www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 8 Giugno 2023

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: gianluca zammarelli
[05-05-2009, a  18:36]
Re: valutazione dell'usato
ciao
il discorso sarebbe lunghissimo e tuttora è soggetto a varie opinioni chiaramente discordanti.
Quello che posso dirti brevemente è che per quanto riguarda uno strumento musicale devi distinguere in:
1) strumento da suonare
2) strumento da esporre

nel primo caso non puoi prescindere dalla qualità dello stato dello strumento, in quanto anche uno Stradivari, un Paolo Soprani, una De Bonis, ecc, se sono distrutti suonano peggio di qualsisi altro strumento economico a 2 lire.
Chiaramente dovresti essere fortunato a trovare un vero Stradivari in perfetto stato sulle bancarelle.
Tuttavia sulle bancarelle spesso si può trovare buoni strumenti il cui nome non è famosissimo ma è affidabile e spesso i prezzi sono convenienti.

Nel secondo caso puoi anche tralasciare la "suonabilità" dello strumento ma devi tenere conto del valore di ogni strumento in base all'età, al nome, all'importanza dei singoli componenti (se in una chitarra manca il manico o il piano armonico, credo non valga niente), alla autenticità, allo stato di conservazione, ecc

in ogni caso se lo devi suonare devi prima valutare quali interventi potrai farci per migliorarlo, se lo devi esporre al contrario non lo devi mai modificare, e i restauri devono essere molto attenti.

cari saluti

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up