www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 13 Agosto 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: M.
[05-02-2010, a  00:12]
Re: SARDEGNA: strumenti, balli e canti
Un dei tanti balli sardi: SU DILLU (il delirio)
Dillu dillu dillu dillu ...
---------------------------------------------------------------- --------------------------------------------------
Da wikipedia: Su dillu.

Ballo originario del Goceano composto da un solo movimento che consiste in due saltelli sul piede destro e due sul piede sinistro. Di derivazione profana, pare venisse anticamente eseguito come .forma di scongiuro per le vittime della puntura dell'argia, un ragno velenoso, per allontanare il pericolo della morte. Tale ipotesi sarebbe suffragata non solo dal fatto che da esso deriva su ballu 'e s'arza (il ballo dell'argia), eseguito a passo di dillu, ma anche dal nome stesso del ballo. La parola dillu sarebbe infatti una contrazione di "dilliriu" che significa delirio; inoltre le parole che accompagnano spesso la danza "dilliri, dilliri, dilliriana", richiamano per assonanza la stessa parola “dillirium”.

Una seconda ipotesi invece fa risalire il nome del ballo da "dillisu" (“beffa, scherno”) e sostiene che nei tempi antichi il ballo venisse eseguito dopo una razzia di bestiame ("bardana") come festeggiamento per essere riusciti a beffare i proprietari della mandria.
----------------------------------------------------------- ----------------------------------------------------

Il morsicati dal morso simbolico del'argia o Arza (il sardo differenzia tanto da zona a zona, es. esistono deversi nomi per denominare le launeddas) veniva curati mettendo la persona a terra nel centro di una sorta di cerchio costituito da danzatori che ballavano intorno. Il ballo essedo composto da un solo movimento permetteva il facilmente di osservare il "paziente". Inoltre, racconte il Fara, che venivano recitate strofe del tipo ...

Un po di suspance...

Intanto vi invito ad ascolare questo Cuncordu ( Con cardius = Con cuore) di Orosei e Cello

http://www.youtube.com/watch?v=HmLIwBIAeFs

Cosa ne pensate di questo mix con violoncello?

Saluti

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up