www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Mercoledi 21 Febbraio 2024

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Tiziano
[09-11-2008, a  10:26]
La ubiquitarietà della musica popolare
Vorrei aprire questo forum per cercare di avere informazioni su come ,la musica popolare(intesa come testi, musiche, strumenti, danze, etc....), nel corso della storia e in tempi in cui non esisteva altro mezzo di comunicazione se non la trasmissione verbale, possa avere la sua innegabile ubiquitarietà, testi come:" amore amore che m'hai fatto fare a 15 anni m'hai fatto impazzire......." si ritrovano nel Salento, nel Lazio fino nelle regioni settentrionali della nostra penisola. Strumenti come la zampogna, l'organetto, la chitarra battente stessa, si ritrovano in molte regioni ed in altri paesi europei, i mercanti che giravano la penisola portando con se strumenti e canzoni del loro paese, i cantastorie ... ma chi altro potrebbe aver determinato questo fenomeno, immagino, che in altri tempi ,coloro che maggiormente viaggiavano in lungo ed in largo per la nostra penisola fossero persone benestanti, uomini di affari ed appunto mercanti, che non immagino interessati alla musica meno colta. Però accanto a questi forse vi erano anche braccianti agricoli che si spostavano per cercare lavoro in altre regioni d'Italia, l'emigrazione esiste da quando esiste il mondo... se avete altre informazioni utili a riguardo fatemele avere. Grazie

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up