www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 4 Aprile 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Gianfranco P
[30-01-2009, a  18:38]
Re: distribuzione geografica della batte
Caro Pier filippo, sapevo di Middio.
la carta era usata come prassi consolidata e non di rado carta rimediata come dicevi (conti , lettere, ) perchè tanto all'interno nessuno se ne accorge.
lo strumento stesso all'interno può presentare bruciature, per la piegatura a caldo e comunque essere meno perfetto dell'esterno.
non vedo bene il passante di legno, comunque trovabile, se è quello che mi pare di scorgere, sulle tiorbe e gli arciliuti e più.
54 cm di diapason mi sembrano pochi, sembra un manico accorciato, sproporzionato rispetto alla cassa.
comunque se c'è stata l'esigenza di accorciare il manico, dico qualche fesseria: perché si è rotta la paletta all'altezza del primo tasto, o perché il manico si è storto, imbarcato sempre verso il primo tasto, può diventare semplice dare una bella segata. a quel punto devo ricreare l'alloggiamento che accolga la nuova paletta e quindi sono costretto a mangiarmi un altro pezzo di manico. anche perché scollare la tavola, scardinare il manico rotto o comunque da sostituire sarebbe stata un impresa ardua. potrebbe essere una ragione, magari non l'unica
gianfranco

ps la prossima volta che vengo ad Ascoli ci sentiamo
2 ps. una volta c'era un mostra di cose artigianali e c'era uno stand dove vendevano tamburelli ecc. c'entravi anche te?

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up