www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Mercoledi 8 Luglio 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Michele
[09-10-2008, a  11:08]
Re: tarantelle del gargano
Non prendermi per un'estremista, lo studio della musica è importante nella musica popolare quanto in tutti gli altri "generi", anzi proprio certe tarantelle richiedono una preparazione tecnica non indifferente.
Però sottolineo due cose:
- La musica popolare non è solo musica, anzi è soprattutto cultura di popolo...come la pasta con le sarde...è giusto che sia dominio di tutti e non solo dei musicisti.
-Proprio ieri parlavo con Calogero (frequentatore del forum), il quale ha avanzato l'ipotesi che una friscalettata che è stata registrata in un'album fosse in realtà elaborata al Pc, perchè troppo difficile tecnicamente (velocizzata se non addirittua campionato il timbro e scritta la parte su software...). Mi sono trovato in accordo con lui, il brano è in effetti umanamene ineseguibile e sentirlo suonare così perfettamente e senza neanche "un'errore"....
Questo non è bello, snatura il senso di questa musica avvicinandolo alla musica elettronica, soprattutto se la si spaccia per un brano tipico della Sicilia.
Alla luce di quanto detto affermo che si, un musicista ha bisogno del metronomo, delle sue ore quotidiane di esercizio per la cura dell'intonazione, del timbro...
Ma posso anche dire che chi sa eseguire solo quei due accordi senza saper accordare bene la chitarra ha sempre la possibilità di tramandare quei brani che senza di lui si perderebbero, perchè mai scritti.
Per questo accolgo con favore anche chi stona, poi sarà compito del musicista sia arrangiare i brani (che sono tutti IV-V-I) per renderli proponibili su vasta scala.... sia preparare altri musicisti perchè questi possano domani pendere il suo posto.
Ti saluto nella speraza che l'esperienza riesca a migliorare entrambi anche nelle vedute, dandoci la possibilità di assumere maggiore occhio critico, che non guasta mai! :-)

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up