www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Mercoledi 16 Ottobre 2019

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: giancarlo
[14-01-2008, a  11:17]
Re: Costruzione delle ance di canna
Della raccolta delle canne, abbiamo detto molto in numerose altre occasioni ed altri posti.
E' vero: siamo nel periodo giusto per la raccolta ed è questo il periodo buono per farsi una buona scorta, per poter procedere, tra qualche mese, al tentativo di costruzione di strumenti musicali e/o ance per le ciaramelle e zampogne.

Abbiamo detto:
-Per il centro Italia, la data ideale per la raccolta, quest'anno, è il 30 Gennaio, ma il periodo buono va dal 22 Gennaio, al 7 Febbraio.
-E' comunque possibile effettuare la raccolta fino alla ripresa vegetativa delle piante, sempre in fase di luna calante, con linfa circolante quasi nulla.
-Le canne raccolte per la costruzione devono avere alcune caratteristiche fondamentali, necessarie per la durata nel tempo e per la qualità acustica-sonora dello strumento o dell'ancia.
-Bisogna osservare bene le canne da raccogliere per valutare la resistenza, l'elasticità, la compattezza, led anche l'aspetto estetico.
-I luoghi in cui si raccoglie hanno molta importanza
-La vicinanza di corsi d'acqua, la posizione interna o esterna al canneto, la crescita in terreno arido o umido o vicino al mare, determineranno la crescita e la raccolta di un buona canna.
-Le canne vicino a corsi d'acqua o alle sponde di un lago o stagno, hanno una minore compattezza delle fibre, dovute alla maggiore disponibilità di acqua. Spesso sono quasi “spugnose” e poco compatte, a svantaggio della qualità e “sonorità” dello strumento, che seppur costruito perfettamente uguale ad un'altro, risulta avere un suono “ovattato”, meno brillante ed argentino, oltre ad una durata nel tempo più limitata.
-Le canne migliori, quindi, a mio modesto parere, sono quelle dalla fibra compatta e resistente, raccolte lontano da corsi d'acqua, quelle che “picchiate” per saggiarne la consistenza, danno un suono secco e ligneo, per intenderci quasi come quelle delle castagnette.
-Bisogna scartare quelle ingrigite, con patine o chiazze, in genere risultato dell'esposizione delle stesse alle intemperie, pioggia e vento,all'azione di microrganismi e/o all'azione troppo diretta del sole.
-Le migliori canne sono quelle interne al canneto, che per l'azione protettiva di quelle esterne, dovrebbero presentare meno difetti.
-Solo durante la stagionatura e durante l'utilizzo della canna, ne potremo valutare completamente la qualità e la bontà.Capiterà quindi, che a “cosa fatta” ci si renderà definitivamente delle caratteristiche di quella canna o di quel canneto e non resta nulla da fare se non ricordarsi della bontà o meno di quel luogo.
-E' consigliabile, per chi inizia, raccogliere qualche canna in posti diversi, per poi poter confrontare a stagionatura avvenuta.
Quindi riassumendo, le cose inderogabili sono:
-taglio alla fine del ciclo vegetativo.
-scegliere canne a fibra molto compatta.
-taglio durante la luna calante.
-stagionatura da un minimo di sei-sette mesi (almeno fino a fine estate) fino ad un massimo di 3,4,5 anni. in un posto asciutto e ventilato.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up