www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Domenica 20 Settembre 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Peppino di Rosa
[06-11-2007, a  10:11]
Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"

Le Patate

Ritorno dal ponte d'Ognissanti,
quattro giorni davvero riposanti,
quattro gradevolissime giornate,
lontano da chi pensa alle patate.

Le quali possono essere mangiate,
non prima d'esser state raccontate.
Bisogna ricordare che le patate,
dal Nuovo Continente son salpate,

le solanacee son la sua famiglia,
ogni uomo di cucina le consiglia,
tubero il frutto vien denominato,
e dappertutto viene coltivato.

Il primo posto al mondo è della Cina,
in quanto a produzione tuberina,
l'Italia ne produce, di patate,
un milione e sei di tonnellate.

Con la patata si può preparare
qualunque piatto da poter gustare,
fritte, bollite, con il pomodoro,
arrosto sono un capolavoro,

se invece le prepari con gli gnocchi,
hai fatto una ricetta con i fiocchi.
Questo ed altro si fa con le patate,
risorsa per l'inverno e per l'estate,

l'ortaggio che in qualsiasi occasione,
concede notte e dì soddisfazione.
Però se la patata vuoi gustare,
secondo una ricetta singolare,

dovrebbe venir tosto consumata,
in unico vassoio da portata,
alla sera, concessa in grande stile,
da cuoche della specie femminile.

E' il piatto preferito dal maschietto,
gradito sospirato e prediletto.
Ogni professionista di mestiere,
dal semplice perito all'ingegnere,

il celebre o l'anonimo architetto,
gradiscono quel piatto sotto il ...tetto.
Il medico, d'accordo oppur costretto,
consuma la patata su di un letto,

il tenore cantando il Rigoletto,
o alle prese con il do di petto,
il musicista con il clarinetto,
la mangia mentre accenna un minuetto.

Pure colui che suona l'organetto,
conosce il suo sapore ci scommetto!
A questo punto è meglio che la smetto,
parlare di quel pasto benedetto,

che fa venire l'acquolina in bocca.
Vai bene in forma classica o barocca,
patata che diventi un'albicocca!
Oh frutto saporito di stagione.

A cena, a pranzo e pure a colazione
senza rischio di farne indigestione.
Ogni giornata della settimana,
s'assaggi la patata all'Ortolana!

(PdR)
Peppino di Rosa

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up