuali 
  Re: la ciaramella
[27-08-2015]  
Ciao Francesco. Purtroppo il sito sta passando un periodo di "stanchezza" ed inoltre sono quasi tutti fuori dalle loro abituali abitazioni.
Io non sono un esperto ma ti do l'indirizzo elettronico di Gianluca Zammarelli che è, oltre che esperto suonatore di ciaramella e di zampogna, anche un ottimo costruttore di questi strumenti.
gianlucazammarelli@gmail.com

Risposta Condividi


[87]   
Da: Francesco  
(Caserta)
  Re: la ciaramella
[03-09-2015]  
Ciao e grazie per la dritta sei stato molto gentile a buon rendere.

Francesco

Risposta Condividi