www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Lunedi 23 Settembre 2019

Forum: clicca qui per aprire un nuovo argomento   
Da: Betsabea 
  Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[23-02-2008]  
Dopo Natale in alcuni paesi della Calabria si usa fare delle processioni portando il Bambinello casa per casa accompagnato dai suonatori.
Quest’anno ero nello splendido borgo di Badolato superiore. Dopo aver seguito per un po’ il rito mi sono diretta verso la piazza della chiesa, meta ultima del Bambinello, ad aspettare il corteo con le fiaccole ancora lontano.
Davanti la chiesa nella tarda serata era previsto un concerto. Il palco era pronto. Sulla scala, a metà, la postazione con il mixer. Gianna Nannini cantava a tutto volume dagli altoparlanti “meraviglioooooosa creatuuura”…

Ho avuto un attimo di panico, poi decisa mi sono diretta da quelli del mixer dicendo: “senti mi hanno detto di dirti di togliere la musica che sta’ arrivando la processione!” presto fatto.
La mia amica mi guarda e sbotta “certo che sei la solita cagacaz!” poi mi ha sorriso e ci siamo sedute pacifiche in quel silenzio denso d’attesa, rotto solo dall’eco delle zampogne e dei tamburelli che si avvicinavano..

Dopo mezz’ora l’attesa era grande, la serata era fredda ma il cielo stellato, la gente venuta dalla marina si era riunita, e si salutava come se non si vedesse da tempo. Ed ecco che la processione arriva nella piazza accolta dagli applausi festanti della gente che subito si accoda per entrare in chiesa.

Certo avrei potuto stare zitta e aspettare ascoltando la Nannini e poi magari c’era pure Vasco chissà.. però lo dicono tutti che sono una cagacaz nata! Non è la prima volta che rischio schiaffoni per cose del genere..

E allora mi sono detta ma perché non fondare anche un “GRUPPO CaGaCaZ per la difesa del Patrimonio immateriale”? Per appartenere al gruppo basta CaGar il Caz in tutte quelle situazioni in cui si reputa necessario un intervento drastico!

Iscrivetevi!! Scrivetemi!! … e vi mando il numero di conto su cui versare la quota sociale..


; )


Risposta Condividi



Pagina 1

[1]   
Da: Alfonso 
(grande lucania)
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[23-02-2008]  
ma quando riapre Pizzicata ?!?

Risposta Condividi


[2]   
Da: Betsabea 
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[23-02-2008]  
Boh.. ma compare solo io e te stiamo a casa sabato e domenica?? :)
Hai letto l'email?

Risposta Condividi


[3]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del pat
[10-12-2008]  
Non volendo aprire un altro argomento, si rischia di ripetersi, approfitto di questo che mi pare appropriato.
Nel 98% delle manifestazioni di musica popolare, che si fanno in Italia, vengono ignorate le musiche ed i canti delle regioni: Marche, Umbria, Toscana, Lazio, Abruzzo e Molise.
La stessa Regione Lazio, che ne patrocina poche e sempre dei soliti organizzatori, ignora le proprie tradizioni in favore della Pizzica e della Tammurriata (vedi: " LA MEMORIA CHE RESTA " FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE Novembre-Dicembre 2008) ed altri eventi passati.
Altro esempio: CAPODANZE - SANTAGATADANZE, dove sono rappresentate due Italie, il nord fino alla linea gotica ed il sud partendo dal napoletano in giù.

O il centro non ha alcuna cultura popolare oppure suggerisco, per il fatto che non siamo considerati dal resto della Nazione, di promuovere un referendum per staccarci da uno Stato, per il quale non esistiamo, e fondiamone un altro.

In effetti io, personalmente, sono molto amareggiato.

Risposta Condividi


[4]   
Da: Giancarlo 
(Contado di Molise)
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[10-12-2008]  
Caro Pino, una volta hai detto: "Non sono sicuro di voler essere tutelato".
Me lo ricordo e me lo ripeto sempre."Non sono sicuro di essere tutelato"
Anzi aggiungo. "Non mi preoccupa essere ignorato, come regione!" (peggio per loro!).

Giancarlo.



Risposta Condividi


[5]   
Da: giancarlo 
(molise)
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[10-12-2008]  
Caro Pino, una volta hai detto: "Non sono sicuro di voler essere tutelato".
Me lo ricordo e me lo ripeto sempre."Non sono sicuro di VOLER essere tutelato"
Anzi aggiungo. "Non mi preoccupa essere ignorato, come regione!" (peggio per loro!).

Giancarlo.


Risposta Condividi


[6]   
Da: Quirino 
(Roma - Portuense)
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[10-12-2008]  
Ti dirò che l'idea di rifondare uno stato centro-italico non mi dispiace affatto, soprattutto se allargato pure agli abruzzi che tanto quelli del regno di Napoli li hanno sempre snobbati.
Certo, bisogna vedere quelli del Granducato di Toscana cosa ne pensano.


Risposta Condividi


[7]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del pat
[10-12-2008]  
In effetti, sono contento di essere ignorato ma mi piacerebbe molto conoscere le tradizioni musicali delle regioni del centro Italia, in cui ingloberei anche la Sardegna e la Calabria, anche queste sono regioni "dimenticata" (mi perdonino i sardi ed i calabresi se nel post precedente non li ho nominati).
Pertanto suggerisco di effettuare una "separazione culturale" dalle altre "due Italie" promuovendo eventi solo sulla musica "nostra" fina alla "reale" unificazione dello stivale.
Chi volesse ancora partecipare ad eventi sulla pizzica e sulla tammurriata suggerisco che vada dove questi balli sono tradizionali. Per conto mio, già da tempo non ne divulgo/rimbalzo più le notizie che mi pervengono.

Risposta Condividi


[8]   
Da: Valerio 
(Perugia)
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[10-12-2008]  
Meglio essere ignorata come regione...almeno non ti trovi la Nannini che canta il Maggio Assisano..

Risposta Condividi


[9]   
Da: Pino Pontuali  
( )
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del pat
[11-12-2008]  
Valè', forse hai ragione.
Più siamo ignorati e più siamo liberi.

Risposta Condividi


[10]   
Da: elisa 
(roma)
  Re: Gruppo CaGaCaZ per la difesa del patrimo
[08-01-2009]  
Betsabea tu sei nata CaGaCaZ!

Risposta Condividi