www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Mercoledi 23 Settembre 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: alfonso
[05-02-2013, a  19:56]
Re: Zampogna: materiali, tecniche, misure.
caro Giancarlo certamente è un bell'argomento, molto interessante, che mi ha portato ad una riflessione sulla importanza delle misure per alcuni strumenti

per quanto riguarda la chitarra e gli strumenti a corde in generale non c'è bisogno di misure nel senso che basta rispettare grossomodo le dimensioni standard dello strumento per ottenere uno strumento efficiente, insomma qualche centimentro in più o in meno di lunghezza o larghezza o profondità dello strumento non ne inficiano l'efficienza anche se potrebbero influire sulla qualità acustica ottimale, l'unica "misura" della quale non si può fare a meno è, egli strumenti provvisti di tastiera, la distanza fra un tasto e l'altro, che si ricava da una formula matematica ben nota

da quanto ho potuto constatare inece non è così per la zampogne, per le quali si ottiene uno strumento accordato solo combinando nel giusto modo la cameratura interna e la distanza dei fori

per questo motivo le misure delle zampogne rappresentano un dato prezioso e chi ne è in possesso è quindi restìo a diffonderle, ma noi siamo fiduciosi

intanto una domanda che mi sono sempre posto: esiste un legno universalmente riconosciuto "più migliore" per realizzare una zampogna o anche in questo caso ci sono varie usanze o correnti di pensiero?


Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up