www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Venerdi 19 Gennaio 2018

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Pier Filippo Melchiorre
[26-07-2012, a  17:26]
Re: distribuzione geografica della battente
Il quadro è di Bodinier GUILLAUME (Angers, 1795 - Angers, 1872) che è stato un pittore francese (vedutista che come molti suoi colleghi è venuto in Italiaa "ritrarre" aspetti della vita contadina soprattutto nella campagna laziale).
Ingrandendo la foto ho notato che la chitarra ha una spezzatura della ta e le corde sono
attaccate in fondo per cui presumo che si tratti di una chitarra battente anche perchè in quel
periodo (1834 anno di realizzazione del quadro) ormai la barocca era già in disuso e si
era diffusa ampiamente la chitarra battente.
E' da tenere presente che essendo il pittore un vedutista diffcilmente la rappresentazione dello strumento è frutto di fantasia.
Che ne pensate?

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up