www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Martedi 11 Agosto 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Alfonso
[27-05-2009, a  06:14]
Re: segnala un evento
30-31 Maggio e 1-2 Giugno 2009 Novi Velia (Cilento)

Apertura Santuario Madonna del Monte Gelbison

“La salita al Monte”

E’ oramai millenaria la tradizione del pellegrinaggio alla Madonna del Monte Gelbison , uno dei più alti e venerati santuari d’Italia. Il culto mariano nel Cilento risale ai primi secoli del Cristianesimo, né è testimonianza l’antica città greca di Velia ed esso si è protratto fino ai giorni d’oggi.
Infatti, ancora tutt’ora, i devoti si recano in pellegrinaggio verso il monte Gelbison (1600 m).
Il nome “Gelbison” richiama subito alla mente
la presenza, un tempo, dei Saraceni, pare che la parola abbia origine araba e secondo un’interpretazione, significherebbe “monte dell’idolo”.
L’ultima domenica di maggio, ogni anno, si festeggia la chiusura del Santuario con la salita al monte dei devoti accorsi da tutti i paesi limitrofi e anche d’oltre confini regionali. Si porta il saluto alla Vergine e tale pellegrinaggio si protrae nel tempo estivo fino ad
ottobre mese in cui né avviene la chiusura.
I devoti raggiungono il santuario organizzati in Compagnie per condividere in maniera collettiva la fede e il cammino, pregando e cantando, concenti poetici
dedicati a Maria accompagnati dalle zampogne e dagli organetti.

In occasione “Il Vecchio Mulino” via Criscuolo- Novi Velia (Sa)Presenta

Stage di tarantelle cilentane
(pizziche e tammurriate)

Condotto dalla CompagniaBallettoPopolare

Docenti : Roberta Parravano (danzatrice, ricerca etno-coreutica e fotografa, vedi curriculum su www.myspace.com/robertaparravano )

Tullia Conte (danzatrice e attrice, laureanda in antropologia culturale)

Pina Speranza (Voce e danza)

E la straordinaria partecipazione di zì Vincenza Cortazzo da Cannalonga (Sa)

La tarantella cilentana è una danza tradizionale che avviene sul suono della zampogna o dell’organetto, senza l’intervento delle percussioni,
qualche volta con l’aggiunta della ciaramella come canto alla zampogna.
Le tarantelle cilentane trattate nello stage saranno di due tipologie, l’una appartenete all’area di Cannalonga (Sa) accompagnata dal suono della zampogna a pastorale, l’altra appartenete all’area di Rofrano
(Sa) accompagnata dalla suonata per organetto.

Programma :

Sabato 30 Maggio
Ore 16,30 accoglienza e iscrizioni
Ore 17,00-19,00 stage di tarantelle cilentane
Ore 20,30 Cena tipica cilentana e concerto al Vecchio Mulino

Domenica 31 Maggio
Durante il mattino Salita al Monte
Gelbison in occasione dell’apertura del santuario
(per l’occasione molti suonatori di organetto, zampogna e ciaramella accorrono dalle zone limitrofe e oltre, per rendere omaggio alla Madonna del Monte Gelbison)
Ore 13,00 Pranzo al Vecchio Mulino
Ore 15,00-17,00
introduzione alla pizzica pizzica e alle tammurriate
Ore 17,00-19,00
Stage di tarantelle cilentane

(Lo stage comprende materiale sonoro e
la visione di materiale video)

Lunedì 1 e Domenica 2 Giugno è
possibile permanere per visitare zone balneari quali Agnone, Ascea, Acciaroli, Sapri e Palinuro

Domenica 31 durante il mattino è prevista
la salita alla Madonna del Monte Gelbison in occasione della dell’ apertura del santuario.

Costo stage : 30 euro (2 gg) - 15 euro ( 1gg)
Info e iscrizioni stage 3295337784 mail zefiritide@virgilio.it

Pernottamento presso il Vecchio Mulino (doppia 50 euro, posto letto 15 euro) Info e prenotazioni B&B Vecchio Mulino 3294964432

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up