www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 20 Gennaio 2018

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: alfonso
[18-03-2008, a  10:47]
TAMBURELLI dipinti
immagino che pure voi avrete notato che esiste una certa abitudine di decorare i tamburelli, ma non mi riferisco alle varie tarantole più o meno stilizzate e impresse qui e là ma alla abitudine di dipingere la pelle con scene auliche e festaiole

non so se è una cosa buona o meno, certo che è un peccato ridurre uno strumento musicale a semplice dipinto, ma non voglio disquisire di questo perchè posso immaginare i meccanismi che hanno portato ad una simile moda ma non ho avuto il tempo e l'opportunità di studiarli, magari lascio a voi la palla..

volevo solo documentare questa abitudine, mi è capitato alcuni anni fa di costruire una tammorra con lo scopo di regalarla a un mio affezionatissimo cugino, la costruii con tutti i crismi della tradizione e gliela portai, lui ne fu felicissimo e gli ridevano gli occhi, ma io non sapevo perchè...

immaginatevi il mio stupore quando mesi dopo mi mostrò, con evidente orgoglio, la stessa tammorra accuratamente e devo dire magistralmente dipinta con scene di danza da un'artista del luogo,

lui viveva in una zona dove storicamente non c'è traccia di tamburelli, e non aveva fatto altro che attenersi alla "sua" tradizione, che li identificava come "souvenir", o meglio oggetti da esposizione, "per bellezza"..

vi risulta ?

appena posso ne farò una foto, ma per ora vi mostro questo tamburello (credo che sia degli anni 60) che sta appeso nella cantina di Montecelio nota ad alcuni di voi..

{{img:1205833564}}

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up